19.2 C
Roma
lunedì, 26 Ottobre 2020

Air Italy in liquidazione: imprese vicine ai lavoratori

-

- Advertisment -

Il mondo delle imprese artigiane della Gallura ben 5.600, esprime solidarietà ai 1.200 lavoratori di Air Italy coinvolti nella procedura di liquidazione della società. “Sono lavoratori come noi, che soffrono come noi e che da tanti anni come noi combattono per assicurare un futuro onesto e dignitoso alle loro famiglie e al territorio in cui vivono – affermano Giacomo Meloni e Federico Fadda, Presidente e Segretario di Confartigianato Imprese Galluraper questo come artigiani siamo umanamente vicini a tutti coloro che saranno impegnati in una lotta che, senza alcun dubbio e attraverso ogni lecito strumento, dovrà coinvolgere l’intero territorio, a partire dai singoli cittadini per arrivare alla politica, alle Organizzazioni Sindacali e Datoriali, ai rappresentanti istituzionali. Come avvenuto solo pochi anni fa con Meridiana, quello di Air Italy è un problema che investe noi tutti, anche fuori i confini della Gallura”.

Come Organizzazione delle imprese artigiane e delle piccole imprese – continuano Meloni e Fadda – siamo preoccupati e sensibili rispetto a questa vicenda per tutta questa serie di motivazioni e siamo convinti che la soluzione potrà essere favorita anche attraverso una mobilitazione delle persone, delle imprese e delle istituzioni del territorio gallurese. Dovrà esserci una forte presa di coscienza rispetto al tema dei trasporti, della continuità territoriale, della salvaguardia di settori strategici dell’economia isolana, temi che appartengono a tutti i sardi”.

Secondo Confartigianato Gallura è necessario “rappresentare tale situazione, a livello nazionale e dell’Unione Europea, con una unità di intenti unica, per arrivare a una soluzione che non sia un “regalo” o un “privilegio” per tappare la bocca a un territorio, ma che serva a dare il senso di una vera volontà di tenere tutta la Sardegna attaccata alla penisola e all’Europa, con fatti concreti e non con parole inutili che ci hanno portato alla situazione attuale”.

Al contrario – continuano il Presidente e il Segretario di Confartigianato Gallura – in questo momento il nord est della Sardegna, cittadini e imprese, sono alla mercé dei “venti” dell’economia delle multinazionali che hanno come punto di vista il proprio conto economico e non la garanzia di fornire servizi essenziali a una regione, e che in qualunque momento, possono calare, girare oppure diventare tempesta”.

Per questo – concludono Meloni e Fadda – facciamo appello alla buona Politica affinché abbia la forza di superare le divisioni di partito per affrontare un tema che rischia di travolgere tutti, mettendo a serio repentaglio l’economia e lo sviluppo dell’Isola”.

- Advertisement -

Ultime news

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

0
Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

L’innovazione di Israele e i droni per il Mediterraneo

0
Le operazioni di controllo avverranno con dei droni nel Mediterraneo, dopo i primi test positivi effettuati sull'isola greca di Creta.

Bandi per l’impresa: “Quando il Click Day è anticostituzionale”

0
L'intervento di Dhebora Mirabelli, Presidente di Confapi Sicilia: "Questo tipo di bandi umiliano gli imprenditori che non riescono in 7 secondi a presentare l’istruttoria. Servono regole eque e meritocratiche”.

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

0
Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

0
Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Economia

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -