18.8 C
Rome
martedì, Settembre 27, 2022
spot_imgspot_img

Rapporto: L’ecosistema dell’ idrogeno in Catalogna

-

- Advertisment -

Lo studio, il primo nel suo genere che esamina il settore dell’ idrogeno verde in Catalogna, è stato presentato lunedì scorso in una conferenza con la partecipazione del Segretario per le Imprese e la Competitività, Albert Castellanos.

L’ ecosistema  dell’idrogeno in Catalogna  è composto da 140 aziende con un fatturato congiunto di 426 milioni di euro e genera oltre 1.300 posti di lavoro. Questi alcuni dei principali dati del rapporto  ‘Idrogeno verde in Catalogna’, redatto da  ACCIÓ-Catalonia Trade & Investment .

L’importanza strategica dell’idrogeno

L’idrogeno  può essere prodotto da varie fonti. Come dettagliato nel rapporto, può essere classificato in un massimo di otto tipi, suddivisi in diversi colori a seconda del metodo per ottenerli. L’idrogeno verde, che si ottiene mediante elettrolisi dell’acqua utilizzando fonti di energia rinnovabile come l’energia idraulica, eolica o solare, è l’unica variante climaticamente neutra.

Il fatturato globale del settore, infatti, raggiungerà i 16.540 milioni di dollari nel 2025, con una crescita del 56% anno su anno. Il potenziale di questa risorsa per la decarbonizzazione dell’economia sta trainando gli investimenti globali in quest’area, che saranno oltre 340.000 milioni di dollari fino al 2030, favoriti dal calo dei costi della sua produzione, che saranno del 62% nel 2030 rispetto al 2020.

Durante il suo intervento nella presentazione dello studio, Castellanos ha sottolineato che “l’idrogeno verde è strategico per la Catalogna e un elemento chiave per realizzare un modello energetico sostenibile, distribuito e decentralizzato”.

Allo stesso modo, il Segretario per gli Affari e la Competitività ha aggiunto che “la Catalogna ha una concentrazione unica di fattori che la rendono particolarmente adatta allo sviluppo dell’idrogeno verde, come la leadership indiscussa nel settore chimico, una solida base industriale e le competenze tecnologiche e di know-how per implementare questo vettore energetico”.

Un settore in crescita in Catalogna

Le aziende che compongono l’ecosistema dell’idrogeno in Catalogna operano principalmente (61%) nel processo di  trasformazione dell’idrogeno, mentre il 23% è coinvolto nella fase di produzione.

Più della metà sono aziende esportatrici (55%) e con un fatturato di oltre 10 milioni di euro (58%). L’82% del totale, infatti, registra già un fatturato di oltre un milione di euro.

Iniziative per potenziare l’idrogeno verde in Catalogna

Anche la Catalogna  ha una situazione che favorisce il dispiegamento dell’ecosistema dell’idrogeno, con otto centri tecnologici e di ricerca che studiano questa risorsa. 

Secondo Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea, infatti, i fondi di “Next Generation EU stanno trasformando la Catalogna in una valle europea dell’idrogeno” .

Nel 2021 è stato lanciato un master in Tecnologie dell’idrogeno, promosso dal Politecnico catalano e dall’Università di Rovira e Virgili, mentre il resto dell’offerta formativa e universitaria si inquadra nel campo delle energie rinnovabili.

Ci sono anche diverse iniziative importanti in Catalogna che lavorano per promuovere l’uso dell’idrogeno verde. Uno è il corridoio dell’idrogeno dell’Ebro che coinvolge altre tre regioni della Spagna: Aragona, Navarra e Paesi Baschi.

Ha un obiettivo di 400 MW di produzione di idrogeno verde nel 2025 e 1,5 GW nel 2030, oltre a una rete di 20 stazioni di idrogeno entro il 2025 e 100 nel 2030, per non parlare di 250.000 tonnellate di prodotti di idrogeno verde  entro il 2030.

Un’altra iniziativa, la Valle dell’Idrogeno della Catalogna, è composta da 144 aziende, 11 cluster e associazioni, 41 enti pubblici e 8 centri di ricerca. 

E, infine, c’è H2ValleyCAT, uno dei 27 progetti emblematici selezionati per candidarsi al Next Generation EU Fund per potenziare l’idrogeno verde in Catalogna e che ha un budget di 6,6 miliardi di euro.

Un impatto trasversale

L’Unione Europea vuole diventare il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050, quindi sta promuovendo la propria strategia per lo sviluppo dell’idrogeno verde , un elemento che può svolgere un ruolo chiave nella decarbonizzazione dell’economia e, soprattutto, nella trasformazione dell’industria.

Secondo lo studio di  ACCIÓ-Catalonia Trade &Investment , infatti, l’idrogeno verde può essere un elemento chiave per la sostenibilità in settori diversi come la mobilità, l’edilizia, l’energia o la stessa industria.

Scarica il rapporto  Green Hydrogen in Catalogna

Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

nautica da diporto bonus sud

Nautica da diporto, chiarimenti per il bonus SUD

Pubblicati i chiarimenti per la nautica da diporto, da parte dell'Agenzia delle Entrate, per usufruire dell'agevolazione fiscale.
Appalti aggregazione stazioni appaltanti

Appalti, i comuni dovranno unirsi nelle aggiudicazioni

Resteranno attive solo 12.000 tra stazioni appaltanti e centrali di committenza, per l'aggiudicazione degli appalti.
Console generale d'Italia Luca Zelioli

Canada. Insediato il nuovo Console Generale d’Italia

Originario di Reggio Emilia, Luca Zelioli è il nuovo Console generale d'Italia che si è insediato a Toronto.

L’Unione europea e le interferenze nel commercio internazionale

Un nuovo strumento anti-coercizione dell'Europa per difendere il commercio internazionale dall'interferenza di stati esteri.
Inail Costo del lavoro Aumento Luglio 2022

INAIL. Il Governo aumenta i premi

A partire da luglio 2022, i premi Inail sono diventati più cari per le Imprese. Stangata sul costo del lavoro da parte del Governo.
spot_img

Economia

Appalti, i comuni dovranno unirsi nelle aggiudicazioni

Resteranno attive solo 12.000 tra stazioni appaltanti e centrali di committenza, per l'aggiudicazione degli appalti.

Canada. Insediato il nuovo Console Generale d’Italia

Originario di Reggio Emilia, Luca Zelioli è il nuovo Console generale d'Italia che si è insediato a Toronto.

L’Unione europea e le interferenze nel commercio internazionale

Un nuovo strumento anti-coercizione dell'Europa per difendere il commercio internazionale dall'interferenza di stati esteri.

Il CETA compie 5 anni: sempre più paesi verso la ratifica

Oggi ricorre il quinto anniversario dell’entrata in vigore provvisoria dell’accordo economico e commerciale globale UE-Canada (CETA). L'accordo rimane un...
- Advertisement -spot_img