21.7 C
Rome
domenica, Maggio 22, 2022
spot_imgspot_img

Filtro del carburante: quando e come si cambia

-

- Advertisment -

Come noto, benzina e gasolio contengono spesso elementi impuri esterni, che possono causare seri danni al motore ed ai suoi componenti, arrivando in certi casi addirittura a compromettere l’avviamento stesso della macchina. Un elevato consumo di carburante, un aumento delle emissioni di sostanze nocive nell’ambiente, l’arresto improvviso del veicolo e la comparsa di strani rumori durante il funzionamento della pompa di alimentazione sono solo alcuni tra gli ulteriori problemi che una benzina o un gasolio impuro possono a lungo andare provocare. Pertanto questo problema non va sottovalutato ed è consigliabile preoccuparsi che il filtro del carburante funzioni in modo regolare e che venga sostituito a tempo debito.

Immagine del filtro del carburante presa dal sito web tuttiautopezzi.it

Il filtro del carburante assolve sostanzialmente alla funzione di filtrare il carburante, trattenendo le sostanze esterne e facendo in modo che esso entri in circolo nella forma più pura possibile. Non c’è bisogno di specificare che maggiore è la purezza del carburante, maggiori saranno anche le prestazioni della vettura.

In commercio si trovano due tipi di filtri di carburante, a seconda che si tratti di un motore a benzina o a gasolio.

  • A benzina – In questi veicoli il filtro carburante si trova in genere nella parte posteriore del sotto-scocca. Questo filtro si compone di una cartuccia filtrante, di materiale cellulosico, che ha la forma di una fisarmonica. Un’ispezione regolare di questo accessorio dovrebbe aver luogo ogni 10.000 km di percorrenza, mentre il suo cambio dovrebbe avvenire ogni 15.000-30.000 km.
  • A gasolio – In questi veicoli il filtro assolve anche alla funzione di scindere il carburante dall’acqua, ai fini di evitare dei danni agli iniettori ed alla pompa ad alta pressione. Nelle vetture diesel questo accessorio si trova di solito tra la pompa e gli iniettori o tra il serbatoio e la pompa carburante. Il periodo di durata del filtro è differente a seconda della marca e del modello d’auto. Esso dovrebbe comunque essere sostituito una volta raggiunti i 50.000 km di percorrenza.

Il cambio del filtro carburante è un’operazione abbastanza complessa, che dovrebbe essere preferibilmente affidata ad un meccanico. Se tuttavia si ha una certa confidenza con le parti meccaniche della propria auto, si può anche fare il cambio da soli.

Prima di iniziare, occorre procurarsi quanto segue: un martinetto, una pinza, un contenitore per lo spurgo del serbatoio, un cacciavite a stella e un nuovo filtro carburante, preferibilmente della marca consigliata dal produttore.

Ecco i passi fondamentali da seguire.

  • Bloccare le ruote e sollevare l’auto con l’ausilio di un martinetto.
  • Individuare la vite di spurgo per far defluire il carburante presente nel serbatoio, che sarà raccolto nell’apposito contenitore.
  • Svitare gli elementi di fissaggio del filtro.
  • Installare il nuovo filtro e collegarlo al sistema di alimentazione.

Dopo aver effettuato l’installazione, è consigliabile accertarsi subito se l’auto si avvia senza problemi.

spot_imgspot_img
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

imprese agricole

Imprese agricole: via al Fondo investimenti innovativi

A partire dal 23 maggio e fino al 23 giugno 2022, le micro, piccole e medie imprese agricole potranno richiedere le agevolazioni del Fondo per...
ceta business forum

CETA Business Forum: una ricca agenda per i settori del futuro

Sale l'attesa per il CETA Business Forum, il primo grande evento di business online interamente dedicato ai rapporti tra Unione Europea e Canada: l'appuntamento...

Circa 600 domande per valorizzare i beni confiscati alla mafia

Sono state 605 le domande per accedere alle risorse messe a disposizione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la valorizzazione di beni confiscati alla...
south working

“Il futuro dello smart working parte dal Sud” 

Dallo scorso 21 aprile 2022 è disponibile in libreria e sulle più importanti piattaforme il libro dell’associazione South Working – Lavorare dal Sud dal...
ceta business forum

CETA Business Forum: aperte le iscrizioni

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per il CETA BUSINESS FORUM, il primo grande evento di matching online rivolto alle aziende e ai professionisti che...
spot_img

Economia

Imprese agricole: via al Fondo investimenti innovativi

A partire dal 23 maggio e fino al 23 giugno 2022, le micro, piccole e medie imprese agricole potranno richiedere...

Calcolo ad alte prestazioni (HPC): le sovvenzioni UE

Nel quadro del programma Europa Digitale la Commissione europea ha lanciato un invito a presentare proposte per sovvenzioni nel...

Digitalizzazione Pmi: il nuovo bando DIH-World

Il progetto europeo DIH-World finanziato da Horizon 2020 ha lanciato il suo secondo bando aperto per esperimenti digitali a...

Costi di transazione per intermediari della finanza sociale: il nuovo bando

Nell’ambito della componente EaSI del FSE+ è stato pubblicato il bando “Costi di transazione a sostegno degli intermediari della...
- Advertisement -spot_img