20.6 C
Roma
mercoledì, 21 Ottobre 2020

Cattivi pagatori nel SIC con una procedura più snella

-

- Advertisment -

Tra le principali novità del provvedimento, emerge la possibilità di effettuare anche con un semplice messaggio istantaneo il preavviso di segnalazione di inserimento tra i cattivi pagatori nelle liste del SIC ovvero il sistema informativo di gestione delle centrali rischi private.

Negli elenchi di queste centrali vengono inserite informazioni negative sui cattivi pagatori, che entreranno in circolazione al fine di prevenire le frodi e per la corretta valutazione del merito creditizio. Prima dell’inserimento serve tuttavia un avvertimento tracciabile nei confronti del diretto interessato, e per questo – prevede il Garante – è sufficiente anche un semplice messaggio istantaneo in qualsiasi forma: via sms, tramite un’apposita app, via mail o con una telefonata registrata. Altrimenti si può fare ricorso agli strumenti più tradizionali, come la raccomandata.

D’altro canto gli archivi dei sistemi di informazioni creditizie conserveranno più a lungo (60 mesi) le note positive, che attestano l’affidabilità di una persona, specie se sul suo conto sono inserite anche informazioni negative.

Restano quindi invariati nella sostanza i termini massimi di conservazione delle informazioni su ritardi e mancati pagamenti.

I pagamenti regolarizzati in ritardo possono essere conservati in un Sic fino a 12 mesi dalla regolarizzazione (ritardi non superiori a due rate o mesi) o 24 mesi per ritardi superiori a due rate o mesi.

I mancati pagamenti non regolarizzati, infine, possono essere conservati nel Sic non oltre 36 mesi dalla data di scadenza contrattuale del rapporto oppure dal loro ultimo aggiornamento, e comunque, entro 60 mesi dalla data di scadenza del rapporto.

Le nuove regole per l’analisi del rischio creditizio riguardano prestiti e mutui, leasing, noleggio a lungo termine e piattaforme Fintech. Per garantire l’osservanza il Garante ha istituito un apposito organismo di vigilanza.

Questo il documento completo del Codice di condotta.

- Advertisement -

Ultime news

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

0
Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

0
Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

0
Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Economia

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -