Cartelle esattoriali in bilico tra proroghe, stralci e rottamazioni

Diversi i possibili scenari con il nuovo Decreto Ristori 5

-

- Advertisment -

La crisi economica che perdura da quasi un anno mette sempre più in agitazione i debitori del fisco che devono saldare le proprie cartelle esattoriali. Una buona notizia arriva dalla nuova proroga al 1° Marzo di circa 50 milioni di cartelle che sarebbero dovute partire il 31 gennaio 2021.

Ancora un mese di tregua, dunque, durante il quale si cercherà di porre rimedio a un problema che riguarda tantissimi italiani che ad oggi non possono permettersi un ulteriore spesa. Tra questi molti imprenditori e professionisti, ma anche i consumatori, i debitori non fallibili e le loro famiglie, che in base a una modifica recente alla legge 3/2012 in sede di commissione parlamentare potranno fare pace con il fisco se il patrimonio prontamente liquidabile non è sufficiente all’integrale pagamento dei loro debiti.

Il problema comunque non va sottovalutato, dato che sono sempre di più le famiglie che si trovano al limite della povertà, così come le attività costrette a chiudere a causa dell’insostenibilità della situazione finanziaria.

Il Governo, nel limite della sua operatività in una fase di crisi, sta cercando di limitare i danni con il nuovo decreto ristori, possibile dopo il voto compatto del Parlamento sullo scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro, destinati a introdurre sia la pace fiscale che il saldo a stralcio delle cartelle esattoriali fino al 2019.

Il pagamento dovrebbe poter essere diluito fino ad un massimo di 72 rate per circa sei anni e con versamenti inferiori ai 100 euro per rata. Previsto anche il saldo a stralcio per le cartelle esattoriali dei contribuenti in difficoltà a causa della pandemia. Si parla infine anche di una possibile sanatoria per le cartelle che non superino i 1.000 euro fino al 2015.

Ma vi sono anche indiscrezioni secondo le quali il decreto Ristori 5, la cui approvazione è in ritardo proprio a causa della crisi di governo, potrebbe contenere una nuova proroga delle cartelle esattoriali fino alla fine dello stato di emergenza fissato al 31 luglio 2021 e la famosa rottamazione quater delle cartelle fino al 2019.

Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
- Advertisement -

Ultime news

Beni immateriali non a bilancio: ok alla rivalutazione

0
I beni immateriali potranno essere rivalutati anche se non sono mai stati iscritti in bilancio: lo conferma l'Agenzia delle Entrate.

Il nuovo scenario fiscale tra Europa e Regno Unito

0
Importanti novità con lo sdoganamento delle merci e l’eventuale vendita con l’applicazione dell’IVA britannica.

La Francia monitora i social contro l’evasione fiscale

0
Monitoraggio dei social network come strumento di lotta all'evasione fiscale: l'idea arriva dalla Francia

L’agroindustria in Brasile e le opportunità per l’Italia

0
Offrire alle aziende italiane orientamento e informazioni sul mercato del Brasile per la crescita del settore agroindustria.

Il contribuente condannato non deve rimborsare l’autodifesa del fisco

0
Importante pronuncia della Corte di Cassazione sulle spese processuali nei contenziosi di natura tributaria

Economia

L’agroindustria in Brasile e le opportunità per l’Italia

Offrire alle aziende italiane orientamento e informazioni sul mercato del Brasile per la crescita del settore agroindustria.

Il vino biologico italiano attira i consumatori USA

L'Italia offre tante varietà di vino capace di soddisfare ogni nicchia e fascia di consumo tra i consumatori degli Stati Uniti d'America.

PMI Lombardia: l’incentivo Euromed per l’export

Euromed International Trade eroga un servizio speciale per tutte le imprese che non riusciranno ad ottenere il voucher erogato dalla Regione.

PMI Emilia Romagna: il voucher per l’export lo offre Euromed

Euromed International Trade eroga un servizio speciale per tutte le imprese che non riusciranno ad ottenere il voucher erogato dalla Regione.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -