24.6 C
Rome
lunedì, Maggio 20, 2024
spot_imgspot_img

Revisione prezzi appalti pubblici. Sarà automatica.

La norma, sulla revisione prezzi, è stata introdotta nello schema del nuovo codice appalti approvata il mese scorso in via preliminare dal Consiglio dei Ministri.

-

- Advertisment -

La revisione prezzi è un tema di grande importanza per il settore degli appalti, e le recenti disposizioni del nuovo codice degli appalti ne hanno ulteriormente rafforzato l’importanza.

La norma, introdotta nello schema del nuovo codice appalti approvata il mese scorso in via preliminare dal Consiglio dei Ministri in attuazione dell’articolo 1 legge n. 78/2022 , prevede infatti l’obbligatorietà di una revisione dei prezzi per tutti i contratti di lavori, forniture e servizi, che si applica in caso di variazioni superiori al 5% rispetto al prezzo iniziale, coprendo fino all’80% in più del prezzo originale.

La revisione dei prezzi sarà introdotta per far fronte alle turbolenze attuali sul fronte del caro materiali e dei rincari generalizzati conseguenza degli eventi sanitari e bellici degli ultimi anni. Il meccanismo di revisione, previsto per tutti i contratti, sarà così reso obbligatorio attraverso l’inclusione della clausola di revisione prezzi nei documenti di gara.

Il governo ha inoltre deciso che le regole per la revisione dei prezzi dovranno essere “autoesecutive” e subito operative, richiamando nella norma gli indici sintetici delle variazioni dei prezzi relativi ai contratti di lavori, servizi e forniture, approvati dall’Istat con proprio provvedimento entro il 30 settembre di ciascun anno, d’intesa con il ministero delle infrastrutture e dei trasporti. In questo provvedimento è stata definita ed aggiornata la metodologia di rilevazione, e si stabilirà anche l’ambito temporale di rilevazione delle variazioni.

La norma prevede anche la copertura finanziaria dei maggiori oneri derivanti dalla revisione, che dovrà avvenire nel rispetto delle procedure contabili di spesa, come richiesto dalla delega. Per il 50% si utilizzeranno le risorse appositamente accantonate per imprevisti nel quadro economico di ogni intervento; poi le somme derivanti da ribassi d’asta e infine le risorse di altri interventi gestiti dalla stazione appaltante e collaudati.

In sintesi, la revisione prezzi è una questione cruciale per il settore degli appalti e le nuove disposizioni del codice degli appalti ne hanno rafforzato l’importanza. Il meccanismo di revisione è obbligatorio per tutti i contratti e viene reso operativo attraverso l’utilizzo degli indici sintetici delle variazioni dei prezzi, definiti dall’Istat e con copertura finanziaria garantita dalle risorse appositamente accantonate.

È importante sottolineare che questa revisione prezzi è un meccanismo di protezione per entrambe le parti, sia per l’appaltatore che per l’appaltante. Per l’appaltatore, la revisione prezzi garantisce una maggiore flessibilità nell’adattare i costi a eventuali variazioni del mercato, mentre per l’appaltante, la revisione prezzi garantisce una maggiore stabilità nei costi, evitando possibili aumenti eccessivi.

Fondi PNRR per finanziare la revisione prezzi

Inoltre, la norma prevede la possibilità di utilizzare i fondi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) per coprire i maggiori oneri derivanti dalla revisione dei prezzi. Ciò significa che i progetti finanziati dal PNRR beneficeranno di maggiori risorse per gestire eventuali variazioni dei costi, garantendo così la loro continuazione e completamento.

In generale, la revisione dei prezzi è una questione cruciale per il settore degli appalti e le nuove disposizioni del codice degli appalti ne hanno rafforzato l’importanza. La sua introduzione è un passo importante per garantire la stabilità dei costi e la flessibilità nell’adattarsi a eventuali variazioni del mercato, sia per l’appaltatore che per l’appaltante. Inoltre, la possibilità di utilizzare i fondi del PNRR per coprire i maggiori oneri derivanti dalla revisione dei prezzi rappresenta un’ulteriore garanzia per la continuazione e il completamento dei progetti finanziati dal PNRR.

Va rilevato altresì che il nuovo Codice degli Appalti si basa su due principi fondamentali, stabiliti nei primi due articoli:

  • il “principio del risultato”, che indica l’interesse pubblico primario del Codice stesso, riguardante l’affidamento e l’esecuzione del contratto con la massima efficienza e il miglior rapporto qualità-prezzo, rispettando i principi di legalità, trasparenza e concorrenza;
  • il “principio della fiducia” nell’azione legittima, trasparente e corretta della PA, dei suoi funzionari e degli operatori economici.

La nuova disposizione va ad innestarsi proprio nell’alveo dei principi giuridici su esposti.

Stefano Colombetti
Stefano Colombettihttps://www.studiolegalecolombetti.it/
Si occupa di diritto civile, penale ed amministrativo sia in ambito giudiziale avanti Giudice di Pace, Tribunale, Corte d’Appello, T.a.r., Consiglio di Stato e Corte di Cassazione, sia nella definizione stragiudiziale delle controversie. Collabora dal 2006 con il Prof. Avv. Ernesto Stajano del Foro di Roma. Ricopre numerosi incarichi con nomina del Tribunale di Milano e di Busto Arsizio quale Delegato alla vendita di immobili sottoposti ad esecuzione, immobili all'asta e quale Amministratore di Sostegno e Tutore; è stato altresì nominato Corrispondente Culturale della Mediterranean Academy of Culture, Tourism and Trade (MACTT), ONG di diritto Maltese ed è fondatore di un Club Rotary in Milano.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

B7 Summit Italy - Canadian Chamber in Italy

Evento pre-B7 Summit – “AI: the missing piece of the productivity puzzle?”

Partecipa all'evento pre-B7 Summit sul futuro dell'intelligenza artificiale, organizzato dalla Canadian Chamber of Commerce in collaborazione con la Canadian Chamber in Italy. Discuti il futuro dell'IA il 15 Maggio a Roma.
Assomalta - Apertura sede di Rappresentanza Napoli

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di...

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.
Interreg Europe Cooperazione regionale 2024 - Imprese del Sud

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

0
Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.
Digital Service Act (DSA) 2024 - Imprese del Sud

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
Diplomi facili nuove regole 2024 - Imprese del Sud

Diplomi facili. In arrivo le nuove Direttive.

Le nuove normative sul rilascio dei diplomi, imporranno limiti agli anni in uno, registro elettronico obbligatorio, regole per il sostegno e l'ammissione di docenti stranieri.
spot_img

Economia

Evento pre-B7 Summit – “AI: the missing piece of the productivity puzzle?”

Partecipa all'evento pre-B7 Summit sul futuro dell'intelligenza artificiale, organizzato dalla Canadian Chamber of Commerce in collaborazione con la Canadian Chamber in Italy. Discuti il futuro dell'IA il 15 Maggio a Roma.

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di Rappresentanza a Napoli.

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
- Advertisement -spot_img