27.9 C
Rome
sabato, Aprile 20, 2024
spot_imgspot_img

Diplomi facili. In arrivo le nuove Direttive.

Le nuove normative sul rilascio dei diplomi, imporranno limiti agli anni in uno, registro elettronico obbligatorio, regole per il sostegno e l'ammissione di docenti stranieri.

-

- Advertisment -

A seguito degli ultimi scandali relativi al rilascio di diplomi facili, l’istruzione in Italia è soggetta a una serie di riforme e modifiche significative, progettate per affrontare le distorsioni nel sistema scolastico pubblico e migliorare la qualità dell’educazione per gli studenti di tutte le età. Il Ministro dell’istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, ha annunciato una serie di misure volte a rafforzare l’efficienza e l’equità del sistema educativo nazionale.

I cambiamenti più significativi per il rilascio dei diplomi

Uno dei principali cambiamenti, per il rilascio dei diplomi, riguarderà il limite agli anni accademici che uno studente potrà superare in un solo anno scolastico. Secondo l’articolo 20 della bozza di disegno di legge, gli studenti potranno sostenere esami di idoneità per non più di due anni di corso successivi a quello per il quale sono stati ammessi. Questa misura mira a ridurre il fenomeno dilagante di studenti che accumulano fino a quattro anni in uno e diplomandosi in scuole distanti dalla propria residenza.

Inoltre, le scuole paritarie, per il rilascio dei diplomi, saranno soggette a una serie di nuove regolamentazioni, tra cui l’obbligo di adottare un registro elettronico per registrare le presenze degli studenti dall’inizio della giornata. Questo impedirà che gli studenti siano dichiarati presenti solo alla fine dell’orario di scuola, quando il rischio di controlli è minore.

Un’altra importante disposizione riguarderà l’attivazione delle classi terminali collaterali nelle scuole paritarie. Questa attivazione sarà subordinata all’autorizzazione da parte delle autorità competenti e sarà concessa solo in determinate circostanze. Inoltre, nel caso in cui l’autorizzazione venga negata, la classe non otterrà il riconoscimento della parità scolastica.

Insegnati di sostegno ed assunzioni, cambiano le regole per quelli stranieri

Le modifiche riguarderanno anche il sostegno agli studenti con disabilità. Mentre continuano i concorsi per reclutare nuovi insegnanti di sostegno, i docenti precari potranno essere confermati sulla stessa sede su richiesta della famiglia dello studente e con il consenso del preside. Questo assicurerà continuità nell’assistenza agli studenti con esigenze speciali.

Infine, una modifica significativa riguarderà l’ammissione di docenti stranieri ai concorsi per il personale docente. Secondo la bozza di legge, gli aspiranti insegnanti con titoli di studio esteri potranno partecipare alle selezioni, soggetti a verifica della validità del titolo. Questa attività avvicinerà le procedure di selezione nel settore dell’istruzione a quelle del resto della pubblica amministrazione.

Non vi è dubbio che le riforme nell’istruzione italiana, in particolare quelle per il rilascio di diplomi nelle scuole paritarie, hanno lo scopo di migliorare l’efficienza, l’equità e la qualità del sistema educativo nazionale. Queste misure, si spera, possano rappresentare un passo avanti verso un ambiente scolastico più equo e inclusivo per tutti gli studenti, garantendo loro migliori opportunità di apprendimento e sviluppo.

Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Assomalta - Apertura sede di Rappresentanza Napoli

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di...

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.
Interreg Europe Cooperazione regionale 2024 - Imprese del Sud

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

0
Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.
Digital Service Act (DSA) 2024 - Imprese del Sud

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
Interreg Euro-MED secondo bando 2024 - Imprese del Sud

Interreg Euro-MED: aperto il secondo bando 2024

Nel prossimo bando Interreg Euro-MED saranno finanziati progetti che contribuiscono alla transizione verde e digitale del territorio interessato dal programma
Assomalta - Aeroporto di Napoli Ryanair

ASSOMALTA: Lo scontro tra Ryanair ed il Comune di Napoli danneggerà i collegamenti e...

L’escalation della tensione tra Ryanair ed il Comune di Napoli preoccupa ASSOMALTA. L’aumento delle tasse aeroportuali rischia di danneggiare i collegamenti vitali per turismo, business e studenti tra Malta e Campania.
spot_img

Economia

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di Rappresentanza a Napoli.

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.

Interreg Euro-MED: aperto il secondo bando 2024

Nel prossimo bando Interreg Euro-MED saranno finanziati progetti che contribuiscono alla transizione verde e digitale del territorio interessato dal programma
- Advertisement -spot_img