7.2 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023
spot_imgspot_img

Vino e food: le novità dell’export con il Regno Unito

Rafforzare le iniziative promozionali a favore dei nostri prodotti sul mercato del Regno Unito può risultare vincente.

-

- Advertisment -

Recentemente, come segnalato da Confagricoltura, l’organizzazione degli agricoltori britannici (NFU) ha segnalato al governo del Regno Unito il rischio di blocchi e rallentamenti del traffico alle frontiere, a causa dei nuovi adempimenti post Brexit. La Brexit ha generato nuovi scenari per i prodotti agroalimentari italiani nel Regno e per non essere impreparati è importante dare slancio a nuove idee e prospettive per la promozione dei prodotti italiani.

Per le aziende della nostra Penisola ritorna centrale il tema della comunicazione e della promozione dei prodotti italiani nel Regno. Gli analisi economici e gli esperti della consulenza all’internazionalizzazione e all’export prevedono un aumento della concorrenza ai nostri prodotti, per gli accordi commerciali bilaterali, che il Regno Unito, a seguito del recesso dall’Unione europea, sta intrattenendo con gli Stati Uniti. Tale scenario risulta particolarmente importante e rafforzare le iniziative promozionali a favore dei nostri prodotti sul mercato del Regno Unito può risultare vincente al fine di trovare e monitorare nuovi canali di sbocco per il Made in Italy agroalimentare.

Aprire una parte del business della propria azienda ad una buona consulenza, affidandosi ad esperti dell’export, è particolarmente efficace in questi mesi al fine di conoscere a fondo le condizioni per l’export del nostro agroalimentare verso la Gran Bretagna e apprendere, in modo esatto, quale documentazione deve accompagnare i prodotti italiani nel Regno Unito. Aumentano i costi, ma agire immediatamente e comprendere subito le novità del mercato britannico vuol dire superare le complicanze che andranno emergendo sotto il profilo documentale e dei controlli. Tutte le esportazioni dovranno essere accompagnate da una dichiarazione doganale.

Inoltre, per i vini, spumanti e liquori provenienti dalla Europa scatterà dal luglio 2021 l’introduzione di certificati di importazione che prevedono anche lo svolgimento di un test di laboratorio. La cessione di prodotti alcolici da un operatore italiano e un acquirente del Regno Unito equivale a esportazione poiché realizza l’uscita di merci sottoposte ad accisa dal territorio dell’Unione Europea. L’operazione di esportazione e la circolazione in regime sospensivo dal deposito fiscale nazionale fino al luogo di uscita dal territorio dell’Unione sono completate con l’emissione della nota di esportazione da parte dell’ufficio doganale di esportazione e con il visto apposto dall’ufficio doganale di uscita. Ricordiamo che, con circa 780 milioni di euro, vini e spumanti rappresentano la voce più rilevante dell’export agroalimentare italiano nel Regno Unito.

Burocrazia, costi e concorrenza richiedono più promozione per i nostri prodotti. Sviluppare una progettualità commerciale con Euromed International Trade vuol dire affidarsi ad una vasta gamma di servizi e soluzioni fortemente personalizzati, con la condivisione comune delle piattaforme di comunicazione e di vendita online. Per affermarsi nel mercato del Regno Unito post Brexit risulta importante consolidare il brand e differenziare i prodotti delle aziende italiane rispetto a quelli dei competitor esteri. A tal riguardo risulta particolarmente importante valutare la possibilità di utilizzare il patrimonio di contenuti approvati e condivisi quale base di conoscenza standard a supporto di attività importantissime quali quelle di customer service e per progetti di formazione interna. In conclusione è importante non dimenticare che il sito web dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli contiene informazioni utili su sdoganamento, transito e controlli con Paesi fuori dall’Unione Europea, nonché sulle procedure di semplificazione e facilitazioni in ambito doganale.


Widget not in any sidebars
Domenico Letizia
Domenico Letizia
Giornalista.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img