19.5 C
Rome
sabato, Aprile 10, 2021
spot_imgspot_img

UE e Canada benedicono il CETA: “Ha attenuato la crisi Covid”

Si è tenuta di recente la seconda riunione del comitato congiunto CETA

-

- Advertisment -spot_img

L’UE e il Canada hanno sottolineato l’impatto positivo dell’accordo economico e commerciale globale (CETA) nel contribuire a ridurre al minimo l’impatto economico dell’emergenza Covid-19.

Il CETA – riporta un comunicato congiunto – rappresenta un pilastro centrale del partenariato politico, commerciale ed economico tra l’UE e il Canada, che condividono una partnership basata su valori e visioni geopolitiche che si allineano in una vasta gamma di aree politiche. Il Canada è inoltre un partner indispensabile per affrontare le sfide globali come la ripresa economica, la riforma dell’OMC, la governance degli investimenti, il cambiamento climatico e la governance degli oceani.

Gli intenti comuni sono stati ribaditi al termine della seconda riunione del comitato congiunto CETA, che è stata copresieduta dal vicepresidente esecutivo e commissario europeo per il commercio Valdis Dombrovskis e dal ministro canadese delle piccole imprese, della promozione dell’export e del commercio internazionale Mary Ng.

Il CETA è un accordo recente ma ha già dato molti risultati positivi, fornendo una base per aiutare le nostre economie a crescere e riprendersi anche in relazione all’emergenza Covid, oltre che per affrontare le molteplici e diverse sfide globali.

Negli ultimi anni il commercio UE-Canada è aumentato del 25% rispetto alle cifre pre-CETA, almeno fino all’inizio della pandemia. Anche tenendo conto dell’impatto senza precedenti del Covid-19 sul commercio internazionale, i flussi commerciali UE-Canada risultano comunque in crescita del 15% nel 2020 rispetto a prima dell’entrata in vigore provvisoria del CETA.

Ma non è tutto. Europa e Canada hanno sottolineato come il CETA contribuisca anche a migliorare la cooperazione normativa e l’impegno a facilitare i flussi transfrontalieri di servizi con particolare attenzione al riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali. I copresidenti hanno sottolineato l’importanza del trattato come pietra angolare di una forte relazione tra partner che la pensano allo stesso modo e che va oltre il commercio bilaterale e l’azione a livello multilaterale. Hanno sottolineato altresì gli sviluppi positivi raggiunti nell’ambito del CETA, tra cui l’attuazione dei capitoli sul commercio e lo sviluppo sostenibile e le tre raccomandazioni adottate in materia di clima, parità di genere e PMI.

Inoltre, i copresidenti hanno notato i progressi verso lo sviluppo di un nuovo partenariato strategico Canada-UE sulle materie prime, destinato a ridurre i rischi delle catene di approvvigionamento e a promuovere nuove catene di valore competitive. Entrambe le parti hanno mostrato il loro sostegno al lavoro del Gruppo di Ottawa sulla riforma dell’OMC, accogliendo in particolare i progressi sull’iniziativa Commercio e Salute.

Le parti hanno infine concordato di intensificare gli sforzi per garantire che tutte le aziende, grandi e piccole, siano in grado di trarre pieno vantaggio dalle opportunità offerte dal CETA: per questo è stato approvato un apposito piano d’azione CETA per le PMI per il 2020-2021 per consentire alle imprese di sbloccare le opportunità offerte dal trattato, ed è stato annunciato un evento UE-Canada dedicato alle PMI per celebrare il quarto anniversario del CETA nel settembre 2021.

La prossima riunione del comitato congiunto CETA si terrà invece in Canada nel 2022.

spot_imgspot_img
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Ultime news

Agribusiness in Marocco: il webinar gratuito

Euromed International Trade presenta Agribusiness in Marocco, il nuovo webinar online in programma Giovedì 15 Aprile 2021 alle 11.00.

Gabriele Menotti Lippolis è il nuovo Presidente di Confindustria Brindisi

Il nuovo presidente di Confindustria Brindisi Gabriele Menotti Lippolis eletto dall’Assemblea Generale, in votazione per il quadriennio 2021-2025.

Food e Beverage tra nuovi consumi e mercati internazionali

0
Food Dive ha sottolineato il trend in crescita dei prodotti salutistici con un focus particolare sui cibi che aiutano il sistema immunitario.

Il Regno Unito aumenta le imposte sulle società

0
Il Regno Unito ha diffuso un ampio pacchetto di riforme fiscali che includerà, tra l'altro, l'aumento dell'aliquota sulle imprese.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)
spot_img

Economia

Food e Beverage tra nuovi consumi e mercati internazionali

Food Dive ha sottolineato il trend in crescita dei prodotti salutistici con un focus particolare sui cibi che aiutano il sistema immunitario.

Nuovi fondi per startup e PMI innovative

Nuovi fondi e finanziamenti per startup, imprese e PMI innovative con focus particolare sulle cosiddette tecnologie Deep Tech.

Le semplificazioni doganali per l’export italiano post Brexit

Le semplificazioni doganali costituiscono oggi un importante fattore di competitività per le aziende italiane interessate al Regno Unito.

Emergenza PMI italiane: società in perdita ma tassate

PMI Italiane tassate e in perdita. L'importanza di diversificare e proteggere il risparmio per gli imprenditori italiani.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img