25.6 C
Rome
martedì, Aprile 16, 2024
spot_imgspot_img

“Regioni intelligenti”: l’esempio di Barcellona

Estendere il concetto di smart city oltre i confini delle grandi aree urbane

-

- Advertisment -

Le “regioni intelligenti” sono quelle che non utilizzano soltanto la tecnologia alla ricerca di una maggiore efficienza economica e infrastrutturale, ma cercano altresì di migliorare il coinvolgimento dei cittadini e la qualità della governance, rafforzando a sua volta la loro connessione urbano-rurale.

Una regione intelligente cerca quindi di applicare il più noto concetto di smart city (città intelligente) oltre i limiti delle grandi città. In termini generali, queste regioni intelligenti sono caratterizzate da una strategia di specializzazione intelligente basata su fattori quali:

  • Identificare le risorse locali e ottimizzarle
  • Stabilire una strategia di collaborazione tra i comuni
  • Promuovere la conoscenza condivisa
  • Sviluppare l’interazione tra cittadini e governi locali

Un esempio di questo regione intelligente è il Consiglio Provinciale di Barcellona, che amministra un’area composta da 311 comuni intorno alla capitale catalana, e che mira a garantire il progresso e il benessere di tutti i cittadini della regione. Una sfida difficile, ma facile da affrontare se si potenzia la tecnologia.

Il Consiglio Provinciale di Barcellona sta lavorando a tal proposito insieme ai comuni per migliorare la qualità della vita dei cittadini in un’ottica di sostenibilità da un punto di vista sociale, ambientale ed economico.

Investire in Catalogna: registrati gratis e rivedi il webinar

Il Consiglio promuove quindi lo sviluppo delle infrastrutture di telecomunicazione, come la diffusione della rete in fibra ottica o progetti 5G, che contribuiscono a migliorare il progresso dell’ambiente locale e rafforzare la coesione territoriale. Attraverso questo approccio multipartecipativo, le autorità vogliono ottimizzare le risorse disponibili, fornendo una maggiore efficienza dei servizi attraverso formule innovative all’interno del concetto di smart.

Alcuni dei progetti più notevoli realizzati dalla Provincia di Barcellona sono il Servizio Locale di Teleassistenza, un servizio preventivo e locale che consente ai cittadini di vivere in sicurezza nel loro ambiente familiare ricevendo assistenza immediata in situazioni di di particolari difficoltà o emergenza.

Un’altra iniziativa degna di nota all’interno della strategia Smart Region della Provincia di Barcellona è la piattaforma tecnologica per la gestione urbana (Smart Region Platform), che permette di unificare tutti i dati aggregati dei vari servizi comunali (acqua, energia, mobilità, illuminazione, servizi sociali o stazioni meteorologiche) su uno spazio virtuale comune per ricavare informazioni e conoscenze sui dati, che a loro volta supportano un processo decisionale più consapevole e migliorano l’efficienza dei servizi comunali, aiutando così a costruire città e regioni più sostenibili, o a ridurre episodi di delinquenza.

Allo stesso modo, nell’area culturale ed educativa, la Provincia ha anche promosso l’accesso alla cultura per tutti i cittadini, attraverso la rete di biblioteche comunali, con alcuni servizi digitali sempre più importanti come il catalogo Aladí (9,5 milioni di documenti) o eBiblio, un servizio che permette ai cittadini di prendere in prestito eBooks.

Questi sono solo alcuni esempi di come la Provincia di Barcellona ha sviluppato un solido progetto di regione intelligente, che si è affermato tra i più interessanti anche in occasione dell’iniziativa europea Next2Met, che mira ad aumentare l’attrattiva – per conoscenza, opportunità e capitale – dei territori situati vicino alle aree metropolitane, al fine di ridurre il divario città-periferia.

Questo divario tra la grande città e le sue aree limitrofe, senza interventi mirati, aumenta le disuguaglianze e riduce le pari opportunità dei cittadini. Per evitare questo, Barcellona ha fornito l’ottimo esempio di un territorio connesso e coeso.

Vuoi scoprire le opportunità offerte dalla Catalogna per investimenti e sviluppo di progetti imprenditoriali? Richiedi informazioni o consulenze tramite il seguente form:

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Assomalta - Apertura sede di Rappresentanza Napoli

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di...

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.
Interreg Europe Cooperazione regionale 2024 - Imprese del Sud

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

0
Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.
Digital Service Act (DSA) 2024 - Imprese del Sud

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
Diplomi facili nuove regole 2024 - Imprese del Sud

Diplomi facili. In arrivo le nuove Direttive.

Le nuove normative sul rilascio dei diplomi, imporranno limiti agli anni in uno, registro elettronico obbligatorio, regole per il sostegno e l'ammissione di docenti stranieri.
Interreg Euro-MED secondo bando 2024 - Imprese del Sud

Interreg Euro-MED: aperto il secondo bando 2024

Nel prossimo bando Interreg Euro-MED saranno finanziati progetti che contribuiscono alla transizione verde e digitale del territorio interessato dal programma
spot_img

Economia

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di Rappresentanza a Napoli.

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.

Interreg Euro-MED: aperto il secondo bando 2024

Nel prossimo bando Interreg Euro-MED saranno finanziati progetti che contribuiscono alla transizione verde e digitale del territorio interessato dal programma
- Advertisement -spot_img