24.3 C
Rome
giovedì, Agosto 18, 2022
spot_img

Commercialisti: in caso di dichiarazione infedele dei clienti ci sarà sequestro dei beni personali

-

- Advertisment -

Non proprio un buon periodo per i commercialisti: oltre alle numerose scadenze estive arriva una pronuncia della Cassazione che li riguarda. La sentenza n. 24967/15 pubblicata dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione pubblicata il 16 giugno 2015 ha dichiarato che è legittimo il sequestro dei beni personali del commercialista che cura la contabilità del contribuente accusato per dichiarazione infedele.

Questa pronuncia della Cassazione, che mette i commercialisti nell’occhio del ciclone, respinge il ricorso presentato da un professionista il quale è stato colpito da un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla confisca “per equivalente”, a titolo di concorso nel reato di dichiarazione infedele (art. 4 D.Lgs. n. 74/2000).

Secondo l’accusa il commercialista aveva partecipato, nella veste di istigatore, all’illecito essendo egli il depositario delle scritture contabili dell’impresa e incaricato della redazione e trasmissione dei redditi e avendo prestato la propria opera in continuativa difformità rispetto ai suoi doveri professionali, peraltro omettendo ogni adempimento utile per ripristinare la legalità, pur avendo continuato per lungo tempo ad assistere professionalmente il suo cliente (indagato principale).

La Suprema Corte osserva inoltre che il concorso di persone nel reato implica l’imputazione dell’intera azione delittuosa e dell’effetto conseguente in capo a ciascun concorrente e il sequestro non è collegato all’arricchimento personale di ciascuno dei correi, bensì alla corresponsabilità di tutti nella commissione dell’illecito.

Pertanto la misura reale può incidere contemporaneamente o indifferentemente sui beni di ciascuno dei concorrenti, fermo restando che il valore dei beni sequestrati non può complessivamente eccedere il valore del “prezzo” o del “profitto” del reato, in quanto il sequestro preventivo non può avere un ambito più vasto della futura confisca.

La stessa Corte ha infine dato nuovo vigore all’indirizzo secondo cui, “in tema di misure cautelari reali, è immediatamente esecutivo il provvedimento emesso a norma dell’art. 322 – bis cod. proc. pen. dal tribunale del riesame che, in accoglimento dell’appello del P.M., abbia disposto il sequestro preventivo negato dal Gip, in quanto non opera in tale settore la diversa previsione relativa alle misure cautelari personali che ne differisce l’efficacia alla definitività del provvedimento”.

Ora sarà compito della politica e del legislatore, definire i limiti di tale interpretazione, che nello scenario “burocratico” attuale potrebbe seriamente mettere in ginocchio la categoria.

Intanto gli Ordini Professionali tacciono…..

 

Ultime news

blockchain IA

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere...
pagamenti fornitori

Nel 2021 lo Stato “risparmia” 5,2 miliardi non pagando i fornitori

Nel 2021 l’Amministrazione centrale dello Stato ha ricevuto dai propri fornitori 3.657.000 fatture per un importo complessivo pari a 18 miliardi di euro. Ne...
Crisi d'impresa - Imprese del Sud

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.
pnrr

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le batterie e rinnovabili, il Ministero...
incentivi

Incentivi alle imprese: cosa non funziona e il piano di riordino

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il testo di un disegno di legge delega collegato alla Legge di Bilancio, che ha...
spot_img

Economia

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di...

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le...

Biodiversa +: il bando per la tutela di biodiversità ed ecosistemi

In arrivo a settembre il secondo bando di Biodiversa +, la partnership europea co-finanziata per la ricerca sulla diversità, la tutela degli...
- Advertisement -spot_img