Eventi Professioni

La Mostra Internazionale del Gelato di Longarone

Domenico Letizia
Scritto da Domenico Letizia

La tradizione del gelato e la valorizzazione del territorio legato alla montagna. La promozione di abitudini, consumi e tematiche legate alla sostenibilità e allo sviluppo economico.

Si è svolta, presso la sede dell’Associazione Stampa Estera, la Conferenza stampa di presentazione della 60° edizione della Mostra Internazionale Del Gelato – MIG di Longarone. Longarone è un comune italiano di quasi 6000 abitanti della provincia di Belluno in Veneto al centro dell’attenzione internazionale per la cultura e la storia del gelato.

La MIG di Longarone rappresenta un patrimonio culturale prima che ancora che economico: è un esempio di civiltà del lavoro di una terra che ha alle spalle una lunga tradizione di gelatieri. Fare la storia della Mostra del Gelato è ricostruire un pezzo importante della vita delle valli dell’Alto Bellunese. Da queste valli sono partiti, per recarsi in moltissime zone del nostro mondo, numerosi gelatieri che hanno fatto scuola, imponendosi per bravura e intraprendenza e contribuendo ulteriormente a diffondere l’eccellenza del Made in Italy.

Quattro giorni con protagonista il “dolce freddo”, eccellenza italiana nel mondo e biglietto da visita delle valli dolomitiche, da dove nella metà dell’800 i maestri gelatieri emigrarono all’estero, soprattutto in Austria e poi in Germania, esportando così anche un’eccellenza italiana conosciuta ormai a livello internazionale. La MIG, fondata il 6 dicembre 1959, fa di Longarone la capitale del gelato richiamando gelatieri, imprenditori e operatori del settore dall’Italia e da tutto il mondo, consacrandosi da 60 anni come luogo di incontro e innovazione per il mercato del settore.

Alla conferenza stampa hanno partecipato Gian Angelo Bellati, Presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Roberto Padrin, Presidente della Provincia di Belluno, Filippo Bano, Presidente di Artglace (la Confederazione delle Associazioni di gelatieri operanti in Europa: Olanda, Belgio, Francia, Spagna, Germania, Austria e Italia) e Dario Olivier, Presidente di Uniteis ( Unione dei Gelatieri operanti in Germania e rappresentante di categoria in Confartigianato tedesco).

Vorrei ricordare che in occasione della 60 edizione della Mostra del gelato abbiamo organizzato il campionato mondiale di scii e gelatieri che mette al centro turismo e gastronomia del nostro territorio. La nostra fiera è, in Italia, la fiera della montagna e ci occupiamo di aspetti specifici che caratterizzano il nostro territorio. Il primo dicembre avremo 200 espositori che arrivano da 14 paesi europei e sono previsti 43 buyers da tutto il mondo, compresi delegati dagli Usa e della Cina. Copriremo con la nostra fiera tutto il mondo del gelato, dai corsi di formazione all’artigianalità del prodotto, fino alle macchine agricole. Grazie alla nostra fiera, il Parlamento Europeo ha istituito la giornata internazionale del gelato che si celebra soprattutto nei paesi settentrionali del nostro continente. La data stabilita è Il 24 marzo. Ricordiamo che il gelato è un prodotto artigianale italiano per eccellenza e rappresenta una nostra visione all’estero. Ci sono interessanti novità per le soluzioni tecnologiche del settore e ci sono ricchi premi per tutti coloro che parteciperanno alla competizione che si svolge durante la nostra edizione. Concludo ricordando anche che quando si parla delle Dolomiti, ma anche delle montagne in generale, si pensa subito alle problematiche logistiche. Il nostro territorio è ricco di autostrade e si può raggiungere facilmente, una location vicina agli aeroporti di Vicenza e Treviso“, ha dichiarato Gian Angelo Bellati, Presidente di Longarone Fiere Dolomiti.

Sempre durante i lavori, Filippo Bano, Presidente di Artglace ha dichiarato:

L’obiettivo nostro è quello di promuovere il gelato artigianale nei paesi dell’Unione Europea, far conoscere al consumatore che esistono due tipi di prodotto: quello artigianale e quello industriale. Nel 2012 siamo riusciti ad ottenere il certificato come prodotto artigianale a cui il Parlamento Europeo ha dedicato una giornata. Ogni nazione a rotazione propone il gusto e quest’anno, essendo il turno dell’Italia, abbiamo proposto una nostra novità: il tiramisù. L’anno prossimo l’Olanda ha proposto lo yogurt variegato alla fragola, una nuova proposta nel panorama delle nostre eccellenze. Longarone rappresenta il salotto buono del gelato artigianale e quest’anno trasferiremo la nostra sede ufficiale, di Artglace, da Parigi a Longarone. Ci sono molte lobby a livello europeo che contrastano la nostra azione ma con un po di pazienza stiamo lottando per avere una certificazione seria ove si possa distinguere concretamente la differenza tra gelato artigianale e gelato industriale“. 

Noi non abbiamo inventato il gelato, però lo abbiamo portato nel mondo” ha sottolineato Dario Olivier, presentando i due francobolli speciali ideati per l’occasione, quello dei 60 anni della Mig e quello dei 50 anni della Unione dei Gelatieri in Germania (Uniteis). “Il gelato – continua – ha svolto un’importante funzione sociale di scambio tra Italia e Germania perché ha permesso da un lato l’ambientamento dei nostri maestri gelatieri emigrati e dall’altro ha creato un ponte di collegamento anche per i tedeschi che hanno imparato a conoscere, visitare e apprezzare le straordinarie bellezze del nostro territorio”.

Particolarmente importante è stato l’intervento di Roberto Padrin, Presidente della Provincia di Belluno, che ha sottolineato l’importanza dell’economia della montagna, l’essenzialità della valorizzazione del territorio legato alla montagna e la promozione di abitudini, consumi e tematiche legate alla sostenibilità e allo sviluppo economico. Longarone è riuscita, grazie alla buona amministrazione, ad affermarsi come patria del gelato e del turismo di montagna.

In tali territori è iniziata “a partire dalla metà dell’800, l’emigrazione dei tanti gelatai che hanno esportato l’arte del dolce freddo, simbolo del Made in Italy, nel mondo. Noi rappresentiamo attualmente il Polo fieristico della montagna“, ha ricordato Padrin.

Anche la logistica della zona è importante e partecipa a rendere viva l’economia locale. Gli eventi organizzati da Longarone Fiere registrano oltre 40 giornate annuali di apertura dei padiglioni espositivi, con la partecipazione in esposizione di oltre 1500 aziende e quasi 200.000 visitatori dall’Italia e dall’estero.

info autore

Domenico Letizia

Domenico Letizia

Pubblicista presso il quotidiano nazionale L’Opinione, analista economico e geopolitico. Speaker radiofonico per i microfoni di "RadioAtene". Ha svolto analisi di mercato in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Moldava(CCIM) e con l’ Associazione di Studio, Ricerca ed Internazionalizzazione in Eurasia ed Africa. Ricercatore, pubblicista e social media manager del progetto del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Iscritto all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti della Campania dal gennaio 2019. Già Social Media Manager e Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.