14.4 C
Rome
martedì, Dicembre 6, 2022
spot_imgspot_img

L’Italia verso il suo primo regolamento Blockchain

-

- Advertisment -

Pochi giorni fa l’ottava Commissione del Senato italiano (Affari Costituzionali e Lavori Pubblici) ha approvato un emendamento sulla tecnologia blockchain, che rappresenta ad oggi l’unica vera novità legislativa di settore per il paese.

L’emendamento mira a definire correttamente i termini oggi utilizzati nelle tecnologie basate su registri distribuiti e smart contract, oltre a far luce sul loro status legale. L’emendamento afferma inoltre che i documenti digitali basati su blockchain possono essere validati al momento della registrazione.

Ora che l’emendamento è stato approvato, ha ancora bisogno di una revisione [VIDEO] da parte della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Una volta ottenuta questa approvazione, la modifica sarà legalmente vincolante e la blockchain potrà essere utilizzata per la convalida di vari documenti.

L’efficienza della blockchain significa anche che il timestamp dei documenti ufficiali sarà più facile e fatto con pochi errori.

Italia: indietro nel settore della Blockchain

È interessante notare che mentre molti altri paesi europei come Malta, Francia, Danimarca e l’ Estonia hanno fatto progressi significativi nell’accogliere l’industria della blockchain, l’Italia sembra essere un po’ indietro nel settore, essendo questo il primo atto legislativo ufficiale riguardante la blockchain nel paese.

Tuttavia, questo nuovo sviluppo non è una sorpresa visto che l’Italia sta lentamente entrando [VIDEO], negli ultimi mesi, nel mondo dei blockchain . Nel dicembre scorso, l’Italia si è unita ad altri paesi dell’Unione Europea per rilasciare una dichiarazione ordinale che richiede assistenza nella promozione della tecnologia blockchain.

L’iniziativa fu avviata da Malta (popolarmente chiamata “The Blockchain Island”) e fu sostenuta dall’Italia, insieme a Francia, Cipro, Portogallo, Spagna e Grecia. Il documento ha toccato i vantaggi della tecnologia blockchain, definendolo un “game changer”.

Nasce ‘Italia4Blockchain’, la prima associazione di categoria italiana sulla blockchain

La conferma che ci sia un fermento in Italia sul tema della blockchain anche nel settore privato è la nascita della prima associazione italiana sulla Blockchain. infatti sarà presentata a Milano, il prossimo 31 gennaio, Italia4Blockchain, la prima associazione di categoria dedicata interamente alla tecnologia blockchain. L’obiettivo dei soci fondatori è quello di riunire in un’unica associazione tutte le realtà ed i professionisti operanti ed interessate allo studio, alla diffusione ed alla conoscenza della Blockchain in Italia,

L’obbiettivo principale dell’associazione di diffondere la tecnologia sul territorio, sia come base di sviluppo del Paese sia come riferimento primario per istituzioni Italiane ed Europee.

Tra gli altri obiettivi dell’Associazione quelli di:

  • Creare una rete professionisti e aziende incoraggiando l’incontro e il confronto.
  • Diffondere la conoscenza della nuova tecnologia tramite convegni, incontri e corsi.
  • Stimolare il dialogo tra istituzioni e imprese per agevolare la nascita di sinergie produttive.

Ultime news

Titolari effettivi Anac Appalti pubblici Imprese del Sud

Titolari effettivi. Negli appalti pubblici più trasparenza.

L'Anac, definisce le procedure per le Stazioni appaltanti, al fine di individuare i titolari effettivi dei partecipanti alle gare pubbliche.
Parlamento tedesco vota per ratifica CETA

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.
Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
spot_img

Economia

Titolari effettivi. Negli appalti pubblici più trasparenza.

L'Anac, definisce le procedure per le Stazioni appaltanti, al fine di individuare i titolari effettivi dei partecipanti alle gare pubbliche.

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...
- Advertisement -spot_img