17.8 C
Roma
lunedì, 26 Ottobre 2020

La Repubblica di San Marino contro le fake news

-

- Advertisment -

Importanti novità provengono dalla Repubblica di San Marino in tema di corretta informazione, diritto alla conoscenza e per la promozione di una comunicazione democratica, partecipata e trasparente.

Nel maggio 2018, il Paese ha organizzato la Conferenza di Alto Livello sui pericoli della disinformazione, svoltasi presso il Teatro Titano, organizzata dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri insieme alla Segreteria di Stato con delega all’Informazione. Media partner dell’evento è stato “San Marino Rtv“.

L’evento ha registrato un’ampia convergenza di pensiero, sottolineando la bontà di un format concepito e realizzato allo scopo di focalizzare l’attenzione su un tema, quello delle fake news, quanto mai attuale e pervasivo, con lo scopo di individuare le più utili traiettorie da perseguire.

A tal riguardo, nel suo intervento di apertura il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Nicola Renzi, ha richiamato il valore di un incontro strategico per il cammino di verità che San Marino intende intraprendere “in questa direzione, è impegnata a divenire un vero e proprio Osservatorio di studio e di ricerca scientifica su un fenomeno pericoloso e deleterio per la democrazia e la libertà”.

Una sfida importante quella lanciata dalla Repubblica di San Marino che intende aprire le proprie porte alla ricerca internazionale in tema di informazione e comunicazione, opportunità di collaborazione che riguardano soprattutto l’Italia e i giornalisti italiani.

La Conferenza ha favorito uno stretto e proficuo collegamento tra la Repubblica di San Marino e le principali Organizzazioni Internazionali, Nazioni Unite in primis, al fianco del Consiglio d’Europa e dell’OSCE, le quali tutte, attraverso le relazioni di qualificati alti rappresentanti istituzionali, hanno condiviso il progetto sammarinese, offrendo ampia disponibilità a collaborare per promuovere l’azione di San Marino a livello multilaterale.

Il tema delle fake news interessa anche il mondo imprenditoriale e le realtà aziendale attente ai mercati internazionali.

Negli ultimi tempi Confindustria Piemonte ha lanciato una campagna contro le fake news legate alla realizzazione della Torino – Lione. Protagonisti sono in prima persona gli imprenditori piemontesi, scesi in campo per fare chiarezza su un tema dominato dalle fake news.

Obiettivo isolare e smascherare le notizie false sulla Tav perché il navigatore del web abbia la possibilità di informarsi in modo corretto.

Una tematica centrale anche per le imprese.

San Marino ha sollecitato l’istituzione in Repubblica di un presidio a tutela dei cittadini contro i rischi della disinformazione, richiamando l’identità statuale e le particolari connotazioni di un Paese che tutela i diritti e le libertà fondamentali, tra i quali l’informazione assume un’indubbia centralità. 

Anche l’Italia dovrebbe rispondere con fermezza alla problematica.

Domenico Letizia
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

0
Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

L’innovazione di Israele e i droni per il Mediterraneo

0
Le operazioni di controllo avverranno con dei droni nel Mediterraneo, dopo i primi test positivi effettuati sull'isola greca di Creta.

Bandi per l’impresa: “Quando il Click Day è anticostituzionale”

0
L'intervento di Dhebora Mirabelli, Presidente di Confapi Sicilia: "Questo tipo di bandi umiliano gli imprenditori che non riescono in 7 secondi a presentare l’istruttoria. Servono regole eque e meritocratiche”.

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

0
Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

0
Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Economia

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -