19.3 C
Rome
martedì, Maggio 18, 2021
spot_imgspot_img

Compensazione tra e-fatture: via al Baratto 4.0

Importante novità in arrivo dalla Legge di Bilancio 2021.

-

- Advertisment -spot_img

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto un nuovo meccanismo già chiamato Baratto 4.0, o compensazione digitale, che consente alle imprese di compensare crediti e debiti commerciali utilizzando le fatture elettroniche, che diventano così una sorta di moneta digitale per le compensazioni: uno strumento pensato per snellire le pratiche di pagamento e andare incontro alle esigenze di liquidità delle aziende, aspettando l’entrata in funzione di una piattaforma telematica che sarà dedicata a queste operazioni.

La norma è prevista dal comma 227 della manovra (legge 178/2020) in base al quale «l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei contribuenti residenti o stabiliti una piattaforma telematica dedicata alla compensazione di crediti e debiti derivanti da transazioni commerciali». Saranno definite le modalità attuative e le regole operative con l’apposito decreto del Ministro della Giustizia, di concerto con i ministri dell’Economia, Sviluppo Economico ed Innovazione, sentito il Garante Privacy. 

Ma alcune importanti condizioni sono già stabilite dalla norma primaria:

  • la compensazione effettuata attraverso la piattaforma telematica delle Entrate ha valore di pagamento a tutti gli effetti. Tecnicamente, si legge nella manovra 2021, «produce i medesimi effetti dell’estinzione dell’obbligazione ai sensi della sezione III del capo IV del titolo I del libro quarto del codice civile».
  • Nessuna delle parti aderenti deve avere in corso procedure concorsuali, o di ristrutturazione del debito omologate, o piani di risanamento iscritti al registro delle imprese.

Ecco un classico esempio per capire come funziona il meccanismo: l’impresa X emette una fattura da 1000 euro nei confronti dell’impresa Y, che a sua volta deve ancora incassare una precedente fattura sempre da 1000 euro dalla stessa impresa X. Le due fatture si compensano a vicenda.

Ma il “baratto” può avvenire anche tra più di due imprese: se l’impresa X fattura 1000 euro all’impresa Y, la quale a sua volta fattura 2000 euro all’impresa Z, che deve 1000 euro all’impresa X, compensando il tutto rimane un debito di 1000 euro dell’impresa Y verso l’impresa Z. Con l’impresa X che evita un temporaneo esborso di liquidità e può fare cassa per altre esigenze.

spot_imgspot_img
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
- Partner -spot_img
- Media partner -Media partner

Ultime news

israele

Riutilizzo delle acque reflue: la cooperazione Italia-Israele

0
Il riciclaggio di Israele delle acque reflue domestiche e industriali sottoposte a trattamento per il riutilizzo è una realtà che merita attenzione in tutto il mondo. 
infrastrutture

Il ritardo infrastrutturale toglie all’export 60 miliardi annui

0
Il ritardo infrastrutturale pesa per 60 miliardi di mancato export. È quanto emerge da un focus Censis Confcooperative

Internazionalizzazione e fondo SACE-SIMEST: il webinar gratuito

0
Euromed International Trade presenta il webinar gratuito Internazionalizzazione - Opportunità di finanziamento SACE SIMEST, in programma Mercoledì 26 Maggio alle ore 16.00

Le ZES e gli strumenti innovativi per la crescita dei territori

0
Obiettivo del governo è quello di agevolare gli investimenti nelle ZES non solo in termini di convenienza, ma anche in facilità e velocità delle procedure burocratiche.
ue_usa

Disputa Airbus-Boeing: UE e USA sospendono i dazi

0
L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno concordato di sospendere per un periodo di quattro mesi tutti i dazi sulle esportazioni legati alla disputa tra Airbus e Boeing.
spot_img

Economia

Riutilizzo delle acque reflue: la cooperazione Italia-Israele

Il riciclaggio di Israele delle acque reflue domestiche e industriali sottoposte a trattamento per il riutilizzo è una realtà che merita attenzione in tutto il mondo. 

Il ritardo infrastrutturale toglie all’export 60 miliardi annui

Il ritardo infrastrutturale pesa per 60 miliardi di mancato export. È quanto emerge da un focus Censis Confcooperative

Internazionalizzazione e fondo SACE-SIMEST: il webinar gratuito

Euromed International Trade presenta il webinar gratuito Internazionalizzazione - Opportunità di finanziamento SACE SIMEST, in programma Mercoledì 26 Maggio alle ore 16.00

Le ZES e gli strumenti innovativi per la crescita dei territori

Obiettivo del governo è quello di agevolare gli investimenti nelle ZES non solo in termini di convenienza, ma anche in facilità e velocità delle procedure burocratiche.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img