20 C
Rome
martedì, Settembre 28, 2021
spot_imgspot_img

In arrivo altri due miliardi per l’export delle Pmi

Confermata la riapertura delle domande a partire dal 28 Ottobre 2021

-

- Advertisment -

Grazie a due miliardi di euro messi a disposizione dall’Unione Europea, il governo italiano è pronto a incrementare le risorse finalizzate a sostenere l’internazionalizzazione delle Pmi, agendo sui servizi offerti dal Fondo di cui alla legge n. 394/1981 gestito da Simest.

L’obiettivo, dichiarato nel Piano nazionale di rilancio e resilienza, è agevolare la penetrazione e lo sviluppo delle imprese italiane nei mercati esteri.

Il “Comitato agevolazioni per l’amministrazione del Fondo 394/81” in data 27 luglio 2021 ha deliberato la riapertura, a decorrere dalle ore 9.30 del 28 ottobre 2021, delle attività di ricezione di nuove domande di finanziamento e del relativo cofinanziamento a fondo perduto. Le domande dovranno essere presentate entro le ore 18,00 del giorno 3 dicembre 2021, salva eventuale chiusura anticipata del Fondo 394 per esaurimento delle risorse.

Pertanto le aziende interessate, possono contattare da subito il team di Euromed International Trade per iniziare a verificare, valutare e predisporre le progettualità per le quali chiedere un contribuito.

In particolare, Euromed offre supporto per lo sviluppo dei seguenti progetti:

  • partecipazione a fiere internazionali (comprese quelle che si svolgono in Italia), mostre e missioni di sistema anche in paesi Ue;
  • inserimento in mercati esteri compresi quelli appartenenti alla Ue;
  • inserimento di Temporary Export Manager
  • programmi di E-commerce

Tutte le misure, tranne quella relativa alla patrimonializzazione prevedono:

– una quota del 25% a fondo perduto (scenderà al 10% nel 2022);

– un finanziamento a tasso agevolato (il tasso per il mese di luglio è 0,055%);

non vengono richieste garanzie per le domande presentate entro il 31 dicembre 2021.

Lo strumento patrimonializzazione delle pmi e delle imprese a media capitalizzazione presenta invece le seguenti caratteristiche:

– le imprese non devono necessariamente effettuare investimenti per ottenere gli aiuti;

– l’agevolazione è pari al 100% del tasso d’interesse;

– non sono richieste garanzie.

Tali imprese devono aver realizzato un fatturato export medio degli ultimi due anni pari almeno al 20% del totale oppure pari al 35% del fatturato totale realizzato nell’esercizio precedente a quello di presentazione della domanda.

Cosa aspetti? Non perdere l’occasione di accedere ai finanziamenti per entrare in nuovi mercati con il supporto di Euromed International Trade. Per richiedere informazioni o una prima consulenza compila il seguente form.

spot_imgspot_img
Caterina Passariello
Direttore della Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade di Malta. Consulente aziendale e project manager con specializzazione nei processi di internazionalizzazione delle aziende collabora con la rete Malta Business. Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, con una Tesi su come cambia il tracciamento della filiera con Blockchain, con particolare attenzione alla Filiera Agroalimentare. Interessato a internazionalizzazione, blockchain, dlt, smart contract.
- Media partner -Media partner

Ultime news

DigiCirc: il bando per l’innovazione nell’economia circolare

0
È aperto un nuovo bando del progetto DigiCirc, finanziato dal programma Horizon 2020, che selezionerà almeno 15 consorzi di PMI e startup sviluppatrici di...

Grano duro: prezzi alle stelle dopo il caldo record

0
E' giunta al termine un'estate calda, anche sul fronte dei prezzi del grano duro, in quanto caratterizzata dal rischio costante di una fiammata dei...

Ismea diventa banca dell’agroalimentare

0
È stato lanciato in occasione del Macfrut di Rimini il nuovo strumento finanziario messo a punto dall'Ismea, l'istituto vigilato dal dicastero delle politiche agricole,...

Idrogeno verde: investimenti in Scandinavia, Cina e Australia

0
L'idrogeno verde continua a farsi strada, con notizie di progetti e investimenti massicci che arrivano un po' da tutto il mondo. Ecco alcune delle...

Formazione professionale e tecnologie 4.0: le nuove opportunità

Il tax credit per la formazione professionale è stato introdotto dal decreto Sostegni bis, convertito dalla legge e in vigore dal 25 luglio.
spot_img

Economia

DigiCirc: il bando per l’innovazione nell’economia circolare

È aperto un nuovo bando del progetto DigiCirc, finanziato dal programma Horizon 2020, che selezionerà almeno 15 consorzi di...

Grano duro: prezzi alle stelle dopo il caldo record

E' giunta al termine un'estate calda, anche sul fronte dei prezzi del grano duro, in quanto caratterizzata dal rischio...

Formazione professionale e tecnologie 4.0: le nuove opportunità

Il tax credit per la formazione professionale è stato introdotto dal decreto Sostegni bis, convertito dalla legge e in vigore dal 25 luglio.

Rinnovato il sostegno per le società cooperative

Il Governo italiano ha rinnovato di recente un apposito regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo...
- Advertisement -spot_img