25.6 C
Rome
martedì, Aprile 16, 2024
spot_imgspot_img

Cartelle di pagamento: ricorso solo dopo aver pagato

Introdotte forti limitazioni per l'impugnativa

-

- Advertisment -

Un nuovo sgambetto alle imprese è arrivato da quello che viene definito “il Governo dei migliori”. Come riporta ItaliaOggi, una disposizione contenuta nell’articolo 3-bis del dl n.146/2021 prevede forti limitazioni, per non dire esclusioni, per l’impugnativa del ruolo e della cartella di pagamento che si assume invalidamente notificata.

Con questa limitazione, l’iscrizione a ruolo crea pregiudizi che possono mettere in difficoltà il contribuente, impedendo ad esempio la partecipazione ad una gara di appalto o il rinnovo di un contratto con un ente della pubblica amministrazione.

Le tempistiche del contenzioso non lasciano altre strade che quella di pagare, integralmente o a rate, gli importi iscritti a ruolo per poter eliminare rapidamente il pregiudizio e rimettersi in regola dal punto di vista fiscale. Questo anche se nel caso si preveda che l’impugnazione possa andare a buon fine, e l’atto essere annullato.

Si tratta quindi di uno sgarbo alle imprese, attraverso il quale il Governo si assicura la disposizione di liquidità, anche nei casi in cui questa non sarebbe dovuta.

E i primi effetti di questa assurda norma arriva dalle commissioni tributarie provinciali, che in alcuni casi hanno dato applicazione retroattiva alla nuova regola.

Nelle sentenze pronunciate dalla C.t.p. di Latina n.53/2022, il giudice tributario ritiene che “in sede di prima analisi, la norma pare costruita su uno scrutinio del principio dell’ “interesse ad agire”, ex articolo 100 c.p.c., di cui il legislatore, con presunzione iuris et de jure, presume l’inesistenza in caso di impugnazione dell’estratto di ruolo. In questo senso, vengono limitate anche le ipotesi di eccezioni nei confronti dei ruoli e delle cartelle di pagamento che si assumono invalidamente notificate”.

La C.t.p. di Catania n.357/12/2022 stabilisce invece che “invero la ratio della suddetta norma altro non è che una specificazione dell’interessa ad agire” concludendo che “anche i ricorsi tributari notificati prima della novellata norma vanno dichiarati inammissibili in forza del principio consolidato in giurisprudenza secondo il quale l’interesse ad agire in giudizio deve sussistere non solo alla proposizione della domanda, ma anche al momento della decisione.

Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Assomalta - Apertura sede di Rappresentanza Napoli

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di...

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.
Interreg Europe Cooperazione regionale 2024 - Imprese del Sud

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

0
Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.
Digital Service Act (DSA) 2024 - Imprese del Sud

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
Diplomi facili nuove regole 2024 - Imprese del Sud

Diplomi facili. In arrivo le nuove Direttive.

Le nuove normative sul rilascio dei diplomi, imporranno limiti agli anni in uno, registro elettronico obbligatorio, regole per il sostegno e l'ammissione di docenti stranieri.
Interreg Euro-MED secondo bando 2024 - Imprese del Sud

Interreg Euro-MED: aperto il secondo bando 2024

Nel prossimo bando Interreg Euro-MED saranno finanziati progetti che contribuiscono alla transizione verde e digitale del territorio interessato dal programma
spot_img

Economia

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di Rappresentanza a Napoli.

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.

Interreg Euro-MED: aperto il secondo bando 2024

Nel prossimo bando Interreg Euro-MED saranno finanziati progetti che contribuiscono alla transizione verde e digitale del territorio interessato dal programma
- Advertisement -spot_img