33.1 C
Rome
giovedì, Luglio 29, 2021
spot_imgspot_img

Tangeri e lo sviluppo del Mediterraneo

-

- Advertisment -

Quello del Porto di Tangeri resta una priorità del governo del Regno del Marocco che porrà il Mediterraneo al centro degli interessi commerciali ed economici per innumerevoli paesi.

Durante l’ultima Festa del Trono del Regno, svoltasi a Roma, in presenza del nuovo Ambasciatore Youssef Balla che ha accolto gli ospiti italiani e i rappresentanti della comunità internazionale, l’attenzione è stata dedicata al Porto di Tangeri. Uno dei terminal container più nuovi ed efficienti dell’intero Mediterraneo, punto nevralgico e strategico tra Africa, Europa, Asia, Nord e Sud America. È circondato da una zona franca di attività industriali e logistiche.

Domenico Letizia con Youssef Balla, nuovo Ambasciatore del Marocco in Italia

Il Porto di “Tangeri Med” è tra le opere del Mediterraneo più importanti, un collante tra Europa e Nord Africa. 

Tangeri Med rappresenta la porta principale del continente, sorpassando Port Said in Egitto e Durban in Sudafrica e può accogliere nove milioni di container, triplicando i tre milioni attualmente gestiti.

L’investimento totale, avviato dodici anni fa, ammonta a oltre 8 miliardi di euro, di cui 4,87 miliardi di privati. La maestosa struttura offre la base a 912 aziende nei settori industriale, logistico e dei servizi creando migliaia di posti di lavoro.

Non solo, le istituzioni del Regno del Marocco prevedono un ulteriore piano d’investimenti per oltre 800 milioni di euro per accompagnare la crescita dell’export marocchino, dell’industria e dell’agricoltura, partendo dalla promozione e dall’implementazione della logistica portuale.  

Tangeri Med è riuscito a collegare il Marocco a 77 Paesi e 186 porti, contribuendo così ad affermare il Regno sulla scena marittima internazionale e a portarlo dall’83esimo al 17esimo posto nella classifica della Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (Unctad).

Tra gli operatori che hanno scelto il porto di Tangeri come base, oltre a Renault e Nissan, vi sono anche altre grandi aziende come Bosch, Adidas e Decathlon e i big della logistica, guidati da Dhl.

Dal progetto Tangeri Med sono derivati 75mila nuovi posti di lavoro e un indotto di attività di servizio alla logistica (conservazione, magazzino, trattamento e conservazioni in condizioni speciali ) che ne ampliano sia il valore sociale sia quello economico e di servizio. L’importanza dell’opera è conseguenza della sua collocazione geografica. La sua collocazione è strategica: vicinissima allo stretto di Gibilterra, a 40 km dall’Europa e all’incrocio delle principali autostrade del mare lungo le due direttrici Nord-Sud ed Est-Ovest.

In questo senso la sua posizione ne fa un hub di trasbordo naturale all’interno del flusso globale della logistica e dello scambio commerciale.

Ultime news

Università di Cassino e MACTT insieme per una formazione a vocazione internazionale

0
L’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, in Italia, e la Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade (MACTT), istituto di Alta Formazione con...

ll rilancio della moda italiana e dell’abbigliamento per bambini

0
Secondo i dati ISTAT, con riferimento al solo segmento bebè, da gennaio a marzo 2021 l’export presenta un’inversione di tendenza, mostrando una timida variazione in aumento, pari al +0,7%.

Digital Innovation Days 2021: partecipa con Imprese del Sud

Il Digital Innovation Days, l’evento italiano più atteso del mondo digital, ritorna anche quest’anno con un’edizione innovativa e con la partnership di Imprese del...

Catalogna: alleanza strategica con i “motori” economici UE

0
Le regioni Catalogna, Auvergne-Rhône-Alpes, Baden-Wurttemberg e Lombardia hanno lanciato l'alleanza "Quattro Motori per l'Europa" con lo scopo di incoraggiare il commercio, gli investimenti e...
digital_business

Legge Sabatini: le novità del 2021 per le PMI

0
Il contributo verrà erogato dal MiSe in un'unica soluzione indipendentemente dall'importo del finanziamento deliberato e l'erogazione in un'unica soluzione avviene ad investimento ultimato.
spot_img

Economia

ll rilancio della moda italiana e dell’abbigliamento per bambini

Secondo i dati ISTAT, con riferimento al solo segmento bebè, da gennaio a marzo 2021 l’export presenta un’inversione di tendenza, mostrando una timida variazione in aumento, pari al +0,7%.

Catalogna: alleanza strategica con i “motori” economici UE

Le regioni Catalogna, Auvergne-Rhône-Alpes, Baden-Wurttemberg e Lombardia hanno lanciato l'alleanza "Quattro Motori per l'Europa" con lo scopo di incoraggiare...

Scambi e partenariato economico tra Ghana e Unione europea

La notizia della recente liberalizzazione per l'export europeo crea ulteriori aspettative di sviluppo economico e diversificazione commerciale, generando implementazione degli scambi sia per il Ghana che per la stessa Unione europea.

European Partnership on Innovative SMEs: il bando per le PMI innovative

E' stato pubblicato il bando European Partnership on Innovative SMEs (HORIZON-EIE-2021-INNOVSMES-01) del Programma di lavoro 2021-2022 European Innovation Ecosystems...
- Advertisement -spot_img