8 C
Rome
giovedì, Febbraio 29, 2024
spot_imgspot_img

Malta promuove l’economia sostenibile per il post Covid

Il Paese al centro del Mediterraneo ha offerto l'opportunità di tracciare la strada per il futuro delle nostre economie.

-

- Advertisment -

L’isola di Malta ha richiamato l’attenzione su importanti tematiche per l’economia del nostro futuro promuovendo l’importante convegno online Malta Sustainability Forum. Con le nuove priorità che si sono affacciate nel contesto internazionale in seguito alla pandemia sanitaria, il Paese al centro del Mediterraneo ha colto l’opportunità per capire cosa stia accadendo al nostro pianeta e quali conseguenze dovranno aspettarsi le popolazioni e la società mondiale. Il tempo e le sue metamorfosi come il senso di vulnerabilità che ha caratterizzato l’umanità e il destino delle generazioni future appare incerto.

“The Time is Now” è stato il motto e il tema generale che ha caratterizzato il forum dedicato alla sostenibilità del 2021, al quale ha preso parte anche la Ngo MACTT, partner di Imprese del Sud. Durante i lavori è stata evidenziata la necessità e l’urgente priorità di accelerare e amplificare gli sforzi di Malta e della comunità internazionale nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e il rispetto dei punti dell’Agenda 2030 dell’Onu.

Il forum ha riunito 80 relatori internazionali e attivisti locali attraverso dodici panel di approfondimento su tematiche specifiche legate alla sostenibilità e all’innovazione dei processi occupazionali a basso impatto ambientale. Un pubblico nutrito che ha visto la partecipazione della comunità imprenditoriale dell’isola di Malta e della comunità internazionale ed è state registrata una presenza importante delle giovani generazioni del Mediterraneo.

Ci sono tre aspetti principali da valorizzare: aspetti sociali, ambientali ed economici. Gli affari sono fondamentali per lo sviluppo economico, ma questi non dovrebbero svolgersi praticando degrado ambientale e malessere generale“, ha ribadito George Vella, Presidente di Malta nell’incontro inaugurale.

Il presidente ha accentuato il consumo sostenibile come fattore chiave per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite entro il 2030. Importante anche continuare a investire nella parità di genere, legata un migliore accesso all’istruzione per migliorare i rapporti di partecipazione uomo/donna nell’economia, nel servizio civile e nella politica. E poi i giovani, che il Capo dello Stato maltese ha riconosciuto essere, oggi più che mai, impegnati nella promozione di tematiche ambientali (come il riciclaggio dei rifiuti e l’economia circolare). Anche in questo caso, l’educazione e la rappresentanza democratica sono fondamentali per permettere alle nuove generazioni di avere voce in capitolo nel processo decisionale.

Ma un ruolo fondamentale è rivestito dalla responsabilità sociale delle imprese, che si sta radicando nel modo in cui le aziende operano, tenendo conto degli interessi della società da far bilanciare con gli obiettivi di profitto: in questo senso la priorità all’efficienza energetica, la promozione delle energie rinnovabili e l’industria sostenibile sono alla base della capacità dell’UE di raggiungere l’ambizioso obiettivo di zero emissioni di gas serra entro il 2050, sancito dal Green Deal europeo, annunciato nel dicembre 2019.

I progressi verso il raggiungimento dei traguardi intermedi, che saranno misurati nel 2030, sono stati piuttosto lenti e devono accelerare il passo (si pensi ad esempio al riciclaggio dei rifiuti, quelli elettronici in particolare).

Anche perché il cambiamento climatico potrebbe colpire in modo pesante soprattutto i paesi che puntano nel turismo, come l’Italia e la stessa Malta, attraverso l’aumento del livello del mare e il surriscaldamento. E il fatto che gli Stati Uniti siano rientrati nell’accordo di Parigi con il presidente Biden è un passo positivo nell’affrontare questi problemi attraverso la cooperazione internazionale.

Infine, ma non per ultimo, una strategia di trasporto sostenibile per Malta deve essere messa in atto, per contrastare l’uso eccessivo di auto private, promuovendo il trasporto pubblico e progetti di infrastrutture innovative, come un sistema di monorotaia.

Le tematiche del forum hanno interessato i numerosi attivisti e cittadini che hanno a cuore la conservazione e la qualità della vita del nostro Pianeta. Discutere di sostenibilità significa discutere del nostro modo di vivere e di coloro che verranno dopo di noi.

Marcel Cassar, CEO di APS Bank, la banca che ha finanziato e sostenuto i lavori del Forum ha ribadito: “Le banche finanziano la maggior parte dell’attività economica degli uomini e svolgono un ruolo cruciale nella transizione verso un futuro più sostenibile. In qualità di banca più antica di Malta, con valori forti che appartengono ai nostri fondatori e allo scopo della nostra missione, abbiamo uno speciale dovere di cura e attenzione per i nostri clienti e la nostra comunità. Dai neolaureati agli anziani, dalle giovani coppie ai nuclei familiari più numerosi, dalle piccole organizzazioni di volontariato alle imprese della nostra isola, tutte rappresentano la nostra comunità e come banca abbiamo il dovere di rappresentarle nel rispetto della dignità e della sostenibilità ambientale, garantire che le nostre attività bancarie e di prestito siano sostenibili“.

La prima edizione del Malta Sustainability Forum si è svolta nel 2019, con un grande successo, offrendo una piattaforma ad alcuni degli esperti mondiali in tema di sostenibilità e sviluppo economico e per contribuire a un dialogo aperto, e sempre più critico, sulla contemporaneità e i cambiamenti climatici. Per continuare lo slancio del dibattito post pandemia sanitaria e garantire la sicurezza dei relatori e dei partecipanti, l’edizione del 2021 si è svolta in modalità da remoto attraverso l’utilizzo di piattaforme digitali.

Domenico Letizia
Domenico Letizia
Giornalista.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

EIC Accelerator 2024 - Imprese del Sud

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e...

0
EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.
Fiscalità internazionale controllate estere - Imprese del sud

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.
Bandi Prima 2024 - Imprese del Sud

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

0
I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo
Europa Digitale - Abilità digitali - Imprese del Sud

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

0
Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
Erasmus+ bando 2024 politiche europee - Imprese del Sud

Erasmus+: bando 2024 per sperimentazioni di politiche europee

0
Istruzione digitale, istruzione e formazione professionali, istruzione degli adulti, istruzione scolastica, micro-credenziali, istruzione superiore, saranno i topic al centro del bando Erasmus+ con scadenza 4 Giugno 2024.
spot_img

Economia

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e piccole e medie imprese

EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
- Advertisement -spot_img