7 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023
spot_imgspot_img

Qatar minaccia l’Europa. Crisi energetica se le indagini vanno avanti.

Il Qatar reputa la decisione dell'Europa di sospendere i pass ai propri diplomatici, un atto inopportuno e minaccia ritorsioni economiche.

-

- Advertisment -

La decisione dell’Unione Europea di avviare un’indagine sull’affare noto come Qatargate e di sospendere i rapporti con il regno del Qatar potrebbe avere un impatto negativo sui colloqui in materia di energia.

Lo scorso giovedì, il Parlamento europeo, ha chiesto con urgenza che “i titoli di accesso dei rappresentanti degli interessi del Qatar siano sospesi fino a quando le indagini giudiziarie non forniranno informazioni e chiarimenti pertinenti”.

Secondo un diplomatico qatarino della missione nella UE, questa decisione del Parlamento europeo “influirà negativamente sulla cooperazione in materia di sicurezza regionale e globale, nonché sulle discussioni in corso sulla crisi energetica globale e sulla sicurezza”, aggiungendo che il Qatar è “un importante fornitore di gas naturale liquefatto per il Belgio”.

Il Qatar è stato visto come una possibile fonte di gas naturale liquefatto (Gnl) per l’Europa, con Germania, Francia, Belgio e Italia che hanno avviato trattative per l’acquisto a lungo termine di Gnl.

Tuttavia, le recenti dichiarazioni da Doha hanno intensificato lo scandalo di corruzione, che potrebbe portare a una escalation con conseguenze diplomatiche e economiche.

La settimana scorsa, il Parlamento europeo ha votato a favore della sospensione dei pass di sicurezza per i rappresentanti qatarini, mentre la polizia belga ha arrestato due membri dell’UE e altre persone legate al Parlamento europeo sospettate di aver accettato centinaia di migliaia di euro da funzionari qatarini per influenzare le decisioni del Parlamento.

Il Qatar ha avvertito che la decisione dell’Unione Europea di avviare un’indagine sulla cosiddetta Qatargate e di sospendere i rapporti con il regno del Golfo Persico potrebbe avere un impatto negativo sui negoziati in materia di energia.

Il Qatar replica alle accuse europee

In una nota diffusa dalla missione del Qatar presso l’UE, si afferma che tale decisione influirà negativamente sulla cooperazione in materia di sicurezza regionale e globale, nonché sulle discussioni in corso sulla crisi energetica globale e sulla sicurezza.

La nota sottolinea inoltre come il paese qatarino sia un importante fornitore di gas naturale liquefatto per il Belgio.

Tuttavia, le recenti dichiarazioni da Doha hanno intensificato lo scandalo di corruzione, che potrebbe portare a una escalation con conseguenze diplomatiche e economiche.

La settimana scorsa, il Parlamento europeo ha votato a favore della sospensione dei pass di sicurezza per i rappresentanti qatarini, mentre la polizia belga ha arrestato due membri dell’UE e altre persone legate al Parlamento europeo sospettate di aver accettato centinaia di migliaia di euro da funzionari del Qatar per influenzare le decisioni del Parlamento.

Il Qatar ha smentito di essere coinvolto nello scandalo di corruzione e ha attribuito la decisione del Parlamento di sospendere la legislazione che coinvolge il Paese e di escludere i funzionari del Qatar dalle sue sedi a “pregiudizi precostituiti”.

Nella nota si afferma che “il Qatar non è stata l’unica parte menzionata nelle indagini, tuttavia il nostro Paese è stato l’unico a essere criticato e attaccato”.

Si sottolinea inoltre che “è profondamente deludente che il governo belga non abbia fatto alcuno sforzo per impegnarsi con il nostro governo per stabilire i fatti una volta venuti a conoscenza delle accuse”.

Il Qatar ha esportato gas naturale super-refrigerato in forma liquida verso Cina, Corea del Sud, Giappone e altri consumatori asiatici attraverso contratti a lungo termine, diventando così uno dei principali esportatori di gas.

Il mese scorso, lo stato medio orientale ha accettato di inviare alla Germania due milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto all’anno per almeno 15 anni, a partire dal 2026, in un accordo con la major energetica statunitense ConocoPhillips.

Le autorità qatarine hanno affermato che il Paese ha forti e durature relazioni con molti paesi dell’Unione Europea e hanno espresso gratitudine a coloro che hanno dimostrato il loro impegno in queste relazioni durante l’attuale ondata di attacchi contro il Qatar.

Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img