12.2 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024
spot_imgspot_img

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.

-

- Advertisment -

La sentenza della Corte di giustizia tributaria di Milano n.166/2023 ha stabilito che le cartelle esattoriali notificate in relazione a debiti fiscali inclusi in un piano di composizione dei debiti o di un piano del consumatore sono inutili e prive di alcuna utilità pratica.

La sentenza sottolinea che la prassi da seguire per riscuotere tali debiti è differente da quella ordinaria e che, secondo l’articolo 25, comma 1-bis, del DPR n. 602/1973, la notifica della cartella di pagamento deve avvenire entro il 31 dicembre del terzo anno successivo alla pubblicazione del decreto che dichiara la risoluzione o l’annullamento dell’accordo di composizione della crisi o la cessazione degli effetti del piano del consumatore.

La sentenza afferma che la preoccupazione del fisco nel voler notificare le cartelle esattoriali potrebbe essere controproducente, poiché, una volta rigettate dal giudice tributario, potrebbero essere oggetto di discussione riguardo alla loro esistenza, anche se inserite in un piano di rientro controllato dall’autorità giudiziaria.

Valutazione dopo esito negativo della procedura di crisi d’impresa

Per evitare equivoci meccanismi, i giudici di Milano suggeriscono che l’ente della riscossione debba attendere l’esito negativo dell’accordo o la sua decadenza prima di notificare la cartella di pagamento, poiché la notifica in pendenza dell’accordo sarebbe priva di alcuna utilità pratica.

In conclusione, la sentenza sottolinea che la procedura della crisi d’impresa ha lo scopo di garantire la par condicio creditorum e che, a fronte dell’insolvenza, la soddisfazione del credito dipende dalla liquidazione e dall’ordine determinato dalle cause di prelazione.

Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

EIC Accelerator 2024 - Imprese del Sud

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e...

0
EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.
Fiscalità internazionale controllate estere - Imprese del sud

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.
Bandi Prima 2024 - Imprese del Sud

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

0
I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo
Europa Digitale - Abilità digitali - Imprese del Sud

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

0
Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
Erasmus+ bando 2024 politiche europee - Imprese del Sud

Erasmus+: bando 2024 per sperimentazioni di politiche europee

0
Istruzione digitale, istruzione e formazione professionali, istruzione degli adulti, istruzione scolastica, micro-credenziali, istruzione superiore, saranno i topic al centro del bando Erasmus+ con scadenza 4 Giugno 2024.
spot_img

Economia

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e piccole e medie imprese

EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
- Advertisement -spot_img