18.5 C
Roma
sabato, 31 Ottobre 2020

Filiera del turismo: in arrivo bando per contributi

-

- Advertisment -

La Regione Toscana approva le linee guida del bando che concede contributi a fondo perduto a PMI, microimprese e professionisti appartenenti alla filiera del turismo. L’iniziativa si propone di favorire la ripresa dei flussi turistici e garantire la tenuta del sistema turistico.

Il bando prevede la concessione di sovvenzioni dirette ad alcune categorie di soggetti particolarmente danneggiati dall’emergenza sanitaria, che ha avuto pesanti ripercussioni nel business legato al turismo in generale e soprattutto ai congressi, convegni e fiere.

In particolare, si rivolge alle micro, piccole e medie imprese con sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale, appartenenti ai seguenti codici Ateco:

  • 1 – Attività delle agenzie di viaggio e dei tour operator;
  • 90.20 – Attività delle guide e degli accompagnatori turistici;
  • 19.92 – Attività delle guide alpine;
  • 32 – Trasporto con taxi, noleggio di autovetture con conducente;
  • 39.09 – Altri trasporti terrestri di passeggeri nca.

I contributi del bando possono essere concessi a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 1 maggio 2020 al 31 agosto 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 1 maggio 2019 al 31 agosto 2019.

L’aiuto consiste quindi in un contributo a fondo perduto,  a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 1 maggio 2020 al 31 agosto 2020, sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 1 maggio 2019 al 31 agosto 2019.

L’agevolazione è calcolata sulla riduzione di fatturato e di corrispettivi registrata, applicando le seguenti percentuali e nel rispetto delle seguenti soglie:

  • 20% per micro imprese e professionisti, con contributo minimo di 1.000 euro e massimo di 3.000 euro;
  • 15% per tutte le altre imprese, con contributo minimo di 2.000 euro e massimo di 4.000 euro.

Al fine di anticipare l’attuazione delle misura, si utilizzeranno risorse regionali pari a 1 milione di euro, che potranno essere integrate con altri 5 milioni dopo l’approvazione della modifica al Programma operativo regionale (Por) del Fondio europeo per lo sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020 da parte della Commissione Europea.

La ripartizione delle risorse complessive sarà effettuata in questa percentuale :

  • 3 milioni di euro per le agenzie turistiche e le guide;
  • 2 milioni di euro per i tassisti, i NCC, noleggio bus turistici ed altre attività di trasporto terrestre.

Tutte le domande verranno valutate sulla base dei requisiti di ammissibilità previsti nelle linee guida approvate con delibera di giunta 467/2018 “Nuove linee guida per la redazione di un bando tipo per agevolazioni alle imprese”.

Considerata la dimensione finanziaria dell’intervento e l’assenza di un progetto di investimento, non sarà verificata la capacità economico-finanziaria.

- Advertisement -

Ultime news

ANGI approda in Svizzera: accordo con il gruppo Stelva

0
I giovani innovatori italiani lanciano una nuova collaborazione per diffondere la cultura dell'innovazione e la digitalizzazione

Il Blockchain Forum Italia torna in versione digitale

0
Particolare attenzione sarà rivolta al tema della formazione con la presenza dello sponsor MACTT

UK-Giappone: accordo commerciale per il post Brexit

0
A Tokyo la firma del nuovo trattato: inizia l'era commerciale post Brexit

DIDAYS, l’analisi: come le aziende preparano la ripartenza

0
Come sono cambiati i trend e le necessità delle imprese, quali misure sono utili per ripartire e quali insegnamenti sono utili per la ripartenza.

Campania e Puglia protagonisti nell’export dell’ortofrutta

0
Nel secondo trimestre 2020, mostrano una buona tenuta i distretti del Mezzogiorno che limitano le perdite di export sui mercati esteri al 5,7%.

Economia

Campania e Puglia protagonisti nell’export dell’ortofrutta

Nel secondo trimestre 2020, mostrano una buona tenuta i distretti del Mezzogiorno che limitano le perdite di export sui mercati esteri al 5,7%.

Brexit, Regno Unito e le politiche comunitarie sull’Iva

Da gennaio 2021, il governo del Regno Unito introdurrà un nuovo modello per il trattamento, la gestione e i pagamenti dell'Iva.

Export, il traino per la ripresa dell’Italia

E' in corso fino al 30 ottobre il primo convegno virtuale e gratuito su Export e Internazionalizzazione

I nuovi bandi per le imprese della Regione Umbria

Misure ad hoc per startup, innovazione, ricerca e sviluppo

Campania e Puglia protagonisti nell’export dell’ortofrutta

Nel secondo trimestre 2020, mostrano una buona tenuta i distretti del Mezzogiorno che limitano le perdite di export sui mercati esteri al 5,7%.

Brexit, Regno Unito e le politiche comunitarie sull’Iva

Da gennaio 2021, il governo del Regno Unito introdurrà un nuovo modello per il trattamento, la gestione e i pagamenti dell'Iva.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -