9.8 C
Rome
giovedì, Aprile 22, 2021
spot_imgspot_img

UE-Canada: nuove sinergie economiche e politiche

I leader dell'Europa e del Canada hanno confermato di voler combattere uniti il pericolo della pandemia sanitaria inseguendo i valori condivisi della democrazia.

-

- Advertisment -spot_img

Il Canada continua a dimostrarsi un partner autorevole e importante per l’intera casa europea. Il 29 ottobre Charles Michel, presidente del Consiglio europeo, e Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, hanno tenuto un meeting online con Justin Trudeau, primo ministro del Canada. Nel corso dei lavori i leader di Europa e Canada hanno confermato di voler combattere insieme il pericolo della pandemia sanitaria inseguendo i valori condivisi di democrazia, Stato di Diritto e rispetto dei diritti umani. L’obiettivo di tale collaborazione è quello di proteggere la salute di tutti i cittadini e garantire una ripresa economia economica che sia innovativa, sostenibile e inclusiva.

I leader a confronto hanno rimarcato la necessità di raggiungere questi obiettivi utilizzando gli strumenti della cooperazione internazionale e attivando meccanismi di solidarietà, cooperazione e hanno riconosciuto il ruolo cruciale del G7, del G20 e delle Nazioni Unite. La collaborazione delle due potenze in questi forum internazionali e sovranazionali deve continuare riconoscendo l’importanza di tale strutture per il benessere dei propri cittadini. I leader europei hanno confermato la volontà di cooperazione in tema sanitaria con lo scambio di idee sull’elaborazione di trattamenti sanitari, creazione di vaccini e test medici contro il coronavirus. L’idea è quella di continuare a rafforzare la propria sinergia per riformare e rafforzare le iniziative e l’azione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Rendere le catene di approvvigionamento globali più resilienti e migliorare la sanità per i cittadini a livello mondiale mantenendo allo stesso tempo le economie degli stati aperte e libere al commercio. Approfondire la collaborazione in tema di occupazione e innovazione per una partnership strategica che supporti la transizione verde e digitale viene riconosciuta come tematica centrale dell’Occidente.

L’incontro è stato occasione per rafforzare l’iter avviato per implementare l‘accordo economico e commerciale globale del Ceta. Un momento adatto anche stilare un bilancio sui risultati positivi del CETA, che rivelano che il commercio bilaterale tra l’UE e il Canada è aumentato del 24% per le merci e del 25% per i servizi a seguito della sua applicazione provvisoria. I leader hanno convenuto di continuare a lavorare insieme, nel gruppo di Ottawa e per riformare e rafforzare le opportunità all’interno dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) al fine di proteggere il sistema commerciale basato su regole precise, in un momento di crisi senza precedenti e per affrontare efficacemente nuove realtà economiche globali, comprese quelle legate alla pandemia sanitaria. I leader hanno ribadito il proprio impegno nel voler perseguire e raggiungere una soluzione globale per un sistema fiscale internazionale equo, sostenibile e moderno che affronti le sfide fiscali derivanti dalla digitalizzazione dell’economia. Durante l’incontro è emerso l’importanza di sollecitare i ministri delle finanze del G20 a raggiungere un accordo sulle questioni entro la prima metà del 2021.

Inoltre, alla luce dell’urgente necessità di intensificare l’azione globale per affrontare il cambiamento climatico, durante i lavori, una parentesi importante è stata dedicata all’obiettivo condiviso di raggiungere la neutralità dal carbonio entro il 2050, sottolineando che la ripresa economica offre un’opportunità unica per la “green economy“. L’UE e il Canada vogliono dimostrare in sede internazionale una maggiore ambizione nella riduzione delle emissioni di gas serra aggiornando i propri progressi e contributi nazionali prima dei lavori dedicati alla COP26.

Euromed International Trade propone alle imprese del network ed ai propri clienti, impegnate e desiderose di entrare sui mercati internazionali, un’offerta completa di servizi integrati per entrare nel mercato canadese attraverso l’individuazione delle aree del Canada in cui operare, la definizione delle strategie d’ingresso e il coinvolgimento di tutta l’organizzazione aziendale nello svolgimento delle attività operative connesse all’internazionalizzazione. Per maggiori informazioni compilare il seguente form:

Ultime news

La riforma del fallimento rischia di travolgere le imprese

0
Si attende per il 1° Settembre 2021 l'entrata in vigore della riforma del fallimento, un nuovo pacchetto normativo sulla crisi d'impresa

Telecomunicazioni e cyber security: le novità in tema giuridico

0
Per adeguare la normativa nazionale al regolamento europeo sulla cyber security il Governo adotterà uno o più decreti legislativi.

Euromed è membro della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

0
La società Euromed International Trade entra ufficialmente a far parte della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

Lo smart working dopo l’emergenza riscriverà l’idea di lavoro

0
Al termine della pandemia, il 54% delle aziende si dice pronto a continuare ad utilizzare lo smart working in modo permanente.

Confapi inaugura la prima radio per le PMI

0
Arriva Radio Confapi, uno strumento di informazione, comunicazione e confronto sui principali temi di interesse della piccola e media industria privata e dell'intero sistema...
spot_img

Economia

La riforma del fallimento rischia di travolgere le imprese

Si attende per il 1° Settembre 2021 l'entrata in vigore della riforma del fallimento, un nuovo pacchetto normativo sulla crisi d'impresa

Telecomunicazioni e cyber security: le novità in tema giuridico

Per adeguare la normativa nazionale al regolamento europeo sulla cyber security il Governo adotterà uno o più decreti legislativi.

Euromed è membro della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

La società Euromed International Trade entra ufficialmente a far parte della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

Le nuove dinamiche e il balzo in avanti della GDO in Italia

Risulta importante evidenziare che i dati e le analisi consentono alla GDO di chiudere il mese di marzo positivamente.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img