7.7 C
Rome
venerdì, Marzo 1, 2024
spot_imgspot_img

La strategia di Malta per nuove sinergie con l’Africa

La Commissione economica per l'Africa delle Nazioni Unite stima che la cooperazione economica nella regione aumenterà del 52% entro il 2022.

-

- Advertisment -

Negli ultimi mesi, l’Unione europea ha intrapreso un importante processo volto a promuovere un deciso impegno e una influente collaborazione con l’Unione africana, al fine di gettare le basi per un nuovo partenariato globale tra l’Europa e l’Africa e sostenere la crescita economica, creare posti di lavoro innovativi, migliorare i processi di sicurezza internazionale nel Mediterraneo e ridurre le migrazioni non regolari. Il dialogo resta l’elemento centrale di tale approccio e l’isola di Malta svolge un ruolo da protagonista, come spiegato dal sottosegretario maltese ai Fondi UE, Stefan Zrinzo Azzopardi, in un recente articolo pubblicato dal quotidiano Times of Malta.

Azzopardi, richiamando le parole del presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha spiegato che l’Unione europea sta lavorando ad una strategia per rafforzare la sinergia con l’Africa, non per l’Africa, e tale approccio è alla base della strategia di Malta, lanciata dalle istituzioni dell’isola nel corso degli ultimi mesi.

La strategia di Malta posiziona gli elementi di forza del commercio, della solidarietà e del partenariato come base per le future relazioni di Malta con il continente africano. L’Africa non chiede semplici aiuti ma la creazione di una vera ricchezza: vale a dire commercio, sviluppo e crescita. Questo richiede un rafforzamento dei contatti tra le imprese, della condivisione di conoscenze e competenze e degli investimenti in entrambe le direzioni, a partire dallo sviluppo di una rete di collegamento ben definita. Già nel 2020 il ministero della Promozione Commerciale ha guidato delegazioni commerciali in Ghana, Etiopia e Costa d’Avorio, oltre che in una prima visita esplorativa in Ruanda e ha visto svolgersi la prima Missione diplomatica maltese in Ghana. Inoltre, Malta sta lavorando con la Libia su diversi progetti, guadagnandosi la fiducia di entrambe le fazioni grazie alla sua neutralità e alla sua storia, come riferito dalle numerose note stampa del ministro Bartolo.

Il Ministero degli Esteri maltese ha sempre ribadito e sostenuto l’idea di unità per il popolo libico attraverso il dialogo politico, che può generare un impatto positivo sulla Libia, su Malta e sull’intera regione. “Malta farà la sua parte nel garantire il successo del processo politico guidato dalle Nazioni Unite ascoltando le richieste di tutti i partiti libici in modo che possa riflettere le loro visioni negli incontri dell’Unione Europea”, aveva dichiarato Evarist Bartolo.

La urgente sfida che attanaglia il continente africano è la pandemia sanitaria e la conseguente devastazione per l’economia del continente. Mentre l’Africa sta affrontando le sfide mediche e sanitarie l’impatto sull’economia africana sta registrando enormi perdite. La Banca Mondiale prevede che l’economia di Nigeria e Sudafrica, due delle più grandi economie africane, si ridurranno a causa della pandemia sanitaria con importanti effetti per i posti di lavoro e per i mezzi di sussistenza. Malta si sta preparando a svolgere un ruolo ancora più importante nello sviluppo e nell’attività di rafforzamento delle capacità economiche e di cooperazione internazionale in tutta l’Africa. L’isola è consapevole delle enormi potenzialità del continente africano e il governo maltese sta innescando ulteriormente le potenzialità di collaborazione attraverso l’istituzione di missioni diplomatiche nell’Africa Orientale ed Occidentale e consolidando il legame con l’Unione Africana che gioca sempre più un ruolo importante per lo sviluppo delle relazione con l’Europa.

L’Africa si avvia ad assumere un un ruolo guida nel proprio futuro attraverso il lancio dell’Accordo commerciale africano continentale (AfCTA). L’accordo è stato sviluppato dai protagonisti dell’Unione Africana attraverso la rimozione delle tariffe commerciali all’interno dell’Africa e sul 90% delle merci, consentendo il libero accesso a materie prime, beni e servizi. La Commissione economica per l’Africa delle Nazioni Unite stima che tale accordo commerciale aumenterà la cooperazione economica regionale del 52% entro il 2022. L’impegno di Malta con l’Africa è stato tempestivo e il futuro commerciale nel Mediterraneo sarà il frutto anche della sinergia e della diplomazia che l’Isola è riuscita ad innescare nel continente africano.

Euromed International Trade, in partnership con l’agenzia Malta Business e la rete Anima Investment Network, propone alla imprese italiane un pacchetto completo di servizi integrati per l’internazionalizzazione e l’export nel Mediterraneo negli emergenti mercati africani.


Widget not in any sidebars
Domenico Letizia
Domenico Letizia
Giornalista.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

EIC Accelerator 2024 - Imprese del Sud

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e...

0
EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.
Fiscalità internazionale controllate estere - Imprese del sud

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.
Bandi Prima 2024 - Imprese del Sud

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

0
I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo
Europa Digitale - Abilità digitali - Imprese del Sud

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

0
Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
Erasmus+ bando 2024 politiche europee - Imprese del Sud

Erasmus+: bando 2024 per sperimentazioni di politiche europee

0
Istruzione digitale, istruzione e formazione professionali, istruzione degli adulti, istruzione scolastica, micro-credenziali, istruzione superiore, saranno i topic al centro del bando Erasmus+ con scadenza 4 Giugno 2024.
spot_img

Economia

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e piccole e medie imprese

EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
- Advertisement -spot_img