Calabria

Legalità ed Europrogetti. Un binomio per il futuro del #sud

Nella sede Cosentina della Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”,  il Consigliere Regionale della Calabria Carlo Guccione ha partecipato ai lavori del tavolo di concertazione tra i Manager in Dieta Mediterranea e Sostenibilità Ambientale, il Presidente dell’Associazione Nazionale Antimafia “Riferimenti” Adriana Musella e l’esperta dei Fondi Comunitari della segreteria nazionale del PD Antonella Rossi facente capo alla struttura dell’On. Stefania Covello, responsabile nazionale del Partito Democratico per il Mezzogiorno e fondi Europei.

Nell’incontro, si è parlato di Europrogettazione, con gli esperti della Fondazione Claudia Lanteri, Marco Bombini, Eleonora Cafiero, Antonietta Mezzotero, Silvia Lanzafame e Anna Corapi. Presente il Presidente della “Paolo di Tarso” Prof.ssa Luana Gallo. I temi approfonditi sono stati quelli dell’agricoltura e dell’ambiente con l’individuazione di  possibili progetti, nell’ambito della Biennale della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano, in riferimento alla legge presentata dal Consigliere Guccione. Al centro del dibattito anche il  PON Legalità per quanto riguarda l’attività del Centro Studi Italiano Antimafia nel bene  confiscato di Limbadi rispetto al quale l’On. Carlo Guccione ha suggerito il coinvolgimento di Università e Scuole Europee. Le linee guida illustrate, al proposito, dall’On. Guccione sono state fondamentali per l’individuazione dei primi obiettivi al fine di raggiungere risultati concreti.
La Calabria ha bisogno di progettualità e competenze e in questa direzione si sta prodigando la Fondazione “Paolo di Tarso” che, a proposito della futura Biennale che avrà il compito di trasformare il Patrimonio Culturale della conoscenza relativo alla Dieta Mediterranea – Patrimonio UNESCO – in Economie, ha istituito il gruppo “ Giovani” in Europrogettazione.

Fonte: ufficio stampa Fondazione Paolo di Tarso

info autore

Redazione

Lascia un commento