Ceta Commonwealth

Missione economica del governo italiano in Canada

Domenico Letizia
Scritto da Domenico Letizia

La stabilità del sistema politico ed economico in Canada, la presenza di regole certe e Stato di diritto e le condizioni del mercato del lavoro rendono il paese un “focus” interessante.

Si è svolta un’interessante missione economica, commerciale e politica in Canada. Il Sottosegretario Ivan Scalfarotto è stato a Toronto (Canada) per inaugurare la prima edizione di “WeLoveModainItaly Toronto” organizzata da CNA Federmoda in collaborazione con la Farnesina e ICE Agenzia a sostegno del comparto abbigliamento e accessori.

La missione ha avuto lo scopo di rafforzare le relazioni economiche con una delle aree più ricche del Paese, come testimoniato dall’incontro con il Ministro dello Sviluppo Economico dell’Ontario, Victor Fedeli. L’interscambio commerciale tra Italia e Ontario nei primi 11 mesi del 2019 è ammontato a quasi il 50% dell’interscambio Italia-Canada. Il Sottosegretario ha avuto incontri con i rappresentanti del Sistema Italia e delle aziende italiane, visitando alcuni siti produttivi di imprese italiane e recandosi successivamente negli Usa. Una missione importante per le imprese economiche della nostra Penisola.

Il mercato canadese a seguito dell’entrata in vigore del CETA sta evidenziando una crescita significativa delle esportazioni italiane in particolare: 438 milioni di euro in più” – ha dichiarato Ivan Scalfarotto – “La presenza di numerose PMI ci ricorda che sono proprio le piccole imprese a trarre il maggior beneficio dagli accordi di libero scambio grazie al riconoscimento degli standard e all’abbattimento delle barriere non tariffarie“.

Il Canada è un Paese a reddito elevato, ricco di materie prime e con una importante base industriale. 

La stabilità del sistema politico ed economico, la presenza di regole certe e Stato di diritto, le condizioni del mercato del lavoro, il costo dei fattori di produzione e di accesso al credito, unitamente all’apprezzamento dei prodotti italiani e alla politica di apertura al commercio internazionale seguita tradizionalmente dal Paese, rendono il Canada un mercato estremamente appetibile per le aziende italiane interessate ad accrescere le proprie esportazioni o ad internazionalizzare la propria produzione.

Dal 21 settembre 2017 è in applicazione provvisoria il CETA “Comprehensive Economic and Trade Agreement” tra l’Unione Europea ed il Canada. L’Accordo, oltre alla liberalizzazione pressoché totale delle linee tariffarie, prevede misure quali l’apertura degli appalti pubblici canadesi alle imprese europee, la protezione di una serie di indicazioni geografiche, l’agevolazione degli spostamenti dei lavoratori ed un trattamento privilegiato in materia di investimenti.

Il Canada è parte dal 1994 di un Accordo di libero scambio con gli USA ed il Messico (NAFTA), oggetto di una recente rivisitazione negoziale tra le Parti. La nuova versione dell’Accordo, c.d. USMCA è stata siglata il 30 novembre 2018.


info autore

Domenico Letizia

Domenico Letizia

Pubblicista presso il quotidiano nazionale L’Opinione, analista economico e geopolitico. Speaker radiofonico per i microfoni di "RadioAtene". Ha svolto analisi di mercato in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Moldava(CCIM) e con l’ Associazione di Studio, Ricerca ed Internazionalizzazione in Eurasia ed Africa. Ricercatore, pubblicista e social media manager del progetto del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Iscritto all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti della Campania dal gennaio 2019. Già Social Media Manager e Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.