Unione africana e UE insieme per la ricerca scientifica

Il programma sarà attuato dall’Accademia delle scienze africane sotto la direzione strategica delle due unioni continentali.

-

- Advertisment -

La pandemia sanitaria ha generato una consapevolezza internazionale sulla necessità di intraprendere cooperazione e collaborazione continua. L’Unione europea ha annunciato l’avvio del programma pilota “Iniziativa di ricerca africana per l’eccellenza scientifica” (African Research Initiative for Scientific Excellence, ARISE), con un contributo di 25 milioni di euro. L’innovativo programma  permetterà a scienziati africani che iniziano la loro carriera di svolgere in tutta l’Africa attività d’avanguardia nel campo della ricerca e sarà attuato dall’Accademia delle scienze africane sotto la direzione strategica dell’Unione europea e dell’Unione africana.

Il programma è all’interno delle logiche e storiche iniziative di cooperazione che l’Unione europea intrattiene con l’Unione africana  nell’ambito del dialogo politico ad alto livello su scienza, tecnologia e innovazione. Dal 2010 tale dialogo è la piattaforma attraverso la quale si svolgono scambi regolari sulla politica di ricerca e innovazione, con l’obiettivo di formulare e attuare congiuntamente priorità a lungo termine miranti a rafforzare la cooperazione Africa-Europa. Il programma pilota ARISE è finanziato dal programma d’azione annuale 2019 del programma panafricano. L’Alleanza per accelerare l’eccellenza scientifica in Africa (Alliance for Accelerating Excellence in Science in Africa, AESA) è una piattaforma dell’AAS (Accademia delle scienze africane) e dell’Agenzia per lo sviluppo dell’Unione africana-NEPAD.

L’AESA si propone di spostare in Africa il centro di gravità della scienza africana tramite la definizione di priorità, la mobilitazione di finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo (R&S) e la gestione di programmi nel settore della scienza, della tecnologia e dell’innovazione (STI) a livello continentale.

Nell’ambito degli accordo quadro stabiliti dal programma, circa quaranta ricercatori africani, giovani ed emergenti, e altri innovatori del continente avranno la possibilità di essere formati, utilizzando ulteriori opportunità di sviluppo con l‘assegnazione di borse di studio e finanziamenti. I beneficiari saranno selezionati sulla base dell’importanza scientifica delle proprie ricerche e nell’ambito di un concorso generale che sarà sviluppato a livello continentale. Il progetto rappresenta una grande opportunità per sviluppare la capacità “africana” di fare ricerca.

Euromed International Trade lavora per garantire l’accesso ai finanziamenti agevolati, individuato su richiesta, i bandi europei e i finanziamenti nazionali più adatti esigenze della struttura societaria da internazionalizzare.

Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

Lavoratrice vessata dai colleghi: il datore dovrà risarcirla

0
La Corte di Cassazione riconosce il dovere di mantenere un ambiente sereno

Bonus 110%: il peso di burocrazia e restrizioni

0
Il Consiglio Nazionale Ingegneri lancia l’allarme alla luce di una analisi di dettaglio sul mercato degli interventi agevolati dall’Ecobonus e dal Sismabonus.

Le nuove opportunità del mercato spagnolo per le imprese italiane

0
Nel Paese sono attivi interessanti strumenti di internazionalizzazione a favore delle imprese interessate al mercato spagnolo.

Malta concede la prima licenza per produrre cannabis

0
L'isola del Mediterraneo punta ad attirare nuovi investimenti nel settore

Veneto: contributi alle PMI per la ripresa del turismo

0
Il bando della Regione a sostegno delle reti di impresa, associazioni e consorzi

Economia

Le nuove opportunità del mercato spagnolo per le imprese italiane

Nel Paese sono attivi interessanti strumenti di internazionalizzazione a favore delle imprese interessate al mercato spagnolo.

Malta concede la prima licenza per produrre cannabis

L'isola del Mediterraneo punta ad attirare nuovi investimenti nel settore

Veneto: contributi alle PMI per la ripresa del turismo

Il bando della Regione a sostegno delle reti di impresa, associazioni e consorzi

Brexit: regole commerciali e attività doganali

Gli operatori che effettuano cessioni verso il Regno Unito potranno recarsi presso gli Uffici delle dogane e capire le nuove regole doganali.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -