23.4 C
Rome
domenica, Agosto 1, 2021
spot_imgspot_img

L’impegno del Canada per le imprese indigene negli accordi commerciali

Un approccio di conoscenza degli accordi inedito e poco conosciuto

-

- Advertisment -

Il Canada sta promuovendo attivamente programmi e politiche per migliorare la capacità delle popolazioni e delle imprese indigene di beneficiare delle opportunità create dal commercio e dagli investimenti internazionali.

Gli interessi delle popolazioni indigene e delle imprese di proprietà indigena, vengono perseguiti in numerose aree, tra cui quelle dei servizi, degli investimenti, dell’ambiente, degli appalti pubblici e delle imprese di proprietà statale.

Il Paese sta cercando, in particolare, di favorire l’accesso e la partecipazione delle popolazioni indigene alle opportunità commerciali e di investimento offerte dagli accordi di libero scambio in vigore con altri Paesi del mondo prevedendo, negli stessi accordi, dei capitoli specifici per salvaguardare e tutelare diritti dei nativi canadesi. Un capitolo che merita particolare attenzione, a tal proposito, è quello denominato IGE (Indigenous general exception) incluso nell’accordo UMSCA tra Canada e Stati Uniti.

Per la prima volta negli accordi di libero scambio canadesi, questo capitolo fornisce una maggiore certezza che il governo del Canada possa adottare o mantenere le misure necessarie per adempiere ai suoi obblighi legali nei confronti delle popolazioni indigene, compresi i diritti aborigeni riconosciuti e affermati dalla sezione 35 del Constitution Act del 1982, e i diritti sanciti negli accordi di autogoverno. A tal proposito il Canada si è impegnato a stretto contatto con le popolazioni indigene, le organizzazioni indigene e le associazioni imprenditoriali attraverso il gruppo di lavoro indigeno (IWG) incentrato sul commercio di Global Affairs Canada per lo sviluppo dell’IGE.

Nel dialogo impostato tra le parti, è stato convenuto di:

  • riconoscere l’importanza di migliorare la capacità delle popolazioni indigene e delle imprese indigene di beneficiare delle opportunità create dal commercio e dagli investimenti internazionali
  • riaffermare una serie di importanti strumenti internazionali esistenti specifici per le popolazioni indigene, come la Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti dei popoli indigeni
  • riconoscere l’importante ruolo dell’ambiente nel benessere economico, sociale e culturale dei popoli indigeni e l’importanza di rispettare, preservare e mantenere le conoscenze e le pratiche dei popoli indigeni che contribuiscono alla conservazione dell’ambiente
  • facilitare le attività di cooperazione tra le parti, compresa la condivisione delle informazioni e la creazione di un sito web dedicato per tenere aggiornati gli imprenditori indigeni
  • stabilire un meccanismo nell’ambito dell’accordo per determinare e facilitare le attività di cooperazione tra le Parti per sostenere gli interessi e gli obiettivi delle popolazioni indigene legati al commercio
  • impegnarsi con le popolazioni indigene a concordare le priorità della politica commerciale
spot_imgspot_img
- Media partner -Media partner

Ultime news

L’appello di UNCI Agroalimentare: “Salviamo la pesca a strascico”

I danni ambientali, il depauperamento delle acque, le compromissioni degli habitat marini, l’alterazione delle biodiversità e lo sfruttamento degli stock ittici hanno un colpevole:...

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

0
È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo di fornire finanziamenti iniziali per...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

0
La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

Illegittimo il recupero non fondato su gravi incongruenze

0
Risulta illegittimo un recupero fiscale che non sia fondato su gravi incongruenze, le quali devono considerare la storia del contribuente e l'andamento del mercato...

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

0
L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.
spot_img

Economia

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.

Appalti pubblici: l’UE invita alla rivoluzione

La Commissione europea ha proposto un documento di orientamento che illustra gli aspetti che gli acquirenti pubblici dovrebbero conoscere...
- Advertisement -spot_img