1.7 C
Rome
venerdì, Dicembre 2, 2022
spot_imgspot_img

L’economia della regione mediterranea al centro del Medaweek

L'ultima edizione del MedaWeek, in presenza, del 2019 ha visto la partecipazione di oltre 1.500 uomini d'affari internazionali.

-

- Advertisment -

Uomini d’affari, leader economici e politici, organizzazioni multilaterali, imprenditori e investitori provenienti da numerosi paesi provenienti da Europa, Africa e Medio Oriente celebreranno per tre giorni, a partire dal 16 novembre, la 16a edizione della Settimana mediterranea dei leader economici, MedaWeek Barcelona, per discutere e scambiare proposte di collaborazione e integrazione mediterranea. Per la prima volta nella sua storia, le sessioni saranno online e faccia a faccia allo stesso tempo.

L’incontro, che nelle sue ultime due edizioni online del 2020 e del 2021 ha visto la partecipazione di oltre 20.000 imprenditori, è organizzato dall’Associaction of Chambers of Commerce and Industry of the Mediterranean  (ASCAME) e dalla Chamber of Commerce, Industry and Navigation of Barcelona, con la collaborazione di venti organizzazioni dell’Unione Europea,  L’Africa e i paesi del Golfo e la media partnership di Imprese del Sud.

L’ultima edizione in presenza del 2019 ha visto la partecipazione di oltre 1.500 uomini d’affari internazionali.

La Settimana affronterà le conseguenze economiche della pandemia e della guerra d’Ucraina, l’innovazione e la trasformazione digitale, la sostenibilità, la necessità di cambiamenti nel settore del turismo, i giovani talenti e i talenti femminili, l’incorporazione di nuovi settori, come le industrie sportive, l’economia creativa, la cooperazione energetica tra Europa e Mediterraneo, la sicurezza alimentare regionale, la tecnologia spaziale,  Telefonia mobile, blockchain o industria halal, tra gli altri settori, sia classici che new economy.

Anwar Zibaoui, coordinatore generale di ASCAME e MedaWeek, ha dichiarato che la regione mediterranea e il mondo stanno affrontando minacce senza precedenti e cambiamenti radicali nella regione che richiedono nuove alleanze e associazioni. “La recente crisi in cui è coinvolto il mondo ha evidenziato le carenze della logistica, dell’energia e delle catene alimentari, e fa emergere la regionalizzazione come un’immensa fonte di opportunità, soprattutto quando le barriere al commercio e i rischi possono essere ridotti, oltre a offrire rapidità ed efficacia” ha dichiarato. “In questo contesto, la regione mediterranea potrebbe diventare una fiorente frontiera produttiva Nord-Sud, accorciando i circuiti logistici tra l’Unione Europea e l’Africa, riducendo l’impronta di carbonio e garantendo la sicurezza energetica e alimentare“.

L’inaugurazione del MedaWeek22 si terrà il 16 novembre ed è prevista la partecipazione del presidente della Generalitat, Pere Aragonés, nonché di Ahmed el Wakil, presidente di ASCAME; Mónica Roca, presidente della Barcelona Chamber of Commerce; Senén Florensa, presidente dell’European Institute of the Mediterranean; Pere Navarro, delegato speciale dello Stato della Free Zone Consortium, e Nasser Kamel, segretario generale dell’ Union for the Mediterranean.

Informazioni su Medaweek

La Settimana mediterranea dei leader economici (MedaWeek Barcelona) è la principale conferenza dedicata alla promozione dell’economia della regione mediterranea in tutto il mondo. Questo evento supporta i settori economici chiave e la nuova economia con un impegno per l’economia digitale, verde e blu e mette in evidenza i valori del Mediterraneo come ponte tra tre continenti: Africa, Asia ed Europa attraverso un’ampia varietà di forum. Fin dalla sua nascita nel 2006, MedaWeek Barcelona è stata organizzata dall’Associazione delle Camere di Commercio e Industria del Mediterraneo (ASCAME) e dalla Camera di Commercio, Industria e Navigazione di Barcellona, con la collaborazione di oltre 35 importanti organizzazioni mediterranee, europee e internazionali.

Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
Accordo ceta 36% aumento esportazioni imprese del sud

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e...
Export nuove rotte commerciali euromed group

Export al via il restyling delle rotte commercio internazionale

Nei primi sei mesi del 2022 l’export italiano segna +20%, ma le incertezze spingono le aziende a modificare i propri piani.
spot_img

Economia

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero...

Export al via il restyling delle rotte commercio internazionale

Nei primi sei mesi del 2022 l’export italiano segna +20%, ma le incertezze spingono le aziende a modificare i propri piani.
- Advertisement -spot_img