5.1 C
Rome
martedì, Gennaio 18, 2022
spot_imgspot_img

Senza il documento di valutazione dei rischi l’azienda chiude

Il chiarimento dell'Ispettorato nazionale del Lavoro

-

- Advertisment -

La mancata redazione del documento di valutazione dei rischi, o DVR, può comportare la chiusura di un’azienda: a precisarlo è stato di recente l’Ispettorato nazionale del Lavoro con la circolare n. 4/2021.

L’Ispettorato – anzitutto – precisa che il provvedimento di sospensione dell’attività produttiva o commerciale verrà adottato solo quando sarà constatata la mancata redazione del DVR, ossia del prospetto che racchiude rischi e misure di prevenzione per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro, un documento che ad oggi è obbligatorio per tutte le aziende con almeno un dipendente.

Diverso è il discorso in caso di temporanea mancata esibizione dello stesso documento, perché custodito in un altro luogo (ad esempio nella sede del consulente). In questo caso la chiusura viene fatta slittare fino alle 12.00 del giorno successivo, e l’azienda sarà salva se nel frattempo il datore di lavoro procurerà ed esibirà il DVR agli ispettori.

Dopo le novità del decreto Fiscale, inoltre, il provvedimento di sospensione va adottato in due ipotesi e produce effetti diversi:

– sospensione dell’attività interessata dalle violazioni;

– sospensione limitata all’attività dei lavoratori interessati alle violazioni: mancata formazione e addestramento; mancata fornitura di dispositivi di protezione individuale (Dpi) contro le cadute dall’alto.

Per quanto riguarda, in particolare, la mancata formazione ed addestramento del personale dipendente, l’Inl precisa che nell’ambito della valutazione dei rischi questa si verifica quando è prevista la partecipazione del lavoratore sia ai corsi di formazione e sia all’addestramento. Tali circostanze ricorrono, in particolare, nelle seguenti ipotesi:

– utilizzo attrezzatura da lavoro;

– utilizzo di DPI appartenenti alla III categoria e dispositivi di protezione dell’udito;

– sistemi di accesso e posizionamento mediante funi;

– lavoratori e preposti addetti al montaggio, smontaggio, trasformazione di ponteggi;

– formazione e addestramento sulla movimentazione manuale dei carichi.

Per la revoca è necessario infine attestare il completamento di formazione e addestramento.

spot_imgspot_img
Stefano Colombettihttps://www.studiolegalecolombetti.it/
Si occupa di diritto civile, penale ed amministrativo sia in ambito giudiziale avanti Giudice di Pace, Tribunale, Corte d’Appello, T.a.r., Consiglio di Stato e Corte di Cassazione, sia nella definizione stragiudiziale delle controversie. Collabora dal 2006 con il Prof. Avv. Ernesto Stajano del Foro di Roma. Ricopre numerosi incarichi con nomina del Tribunale di Milano e di Busto Arsizio quale Delegato alla vendita di immobili sottoposti ad esecuzione, immobili all'asta e quale Amministratore di Sostegno e Tutore; è stato altresì nominato Corrispondente Culturale della Mediterranean Academy of Culture, Tourism and Trade (MACTT), ONG di diritto Maltese ed è fondatore di un Club Rotary in Milano.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

Sustainability Partnerships: il bando per le Pmi

È aperto il bando “Sustainability Partnerships for SMEs adopting more sustainable practices”, promosso dall'Agenzia esecutiva del Consiglio europeo dell'innovazione e delle PMI (EISMEA) nell'ambito...

La Brexit fa sul serio: via alla burocrazia di frontiera

0
Dal 1° gennaio 2022 la Brexit sta facendo sul serio con l'entrata in vigore del vero apparato burocratico di frontiera da parte del Regno...

Imprese del Sud: il nuovo catalogo servizi per le aziende

Il team di Imprese del Sud è entusiasta di lanciare l'ultimo aggiornamento al catalogo servizi, dedicato al miglioramento della visibilità

Regione Umbria: pubblicato il bando Travel

0
E’ stato pubblicato nel BUR della Regione Umbria il bando TRAVEL, la nuova misura dedicata all’internazionalizzazione delle micro e piccole medie imprese del territorio....

Operazioni transfrontaliere: riviste le regole per la trasmissione dati

0
L’Agenzia delle entrate si allinea alle disposizioni normative attualmente in vigore sulle operazioni transfrontaliere e conferma, a partire dal 1° Luglio 2022, le nuove...
spot_img

Economia

Sustainability Partnerships: il bando per le Pmi

È aperto il bando “Sustainability Partnerships for SMEs adopting more sustainable practices”, promosso dall'Agenzia esecutiva del Consiglio europeo dell'innovazione...

Regione Umbria: pubblicato il bando Travel

E’ stato pubblicato nel BUR della Regione Umbria il bando TRAVEL, la nuova misura dedicata all’internazionalizzazione delle micro e...

Digital Europe: il bando su capacità digitali e interoperabilità

È stata pubblicata la nuova call for proposals del programma Digital Europe, intitolata "Accelerating best use of technologies", con...

Fondo impresa femminile: in arrivo il nuovo bando

Il Fondo a sostegno dell'impresa femminile è stato istituito dall’articolo 1, comma 97, della legge 30 dicembre 2020, n....
- Advertisement -spot_img