martedì, Settembre 22, 2020

Sergio Passariello (Imprese del Sud) – Mafia Capitale solo la punta di un iceberg

-

- Advertisment -

Sergio Passariello – Presidente Imprese del Sud

“Le cronache odierne su Mafia Capitale sono solo la punta di un Iceberg e le norme anticorruzione varate ultimamente dal Governo Renzi ed approvate dal Parlamento, non serviranno a nulla, perché chi è abituato a corrompere ed essere corrotto non ha paura dell’aumento delle pene”. – E’ quanto dichiara in una nota Sergio Passariello, Presidente di Imprese del Sud, movimento associativo imprenditoriale a tutela delle Imprese meridionali.

Serve un provvedimento d’urto – continua Passariello – che contempli misure preventive, specialmente nelle fasi di predisposizione dei bandi di gara e durante la fase di aggiudicazione.
Mancano, ad esempio, – evidenzia Passariello – le sanzioni a carico di quei funzionari e dirigenti pubblici che si discostano dalla normativa generale, la quale già prevede espressamente che ogni requisito aggiuntivo, diverso da quello previsto, è nullo.

E’ prassi, per i burocrati creare degli sbarramenti – sottolinea Passariello – inserendo requisiti di partecipazione ad hoc, per ridurre la concorrenza. Già l’art. 46 comma 1Bis) del D.lgs. 163/2006 prevede chiaramente che “i bandi e le lettere di invito non possono contenere ulteriori prescrizioni a pena di esclusione e che dette prescrizioni sono comunque nulle.”

Ma cosa accade se un “burocrate” malfidato e corrotto, inserisce comunque nel bando di gara un requisito diverso da quello stabilito dalla norma generale?
Nulla…. – risponde Passariello – Il concorrente escluso deve necessariamente ricorrere alla Magistratura Amministrativa, con aggravi di costi economici e forse dopo 3 anni scoprirà che quel requisito “illegittimo” che ha determinato la sua esclusione o mancata partecipazione era infondato.

La stessa Autorità Anticorruzione – prosegue Passariello – si trova paradossalmente nella situazione in cui i suoi pareri non sono vincolanti per la pubblica Amministrazione. Ed il paradosso è prescritto da quella stessa norma sugli appalti pubblici che da un lato istituisce, con spese a carico del sistema, l’ANAC del Presidente Cantone e dall’altro decreta che i pareri espressi dall’Autorità sono d’indirizzo e non vincolanti.

Ora – conclude Passariello – se la politica non ha intenzione di emanare un provvedimento d’urgenza tanto semplice quanto determinante dimostra, di fatto, di volere che i fenomeni corruttivi in questo paese, continuino ad esistere.

© riproduzione riservata

- Advertisement -

Ultime news

eCommerce: da canale secondario a ruolo determinante di vendita

0
Cresce la penetrazione dell'eCommerce sul totale Retail dal 6% all'8%. I comparti emergenti fanno segnare ritmi di crescita elevati: il Food&Grocery genera 2,5 miliardi di euro (+56%) e l'Arredamento e home living 2,3 miliardi (+30%).

Internazionalizzazione: il 50% dei finanziamenti è a fondo perduto

0
La nuova agevolazione è stata resa possibile dal via libera dalla Commissione Europea che estende temporalmente questo vantaggio fino alla fine del 2020, con un limite di 800 mila euro complessivi di componente di aiuto.

Imprenditoria femminile in agricoltura: le agevolazioni

0
Tra i requisiti si richiede che l’impresa sia amministrata e condotta da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto

La ripresa del Marocco e le opportunità di business

0
Nel rapporto Doing Business 2020, il Marocco ha guadagnato la 53ma posizione nella classifica mondiale, con un salto di ben sette posti rispetto al 2019.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

0
Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

Economia

Internazionalizzazione: il 50% dei finanziamenti è a fondo perduto

La nuova agevolazione è stata resa possibile dal via libera dalla Commissione Europea che estende temporalmente questo vantaggio fino alla fine del 2020, con un limite di 800 mila euro complessivi di componente di aiuto.

Imprenditoria femminile in agricoltura: le agevolazioni

Tra i requisiti si richiede che l’impresa sia amministrata e condotta da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto

La ripresa del Marocco e le opportunità di business

Nel rapporto Doing Business 2020, il Marocco ha guadagnato la 53ma posizione nella classifica mondiale, con un salto di ben sette posti rispetto al 2019.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

La pandemia sta mettendo alla prova le città

Nel prossimo decennio ci saranno circa 500 città con più di un milione di persone e diverse "mega-città" con una popolazione di oltre 20 milioni
- Advertisement -

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida