20.6 C
Roma
mercoledì, 21 Ottobre 2020

Taiwan punta a rafforzare le relazioni internazionali

-

- Advertisment -

A seguito delle elezioni presidenziali e legislative di Taiwan svoltesi l’11 gennaio 2020, importanti personalità politiche e amici di Taiwan da oltre 80 Paesi e Organizzazioni Internazionali (tra cui i 15 alleati diplomatici e Paesi come Stati Uniti, Giappone, Regno Unito, Francia, e Germania) hanno inviato messaggi di congratulazioni.

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha rilasciato una dichiarazione in cui ha inviato i propri migliori auguri alla democrazia di Taiwan per l’esito delle elezioni. Pompeo ha affermato che Taiwan “ha dimostrato ancora una volta la forza del suo solido sistema democratico” e come sia “un modello per la regione indo-pacifica e una forza per il bene nel mondo“.

Nel corso degli ultimi tre anni, Taiwan ha compiuto ogni sforzo per mantenere lo status quo dello Stretto, con l’idea di salvaguardare la sovranità nazionale. Taiwan non ha intrapreso azioni provocatorie o impulsive. Al contrario, la Cina ha fatto ricorso ad innumerevoli strategie geopolitiche per bloccare o tentare di limitare la partecipazione internazionale di Taiwan, intensificando i suoi assalti propagandistici e le minacce militari nei confronti dell’isola. La Repubblica Socialista Cinese ha anche condotto campagne di disinformazione nel tentativo di interferire con le elezioni di Taiwan. Le azioni della Cina non sono benefiche né per lo sviluppo positivo delle relazioni tra le due sponde dello Stretto, né per l’interesse di altri paesi ubicati nel contesto Indo-Pacifico.

Pace, parità di genere e accesso alle istituzioni, democrazia e dialogo sono le chiavi per le interazioni positive e per lo sviluppo stabile e a lungo termine nello Stretto di Taiwan e offrono l’unico percorso per avvicinare le persone attraverso lo Stretto e garantire reciprocità e mutuo vantaggio. Si spera che Pechino non comprometta lo sviluppo positivo delle relazioni tra le due sponde dello Stretto. Le due parti dovrebbero cercare congiuntamente di migliorare i legami.

Perchè rafforzare ancora di più la cooperazione con l’isola di Taiwan?

Taiwan vuole continuare ad approfondire l’amicizia e la cooperazione con tutti i Paesi e le Organizzazioni Internazionali e dare contributi concreti alla comunità internazionale. Anche gli scambi con l’Italia possono continuare a crescere.

Nel 2018, il volume commerciale fra i due paesi ha raggiunto 5,15 miliardi di dollari (+10% su base annua), facendo diventare Taiwan il quinto partner di Roma in Asia, alle spalle di Cina, Giappone, Corea del Sud e India.

L’isola ha esportato merci in Italia per 2,46 miliardi di dollari (+15%), mentre le merci tricolore vendute nel paese asiatico sono state pari a 2,69 miliardi (+6%) con un deficit commerciale di 234 milioni di dollari.

Domenico Letizia
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

0
Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

0
Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

0
Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Economia

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -