6 C
Rome
venerdì, Gennaio 28, 2022
spot_imgspot_img

Nuovi incentivi ISMEA per gli agricoltori del domani

Nell’ambito delle politiche di sviluppo del settore agricolo e agroalimentare, ISMEA concede agevolazioni.

-

- Advertisment -

L’agricoltura e l’innovazione imprenditoriale al centro delle scelte politiche ed economiche del futuro. I giovani imprenditori agricoli del Centro Nord potranno accedere al mix di finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto finora previsto dal bando ISMEA, sul modello della misura Resto al Sud per il Mezzogiorno. Nell’ambito delle politiche di sviluppo del settore agricolo e agroalimentare, ISMEA concede agevolazioni per sostenere il ricambio generazionale e lo sviluppo delle imprese agricole a prevalente o totale partecipazione giovanile.

I criteri per la concessione degli incentivi ISMEA sono stati definiti con il decreto del 18 gennaio 2016 e poi aggiornati dopo che il decreto Mezzogiorno ha esteso la misura Resto al Sud alle imprese agricole. Si prevedono condizioni più favorevoli per l’avvio e lo sviluppo di imprese nelle regioni meridionali. Al regime di aiuto basato su un mutuo agevolato, a tasso zero, per un importo non superiore al 75% delle spese ammissibili si è aggiunta, solo per le regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, la possibilità di ottenere un mutuo agevolato, a un tasso pari a zero, di importo non superiore al 60% della spesa ammissibile accompagnato da un contributo a fondo perduto fino al 35% della spesa ammissibile. Le agevolazioni sono concesse sia per operazioni di subentro, cioè di cessione di un’intera azienda agricola a favore di un’impresa a totale o prevalente partecipazione giovanile, che per l’ampliamento e l’ammodernamento di aziende agricole esistenti già condotte da giovani. In entrambi i casi sono ammessi investimenti fino a un importo complessivo non superiore a 1,5 milioni di euro. I beneficiari delle agevolazioni sono le micro, piccole e medie imprese organizzate sotto forma di ditta individuale o di società, composte da giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti, attive nei settori della produzione e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

A salutare positivamente il lancio del bando è UNCI Agroalimentare che attraverso il suo presidente Gennaro Scognamiglio ha dichiarato: “Noi siamo colti favorevolmente da questo bando che crea opportunità per i giovani, mettendo al centro anche la storica vertenza della banca delle terra, senza dimenticare l’importanza della sostenibilità e dell’innovazione. Ci sono tantissimi terreni abbandonati e attraverso la strategia del bando ISMEA e la valorizzazione del censimento dei tanti terreni incolti rientranti nei patrimoni dei comuni si può aiutare i giovani ad avvicinarsi all’agricoltura, incentivando modelli di sostenibilità e di innovazione per l’agricoltura del domani“.

Incentivare l’agricoltura contemporanea vuole dire puntare sulle giovani generazioni, favorendo la nascita di giovani professionisti che sappiano coniugare la tutela del territorio, la sostenibilità e la crescita economica dell’economia agricola. Per favorire il ricambio generazionale nel settore, secondo Coldiretti, serviranno anche interventi per favorire l’accesso alla terra, al credito e alla formazione, e bisognerà confermare la misura del Piano nazionale di ripresa e resilienza che prevede aiuti maggiorati del 20% per i contratti di filiera posti in essere da giovani agricoltori. Tra le ipotesi anche Piani nazionali di sviluppo rurale per investimenti in ambiti specifici, come ad esempio nel settore idrico, in sinergia con le opportunità provenienti dal Recovery.

Per accedere ai contributi affidati al supporto di Euromed International Trade.

spot_imgspot_img
Domenico Letizia
Giornalista.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

fondo sace simest

Fondo SACE SIMEST: quasi un miliardo alle Pmi

0
Il fondo per l'internazionalizzazione gestito da Simest ha finora incassato 6.500 domande di agevolazione per 912 milioni di euro circa.
Menotti Lippolis

Menotti Lippolis: “L’Italia rischia di perdere l’occasione del PNRR”

L'intervento del presidente di Confindustria Brindisi, Gabriele Menotti Lippolis, al quotidiano economico e finanziario Borsen-Zeitung.

MACTT rilancia il corso online di Europrogettazione

E' disponibile online il nuovo Corso di Europrogettazione promosso dalla MACTT (Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade): quindici ore di lezione con esperti...

Istruzione: un passaporto per l’innovazione e il successo

0
Mentre la disoccupazione continua a seguire una curva ascendente, una grande maggioranza di aziende si lamenta della carenza di talenti, avendo difficoltà a trovare...

ASCAME e WestMED: alleanza per l’economia blu

ASCAME e WestMED hanno firmato un memorandum d'intesa con l'obiettivo di creare una collaborazione nella promozione dell'economia blu
spot_img

Economia

Fondo SACE SIMEST: quasi un miliardo alle Pmi

Il fondo per l'internazionalizzazione gestito da Simest ha finora incassato 6.500 domande di agevolazione per 912 milioni di euro circa.

Competitività, digitalizzazione ed economia circolare: il bando per le Pmi del Veneto

Sostenere la competitività, la digitalizzazione e l'economia circolare: è l'obiettivo del nuovo bando della Regione Veneto per le Pmi.

Euromed presenta il “Voucher Internazionalizzazione”

Euromed International Trade presenta il nuovo Voucher Internazionalizzazione, rivolto a tutte le imprese che nel 2022 intendono avviare un...

Sustainability Partnerships: il bando per le Pmi

È aperto il bando “Sustainability Partnerships for SMEs adopting more sustainable practices”, promosso dall'Agenzia esecutiva del Consiglio europeo dell'innovazione...
- Advertisement -spot_img