18.7 C
Rome
giovedì, Dicembre 8, 2022
spot_imgspot_img

Perdite del 2020 sospese per cinque anni

Boccata d'ossigeno grazie a un emendamento alla Legge di Bilancio

-

- Advertisment -

Una misura inserita nella Legge di Bilancio 2021 punta a scongiurare la probabile ondata di fallimenti dovuti alle perdite che sono state registrate dalle aziende nel corso dell’anno 2020.

Secondo il provvedimento, le perdite che le società di capitali hanno realizzato nell’esercizio in corso al 31 dicembre 2020 potranno essere coperte con l’approvazione del bilancio 2025. Anziché imporre la ricapitalizzazione o la liquidazione, la misura consente dunque alle aziende di ripianare le perdite nei prossimi cinque anni.

A poter beneficiare della norma sono anche le società con esercizio a cavallo d’anno, con il richiamo alle “perdite maturate nel periodo in corso al 31/12/2020”, ad esempio in riferimento a un esercizio di bilancio che va dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021: queste potranno usufruire della sospensione anche in riferimento alle eventuali perdite maturate nella prima parte del nuovo anno appena iniziato.

Con l’emendamento che ha avuto come primi firmatari i deputati Camillo D’Alessandro (Italia Viva) e Gianni Dal Moro (Partito Democratico) le imprese vengono così salvate dal destino beffardo di una liquidazione automatica a causa di passività per le quali, in una situazione di crisi ancora in corso, non avrebbero la forza di destinare risorse al salvataggio, almeno nell’immediato. Potranno invece ripianare tutto tra ben cinque esercizi, in una situazione si spera del tutto superata.

Le perdite oggetto di sospensione dell’obbligo “ricapitalizza o liquida” dovranno essere indicate separatamente nella nota integrativa in specifici prospetti che riportino le movimentazioni intervenute, in modo tale da tenere distinte eventuali perdite future, registrate nell’arco dei prossimi cinque anni, che non possono godere di questa agevolazione.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

Titolari effettivi Anac Appalti pubblici Imprese del Sud

Titolari effettivi. Negli appalti pubblici più trasparenza.

L'Anac, definisce le procedure per le Stazioni appaltanti, al fine di individuare i titolari effettivi dei partecipanti alle gare pubbliche.
Parlamento tedesco vota per ratifica CETA

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.
Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
spot_img

Economia

Titolari effettivi. Negli appalti pubblici più trasparenza.

L'Anac, definisce le procedure per le Stazioni appaltanti, al fine di individuare i titolari effettivi dei partecipanti alle gare pubbliche.

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...
- Advertisement -spot_img