17.8 C
Rome
sabato, Aprile 17, 2021
spot_imgspot_img

“Nazioni Unite” per la qualità dell’acqua

Quest'anno MedaWeek ha deciso di dedicare una particolare attenzione alla promozione, valorizzazione e tutela dell'acqua.

-

- Advertisment -spot_img

Barcellona torna ad ospitare una nuova edizione della Settimana mediterranea dei leader economici (MedaWeek Barcelona 2020) con un occhio alle nuove opportunità legate alla sostenibilità e all’energia verde come pilastri per lo sviluppo sostenibile del bacino del Mediterraneo, in epoca di pandemia sanitaria. Quest’anno MedaWeek ha deciso di dedicare una particolare attenzione alla promozione, valorizzazione e tutela dell’acqua. Il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) con la collaborazione della Confederazione Svizzera ha lanciato una rete globale di esperti, professionisti, imprenditori e attivisti politici con la visione comune di assistere la comunità politica globale nell’affrontare le questioni chiave legate alla qualità dell’acqua e all’impatto di tale patrimonio fondamentale per le attività economiche, politiche e per il benessere sociale.

Durante i lavori di Barcellona enorme importanza è stata posta all’idea di coinvolgere un ampio spettro di organizzazioni internazionali, imprenditoriali, individualità e politici per dare avvio ad un’iniziativa globale al fine di generare nuova consapevolezza in rapporto al tema della qualità e della certificazione dell’acqua. Unire talenti, energia ed entusiasmo per raggiungere l’obiettivo di sviluppo sostenibile numero “sei” stabilito dalle Nazioni Unite. Gli esperti hanno chiaramente ribadito che, dall’inizio del nuovo secolo, esiste l’urgenza e la necessità di promuovere e diffondere nuove politiche di gestione e amministrazione del bene acqua attraverso nuove proposte da parte delle amministrazioni regionali e comunali per garantire iniziative e risultati misurabili sulle pratiche utilizzate per la gestione dell’acqua. Tali pratiche devono coinvolgere la società civile, il mondo della ricerca scientifica e il settore privato evidenziando il problema dell’accesso all’acqua come tema fondamentale sul quale dibattere.

La partecipazione ai lavori di Barcellona di organizzazioni quali l’Association of the Mediterranean Chambers of Commerce and Industry (Ascame) e di esperti internazionali delle Nazioni Unite vuole essere un passo importante per ragionare della tematica in ottica di Mediterraneo. Sviluppare iniziative tra il mondo economico, imprenditoriale e quello della società civile per generare iniziative e “migliori pratiche” da poter imitare nei vari contesti del bacino comune. Garantire attività di comunicazione e capitalizzazione di progetti modulari in rapporto ai temi della Crescita Blu al fine di aumentare l’impatto dei progetti migliori verso obiettivi comuni già identificati dalla comunità internazionale.

Sviluppare una comunità innovativa per consentire un approccio multidisciplinare e integrativo tra progetti modulari e stakeholder in chiave transnazionale. Tale approccio è, infatti, condizione essenziale per supportare i cluster mediterranei nei loro importanti e intensi processi di attività transnazionale legate alla promozione del patrimonio liquido. Accompagnare attivamente le attività correnti dell’UNEP, per quanto concerne il monitoraggio, la valutazione, il coordinamento e lo sviluppo di strumenti di politica ambientale, compresi i regolamenti giuridici e le convenzioni ambientali, per la gestione dell’acqua dolce, la gestione degli ecosistemi, la biodiversità, l’uso efficiente delle risorse, l’economia verde e i modelli di produzione e di consumo sostenibile.

spot_imgspot_img
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Ultime news

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

0
Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

La Canadian Chamber in Italy si rinforza

0
La Canadian Chamber in Italy è pronta a rilanciare la sua attività con un direttivo rafforzato per favorire le relazioni tra Canada e Italia.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa equa e sostenibile di cui...
spot_img

Economia

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa...

Plastic free e car sharing: due proposte per il rilancio

Promuovere il taglio dell'utilizzo di plastiche monouso all'interno delle aziende e incentivare il car sharing per i dipendenti.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img