22.8 C
Rome
mercoledì, Agosto 4, 2021
spot_imgspot_img

Crescere in tempi di Covid-19: l’esempio di H2biz

-

- Advertisment -

L’epidemia da Covid-19 ha colpito tutte le aziende costringendole ad operare in un contesto di incertezza costante. Non tutte, però, hanno reagito allo stesso modo. Alcune non hanno potuto neanche reagire perché chiuse per decreto, altre si sono attrezzate a lavorare in remoto per ridurre al minimo i danni e altre ancora sono riuscite a trasformare l’emergenza in un’opportunità. Una di quelle aziende che è riuscita a contrastare l’onda anomala del Coronavirus è H2biz, il business HUB guidato dall’imprenditore Luigi De Falco, che da quando è scoppiata l’emergenza ha messo a segno una crescita del 276% dei  volumi operativi.

Un risultato straordinario il cui merito va ascritto a due fattori: un modello di business globale e flessibile e un rapporto consolidato e fiduciario con il proprio portafoglio clienti, al 90% costituito da pmi.

Il combinato disposto di questi due fattori ha consentito ad H2biz di adattare quasi in tempo reale il suo modello alle esigenze delle aziende colpite dall’emergenza e di mettersi al loro servizio con una serie di iniziative tutte finalizzate alla generazione di opportunità di business. Da segnalare in tal senso l’accordo sottoscritto da H2biz con 140 committenti esteri (che già acquistavano prodotti e servizi attraverso le Reti di export di H2biz) per anticipare ai mesi di marzo e aprile le forniture pianificate per tutto il 2020 e dare così ossigeno immediato alle pmi italiane. L’accordo ha prodotto (ad oggi) 116 richieste di acquisto di prodotti e servizi made in italy per un controvalore di oltre 70 milioni di euro.

Molto interessante anche il ciclo di webinar lanciati da H2biz in collaborazione con alcuni esperti di settore per aiutare le pmi ad uscire dall’impasse, come quello dedicato al settore Turismo, all’export e ai canali alternativi alle banche per reperire liquidità. Tutti webinar unici nel loro genere perché erogati one-to-one,  singolarmente sulle specifiche esigenze di ogni imprenditore. Un modello completamente diverso da quello classico dei webinar che prevedono la partecipazione contemporanea in streaming di decine o centinaia di utenti.

Di rilievo e meritevole di attenzione è anche il lancio della piattaforma di Cambio Merci per scambiarsi prodotti e servizi senza sborsare liquidità. Un business, quello del baratto, vecchio come il mondo ma che H2biz ha saputo aggiornare con alcune innovazioni operative e adattare al momento di mercato.

Un altro fattore che ha concorso al raggiungimento dei risultati positivi sono state le attività che potremmo definire di “pronto soccorso” che H2biz ha effettuato per aiutare alcune filiere in difficoltà, come per esempio il caso delle 18 aziende esportatrici che avevano le merci dirette in Cina bloccate nei porti italiani.
H2biz è intervenuta riuscendo a rivendere le merci bloccate su altri mercati e individuando dei professionisti qualificati a cui affidare la gestione dei contenziosi legali derivanti dal blocco.

Nella stessa linea operativa di “pronto soccorso” H2biz ha lanciato “Elenco fornitori qualificati – Speciale Coronavirus” , una piattaforma dedicata alla ricerca di fornitori per le aziende che hanno difficoltà ad approvvigionarsi di prodotti e servizi a causa dell’emergenza Coronavirus e che ha avuto un grande riscontro di mercato.

Ovviamente H2biz è stata avvantaggiata dal fatto di operare da sempre on-line e di avere dei canali consolidati di export e relazione in 42 paesi, ma questo nulla toglie alla bontà dei risultati raggiunti e dimostra solo che l’internazionalizzazione è un fattore di crescita e di attenuazione del rischio d’impresa in fasi di emergenza o rallentamento del ciclo economico.

Ultime news

5 milioni a sostegno di tessile, moda e accessori

0
E’ stato pubblicato il decreto del MISE che amplia le attività dell’industria del tessile, della moda e degli accessori che potranno richiedere contributi a fondo perduto a sostegno di investimenti...

Stati Uniti-Italia: nuove relazioni economiche e diplomatiche

0
Numerose e da superare sono anche le criticità di sistema, economiche, commerciali e relazionali. Tra le criticità segnalate dai manager, le restrizioni ai viaggi dall’Europa verso gli Stati Uniti.

Il mercato USA della meccanica strumentale e la crescita dell’export

0
In questa fase di rilancio in cui si trova l’industria manifatturiera americana si punterà molto sull’Advanced Manufacturing per favorire la crescita delle tecnologie e processi manifatturieri avanzati.

Puntare sulle isole per rilanciare il turismo mediterraneo

0
Le isole del Mediterraneo hanno conosciuto un grande sviluppo negli ultimi anni con l'espansione del loro settore turistico. Il turismo integra molti elementi positivi,...

L’appello di UNCI Agroalimentare: “Salviamo la pesca a strascico”

I danni ambientali, il depauperamento delle acque, le compromissioni degli habitat marini, l’alterazione delle biodiversità e lo sfruttamento degli stock ittici hanno un colpevole:...
spot_img

Economia

5 milioni a sostegno di tessile, moda e accessori

E’ stato pubblicato il decreto del MISE che amplia le attività dell’industria del tessile, della moda e degli accessori che potranno richiedere contributi a fondo...

Stati Uniti-Italia: nuove relazioni economiche e diplomatiche

Numerose e da superare sono anche le criticità di sistema, economiche, commerciali e relazionali. Tra le criticità segnalate dai manager, le restrizioni ai viaggi dall’Europa verso gli Stati Uniti.

Il mercato USA della meccanica strumentale e la crescita dell’export

In questa fase di rilancio in cui si trova l’industria manifatturiera americana si punterà molto sull’Advanced Manufacturing per favorire la crescita delle tecnologie e processi manifatturieri avanzati.

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo...
- Advertisement -spot_img