7.3 C
Rome
giovedì, Febbraio 2, 2023
spot_imgspot_img

Nuovo codice fallimentare: slitta l’entrata in vigore

-

- Advertisment -

Il codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza non entrerà più in vigore il 15 agosto 2020, bensì il 1° settembre 2021, a più di un anno di distanza, in corrispondenza della riapertura dei tribunali dopo il periodo feriale. Lo prevede la bozza di testo appena diffusa riguardante il decreto legge sulla liquidità delle imprese.

La decisione è arrivata con una modifica al comma 1° dell’art. 389 del dlgs 14, contenente tutte le nuove disposizioni in materia di fallimento d’impresa: soggetti che partecipano alla regolazione della crisi ed insolvenza, le procedure di allerta e composizione assistita, i nuovi strumenti di regolazione della crisi, le nuove regole sulla liquidazione giudiziale, quelle relative all’insolvenza dei gruppi di imprese e sulla liquidazione coatta amministrativa, le nuove disposizioni penali e del lavoro.

Allo stesso tempo sono stati sterilizzati fino al 31 dicembre 2020 anche gli effetti delle perdite delle società ed i conseguenti obblighi di ricapitalizzazione e liquidazione. Nessuna proroga è stata invece prevista per la nomina dei sindaci e revisori.

Lo slittamento è motivato in primis dal sistema delle misure di allerta volte a provocare l’emersione anticipata della crisi delle imprese, pensato in riferimento a un quadro economico stabile e caratterizzato soltanto da oscillazioni fisiologiche. L’emergenza coronavirus ha consegnato invece una situazione straordinariamente negativa che colpisce l’intera economia mondiale: e la crisi di molte imprese proprio a questo sarà riconducibile.

Il codice della crisi ha inoltre l’obiettivo del più ampio possibile salvataggio delle imprese e della loro continuità, adottando lo strumento liquidatorio come soluzione estrema. Nel contesto attuale, invece, il Codice non sarebbe in grado di perseguire tali obiettivi.

Le imprese, infine, in questa situazione emergenziale necessitano di una stabilità normativa, che non li esponga di fronte a novità e relative incertezze che sarebbero legate al codice fallimentare.

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img