Slittano le compensazioni: il fisco prende tempo

-

- Advertisment -

Dal 1 gennaio sono entrate in vigore le nuove norme per le compensazioni orizzontale dei crediti Irpef/Ires/Irap, che essendo ammessi soltanto dopo almeno dieci giorni dalla presentazione della dichiarazione telematica, rispetto alla quale si attende ancora la pubblicazione la pubblicazione del relativo software da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Grazie al decreto fiscale (DL 26 ottobre 2019, n. 124, pubblicato nella G.U. n. 252 del 26 ottobre 2019) imprenditori e professionisti, verosimilmente, per toccare con mano le compensazioni dovranno attendere fino alla metà del 2020, scoperti rispetto al versamento di altre imposte da versare con la compilazione del modello F24.

Nella sostanza il fisco italiano ha trovato uno stratagemma per posticipare di diversi mesi il rimborso dell’IVA a credito tramite compensazione, creando notevoli difficoltà finanziarie alle imprese e/o professionisti che in questo modo non possono compensare mensilmente il credito IVA con altre imposte da pagare.

A questo si aggiungono altri controlli preventivi, tra cui:

• obbligo di presentazione del modello F24 tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate;
• obbligo di apporre il visto di conformità per i crediti di importo superiore ai 5.000 euro;
• massimali annuali di utilizzo per i crediti del quadro RU (massimo 250.000 euro, salvo esclusioni disposte dalle norme istitutive del singolo credito);
• massimali annuali di utilizzo per gli altri crediti d’imposta (massimo 700.000 euro, salvo esclusioni disposte dalle norme istitutive del singolo credito);
• la compensazione è preclusa in presenza di somme iscritte a ruolo di importo superiore 1.500 euro.

Ultime news

Beni immateriali non a bilancio: ok alla rivalutazione

0
I beni immateriali potranno essere rivalutati anche se non sono mai stati iscritti in bilancio: lo conferma l'Agenzia delle Entrate.

Il nuovo scenario fiscale tra Europa e Regno Unito

0
Importanti novità con lo sdoganamento delle merci e l’eventuale vendita con l’applicazione dell’IVA britannica.

La Francia monitora i social contro l’evasione fiscale

0
Monitoraggio dei social network come strumento di lotta all'evasione fiscale: l'idea arriva dalla Francia

L’agroindustria in Brasile e le opportunità per l’Italia

0
Offrire alle aziende italiane orientamento e informazioni sul mercato del Brasile per la crescita del settore agroindustria.

Il contribuente condannato non deve rimborsare l’autodifesa del fisco

0
Importante pronuncia della Corte di Cassazione sulle spese processuali nei contenziosi di natura tributaria

Economia

L’agroindustria in Brasile e le opportunità per l’Italia

Offrire alle aziende italiane orientamento e informazioni sul mercato del Brasile per la crescita del settore agroindustria.

Il vino biologico italiano attira i consumatori USA

L'Italia offre tante varietà di vino capace di soddisfare ogni nicchia e fascia di consumo tra i consumatori degli Stati Uniti d'America.

PMI Lombardia: l’incentivo Euromed per l’export

Euromed International Trade eroga un servizio speciale per tutte le imprese che non riusciranno ad ottenere il voucher erogato dalla Regione.

PMI Emilia Romagna: il voucher per l’export lo offre Euromed

Euromed International Trade eroga un servizio speciale per tutte le imprese che non riusciranno ad ottenere il voucher erogato dalla Regione.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -