22 C
Rome
venerdì, Aprile 16, 2021
spot_imgspot_img

Canada, agroalimentare in crescita nonostante il Covid

Le esportazioni agricole del Canada sono state straordinariamente resistenti durante la crisi sanitaria causata dal coronavirus.

-

- Advertisment -spot_img

Nonostante sia spesso oggetto di critica infondata per le proprie politiche alimentari, il Canada conferma la sua forza sui mercati anche in questo settore. Le esportazioni agricole del Canada sono state straordinariamente resistenti durante la crisi sanitaria causata dal coronavirus. Anche in Canada, a causa del rapido declino delle attività economiche, le misure legislative intraprese dal governo e l’isolamento sociale hanno generato nuove sfide nel settore del turismo, della vendita al dettaglio e della ristorazione, cambiando la domanda e l’offerta dei prodotti agroalimentari.

Nonostante tali problematiche, le esportazioni agricole e alimentari in Canada sono consistenti e durevoli. Il paese soffre attualmente di mancanza di manodopera ma è riuscito lo stesso con l’avallo della tecnologia e dell’innovazione ad avere un importante bilancia nella promozione dell’export alimentare e un surplus economico in tale settore. Il commercio bilaterale tra Canada e Italia è considerevole e in crescita: nel 2017, l’export si è avvicinato ai 10,5 miliardi di dollari. Le esportazioni del Canada in Italia nel 2018 hanno raggiunto i 2,9 miliardi di dollari, con un aumento del 34% in un anno. “Il CETA offre enormi opportunità alle aziende canadesi di accedere ai mercati europei a condizioni preferenziali“, ha recentemente affermato Philip Turi, direttore alla strategia e all’innovazione di Export Development Canada. Tali considerazioni appaiono valide e importanti anche quando ci si affaccia sul settore agroalimentare.

Anche Federica Leonetti di Enterprise Europe Network condivide l’ottimismo commerciale e legato all’export sviscerato dai dati. “Il CETA rafforzerà sicuramente i legami tra Italia e Canada. È l’accordo commerciale più importante mai firmato perché liberalizza le tariffe, consente alle aziende canadesi di fare offerte su appalti pubblici europei, sostiene la mobilità dei lavoratori e fornisce un trattamento privilegiato agli investitori, oltre che garantire tutele nel settore agroalimentare“.

Ricordiamo che tra le principali esportazioni del Canada in Italia nel 2018 ritroviamo il comparto cerealicolo con un valore commerciale pari a 161 milioni di dollari canadesi.

Per gli imprenditori canadesi interessati all’Italia e allo scambio nel mondo agroalimentare le barriere linguistiche, le differenze culturali e le metodologie differenti da quelle utilizzate in Canada nello sviluppare network commerciali e fare affari possono essere sfide per le aziende canadesi che vogliono entrare nel mercato italiano. Lavorare con partner che hanno familiarità con le condizioni locali è un primo passo ideale per sviluppare e incrementare una sana strategia.

E’ essenziale consultare professionisti del settore per determinare in che modo le normative dell’Unione Europea possono influenzare le esportazioni canadesi in Italia. Nel Mediterraneo e nel contesto geografico del Sud Italia la società Euromed International Trade dedica molta attenzione al Ceta e alle opportunità economiche e commerciali che possono svilupparsi tra Italia e Canada. Le relazioni personali sono alla base della cultura imprenditoriale italiana e gli esperti di Euromed International Trade possono dare il loro decisivo contributo nello sviluppare il miglior clima commerciale possibile e avviare partnership di lunga durata.

Ultime news

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

La Canadian Chamber in Italy si rinforza

0
La Canadian Chamber in Italy è pronta a rilanciare la sua attività con un direttivo rafforzato per favorire le relazioni tra Canada e Italia.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa equa e sostenibile di cui...

Plastic free e car sharing: due proposte per il rilancio

0
Promuovere il taglio dell'utilizzo di plastiche monouso all'interno delle aziende e incentivare il car sharing per i dipendenti.

Lo Zambia pronto ad ospitare aziende e investitori italiani

0
Nonostante lo Zambia presenti ancora alcune criticità è un Paese sicuro, con un Governo attento a migliorare il clima d'affari.
spot_img

Economia

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa...

Plastic free e car sharing: due proposte per il rilancio

Promuovere il taglio dell'utilizzo di plastiche monouso all'interno delle aziende e incentivare il car sharing per i dipendenti.

Lo Zambia pronto ad ospitare aziende e investitori italiani

Nonostante lo Zambia presenti ancora alcune criticità è un Paese sicuro, con un Governo attento a migliorare il clima d'affari.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img