7 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023
spot_imgspot_img

Quarantene: lo Stato ci ripensa e non rimborsa le aziende

La beffa ai danni delle aziende con il Dl Fiscale

-

- Advertisment -

Il dl Fiscale cancella la norma del decreto Cura Italia che attribuiva allo Stato l’onere economico delle quarantene, sia per la quota a carico dei datori di lavoro che per quella a carico dell’Inps.

Le quarantene dei lavoratori dipendenti per contagio da Covid-19, dunque, che prima erano equiparate a una malattia, da oggi sono completamente a carico delle aziende per tre giorni, e a metà tra le aziende stesse e l’Inps dal quarto al ventesimo giorno, considerando che la durata media di una quarantena è di circa due settimane

La doccia fredda per il mondo delle imprese è già quantificata: le stime della relazione tecnica al dl Fiscale ipotizzano che gli imprenditori non avranno rimborsi per complessivi 198 milioni di euro per il 2020 e 183 milioni per il 2021. Ai quali si aggiungono la metà dei rimborsi degli oneri di malattia dopo il terzo giorno di quarantena.

Il dl Fiscale, per la precisione, ha superato il concetto di equiparazione a malattia del periodo trascorso in quarantena dai lavoratori del settore privato, ai fini del trattamento economico e dell’esclusione dal computo nel periodo di comporto, come previsto dal comma 1 dell’art. 26 del dl n. 18/2020 (c.d. decreto Cura Italia). Lo stesso articolo, al comma 5, disponeva che i relativi costi, a carico dei datori di lavoro e a carico dell’Inps, fossero sostenuti dallo Stato, all’uopo stanziando le risorse per l’anno 2020.

Questa forma di tutela, che aveva sicuramente garantito una boccata d’ossigeno per il mondo dell’impresa, era stata estesa anche per l’anno in corso dalla legge Bilancio 2021 (art. 1, comma 482, della legge n. 178/2020), ma senza nuovi stanziamenti di risorse. Ciò è bastato all’Inps per giustificare la decisione che sulle quarantene di quest’anno i lavoratori non avrebbero più avuto diritto alla tutela della malattia.

Sono passati quindi poco meno di due anni dal primo decreto Cura Italia, durante i quali gli imprenditori hanno sempre pensato di avere un rimborso sulle quarantene pari a quello delle malattie. E solo oggi trovano l’amara sorpresa: questi rimborsi non ci saranno, e i costi graveranno sui bilanci aziendali, anziché su quelli dello Stato.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img