14.3 C
Rome
giovedì, Aprile 22, 2021
spot_imgspot_img

Equitalia, la rateazione non decade se le rate sono pagate in ritardo

-

- Advertisment -spot_img

Equitalia può dichiarare un piano di rateazione decaduto solo per mancato pagamento, non per un ritardo, che comporta sanzioni diverse: sentenza del Tribunale di Roma.

Equitalia non può interrompere un piano di rateazione a un’impresa che ha pagato alcune rate in ritardo, il provvedimento di revoca scatta solo per rate non pagate: lo stabilisce una sentenza del tribunale di Roma (proc. n. 54257 del 20 agosto 2016), che chiede all’agente della riscossione di ripristinare piani di rateazione interrotti indebitamente.

I giudici hanno stabilito che la normativa applicabile è l’articolo 19 comma 3 del dpr 602/1973, che prevede lo stop alla rateazione solo in caso di mancato pagamento di almeno cinque rate, anche non consecutive. Il ritardo, invece, può comportare il «pagamento degli interessi e delle eventuali sanzioni», ma non la «decadenza dal beneficio» prevista espressamente solo in caso di mancato pagamento. Risultato: Equitalia deve ripristinare i piani di rateazione precedentemente sospesi. L’ordinanza del tribunale sottolinea come la decadenza da un piano di rateazione abbia una serie di effetti negativi sull’impresa: «una indubbia oggettiva difficoltà per il debitore di onorare il proprio debito», tutte le conseguenze che derivano dalla mancata attestazione della correttezza dei pagamenti da parte dell’agente della riscossione (riscossione crediti Pubblica Amministrazione, partecipazione a gare pubbliche, sottoscrizione di contratti pubblici).

Ricordiamo che la Riforma fiscale ha cambiato le regole sulla dilazione del pagamento, contenute nell’articolo 19 del Dpr 602/1973. La possibilità di interrompere il piano di rateazione Equitalia scatta, come detto, dopo cinque rate non pagate (prima erano otto). La procedura è la seguente: il debitore decade automaticamente dal beneficio della rateazione, l’intero importo iscritto a ruolo ancora dovuto è immediatamente ed automaticamente riscuotibile in unica soluzione, il carico può essere nuovamente rateizzato se, all’atto della presentazione della richiesta, le rate scadute alla stessa data sono integralmente saldate. In tal caso, il nuovo piano può essere ripartito nel numero massimo di rate non ancora scadute alla medesima data.

Ultime news

La riforma del fallimento rischia di travolgere le imprese

0
Si attende per il 1° Settembre 2021 l'entrata in vigore della riforma del fallimento, un nuovo pacchetto normativo sulla crisi d'impresa

Telecomunicazioni e cyber security: le novità in tema giuridico

0
Per adeguare la normativa nazionale al regolamento europeo sulla cyber security il Governo adotterà uno o più decreti legislativi.

Euromed è membro della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

0
La società Euromed International Trade entra ufficialmente a far parte della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

Lo smart working dopo l’emergenza riscriverà l’idea di lavoro

0
Al termine della pandemia, il 54% delle aziende si dice pronto a continuare ad utilizzare lo smart working in modo permanente.

Confapi inaugura la prima radio per le PMI

0
Arriva Radio Confapi, uno strumento di informazione, comunicazione e confronto sui principali temi di interesse della piccola e media industria privata e dell'intero sistema...
spot_img

Economia

La riforma del fallimento rischia di travolgere le imprese

Si attende per il 1° Settembre 2021 l'entrata in vigore della riforma del fallimento, un nuovo pacchetto normativo sulla crisi d'impresa

Telecomunicazioni e cyber security: le novità in tema giuridico

Per adeguare la normativa nazionale al regolamento europeo sulla cyber security il Governo adotterà uno o più decreti legislativi.

Euromed è membro della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

La società Euromed International Trade entra ufficialmente a far parte della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

Le nuove dinamiche e il balzo in avanti della GDO in Italia

Risulta importante evidenziare che i dati e le analisi consentono alla GDO di chiudere il mese di marzo positivamente.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img