7.3 C
Rome
giovedì, Febbraio 2, 2023
spot_imgspot_img

Nuova burocrazia per gli operatori sanitari (in piena emergenza)

Il ministero delle Finanze pensa a raccogliere i dati dei contribuenti per l'Agenzia delle Entrate

-

- Advertisment -

In un grave periodo di emergenza come quello attuale dovrebbero esserci delle priorità. E chi si occupa della salute dei cittadini dovrebbe essere lasciato nelle condizioni di concentrarsi sul proprio lavoro. Invece il Ministero delle Finanze, come fosse un momento qualunque, con un apposito Decreto si è spinto a chiedere a tutti gli operatori sanitari la ricostruzione dei dati relativi ai pagamenti delle fatture dal 01.01.2020: il tutto da inviare al Sistema Tessera Sanitaria entro il prossimo 31 Gennaio 2021. E non è tutto: dall’inizio del prossimo anno, infatti, quando l’emergenza probabilmente non sarà ancora terminata, l’invio di questi dati dovrà avvenire mensilmente.

Tali novità sono state introdotte con il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 19 ottobre, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 270 del 29 ottobre 2020. Tra i dati da inviare, dovranno essere specificate le modalità di pagamento delle spese sanitarie e veterinarie scelte dal contribuente nel corso dell’anno. Da qui, il sistema T.S li metterà a disposizione dell’Agenzia delle Entrate ai fini del loro inserimento nella dichiarazione precompilata.

L’invio dei dati riguarda tutti i soggetti maggiormente coinvolti dalla crisi sanitaria tornata alla ribalta nelle ultime settimane con una nuova ondata: aziende sanitarie locali, aziende ospedaliere, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, policlinici universitari, farmacie pubbliche e private, presidi di specialistica ambulatoriale, strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari e gli iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

E’ proprio il caso di dire che nemmeno il Covid-19, che in pratica ha bloccato tutto, non è riuscito a frenare la burocrazia e gli adempimenti che possono essere definiti, se non inutili, quantomeno non prioritari. Semmai proprio nella burocrazia, con la complicità dello Stato e delle istituzioni finanziarie, il Covid-19 ha trovato un ottimo alleato per mettere definitivamente in ginocchio le persone anche da un punto di vista psicologico.

Di seguito condividiamo il testo del Decreto, la nuova lenzuolata di adempimenti a carico degli operatori sanitari: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/10/29/20A05834/sg

Il commento di Sergio Passariello, fondatore di Imprese del Sud, non fa sconti quanto gli stessi burocrati: “Effettivamente tutto sembra tranne che siamo in una fase emergenziale. La burocrazia italiana è l’unico settore che non ha subito nessuna modifica sostanziale. Anzi, al contrario: diventa sempre di più la zavorra che frena il paese e di cui dobbiamo liberarcene al più presto.

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img