7.3 C
Rome
giovedì, Febbraio 2, 2023
spot_imgspot_img

Taiwan e la ricerca contro il coronavirus

-

- Advertisment -

Il coronavirus sta mettendo in discussione tutto ciò che è legato al mondo della globalizzazione, degli scambi economici e commerciali, dei collegamenti aeri e all’idea di società aperta e pronta ad accogliere capitali e potenzialità in ogni angolo del mondo.

Indubbiamente, il continente asiatico risulta il protagonista più colpito da tali vicende, ma è interessate analizzare anche come alcune di queste realtà asiatiche stiano affrontando la problematica, invitando la comunità internazionale a dedicare attenzione alla ricerca scientifica e medica e alle potenzialità di investire e incrementare tali campi di ricerca. Esempio di quanto affermato proviene dall’isola di Taiwan che ha istituito un meccanismo nazionale e globale di prevenzione delle malattie. Tale meccanismo intreccia tecnologia e contrasto alla diffusione del coronavirus attraverso la combinazione di sistemi digitalizzati di monitoraggio delle malattie, rigorose misure di quarantena alle frontiere, ampie contromisure a livello di comunità, una preparazione medica avanzata, scorte abbondanti di attrezzature e risorse mediche per la profilassi, informazioni e linee guida adattate per il pubblico e campagne di prevenzioni diffuse per il controllo delle malattie.

Le autorità nazionali e locali dell’Isola si coordinano con il settore privato per prevenire congiuntamente la diffusione di malattie epidemiche.

D’altronde per comprendere l’importanza di Taiwan nel contrasto alle malattie e ai virus è importante ribadire che negli ultimi 60 anni Taiwan ha superato focolai di colera, malaria, vaiolo, tubercolosi e altre malattie trasmissibili, accumulando una notevole esperienza e generando un considerevole e importante meccanismo di prevenzione delle malattie. Le misure preventive a ciascun livello operativo sono state ulteriormente perfezionate dopo l’epidemia della SARS diffusasi nel 2003.

Le prime valutazioni rilasciate dal Center for Systems Science and Engineering della Johns Hopkins University hanno indicato la Thailandia e Taiwan tra i Paesi con il più alto rischio di importazione di coronavirus. Tuttavia, ci sono stati molti meno casi trasmessi localmente a Taiwan rispetto a molti altri paesi sviluppati d’Europa, a testimonianza degli efficaci sforzi di Taiwan per la prevenzione delle malattie. Una conferma che giunge anche dagli indici internazionali di controllo delle strutture e dell’efficienza di tale politiche e Taiwan ha ricevuto il punteggio più alto per l’Indice Sanitario per Paese 2020, con un punteggio di 86,71. Per un rapido confronto, ricordiamo che Corea e Giappone sono ubicate al secondo e terzo posto, con punteggi rispettivamente di 81,97 e 81,14.

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img