22.4 C
Rome
lunedì, Luglio 4, 2022
spot_img

La promozione dell’olio italiano negli USA

L'Italia punta a far conoscere ai distributori Usa l'importanza che attribuisce al controllo della tracciabilità e della qualità dell'olio di oliva.

-

- Advertisment -

L’olio di oliva italiano è conosciuto in tutto il mondo. Le qualità nutrizionali di questo prodotto simbolo dell’Italia meritano la dovuta attenzione e conoscenza in tutti i mercati esteri. Un recente evento online organizzato dal Ministero dell’Agricoltura italiano, in particolare, dall’Ispettorato centrale per la protezione della qualità e la repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari (dipartimento attivo nel controllo della qualità dell’olio italiano e della tracciabilità degli ingredienti), in collaborazione con la North American Olive Oil Association (NAOOA), che rappresenta circa i 2/3 delle imprese che comprano e vendono olio italiano negli USA e l’Associazione delle donne italiane dell’olio d’oliva, che riunisce produttori ed esperti che si impegnano a promuovere una corretta immagine dell’olio d’oliva nel mondo, ha lanciato un importante webinar per diffondere le peculiarità e l’importanza dell’olio di oliva italiano all’interno del mercato statunitense.

Il webinar ha l’obiettivo di far conoscere ai distributori USA l’importanza che l’Italia attribuisce al sistema di controllo della tracciabilità e della qualità del prodotto, approfondendo gli standard commerciali e di controllo delle aziende europee e relazionando su quanto avviene a livello statunitense. Scopo dei lavori online è quello di fornire un quadro completo sulle peculiarità dell’olio extravergine di oliva prodotto in Italia, analizzando le diverse qualità di prodotto e incentivando le imprese italiane a relazionarsi maggiormente sulle opportunità derivanti dal mercato USA.

Il mercato americano si riconferma il maggiore importatore di olio di oliva mondiale superato solo dalle esportazioni all’interno del contesto europeo. La presenza di olio d’oliva sulle tavole americane è cresciuta negli ultimi anni ed è a tutt’oggi in continuo aumento. L’olio d’oliva extravergine italiano domina il mercato statunitense e l’Italia è riconosciuta nell’immaginario collettivo come la patria dell’olio di oliva. Dal 2002 al 2018 le esportazioni di olio di oliva negli USA sono raddoppiate. Le analisi statistiche indicano un raddoppio anche del consumo di olio da tavola tra i consumatori americani. Come sempre accade in queste situazioni, la crescita delle vendite attira nuovi concorrenti e attualmente il mercato USA è saturo con la presenza di produttori di olio tunisini, greci, argentini, turchi e americani poiché la California realizza una robusta produzione di olio di oliva.

Gli esportatori italiani puntano soprattutto a vendere olio di oliva extravergine in bottiglia in America. Questa strategia di vendita offre un importante vantaggio nei confronti della concorrenza, come quella spagnola, perché l’Italia domina l’immagine di marca nella vendita di olio di oliva negli USA. In un mercato saturo come quello americano il rischio è quello della sostituzione: i consumatori americani cominciano a comprare olio di oliva di provenienza di altri paesi e poi non tornano più a comprare olio di oliva italiano. La sfida è quella di comunicare e divulgare le eccezionalità del proprio prodotto al consumatore e di emergere tra i tanti produttori di olio di oliva che negli USA oramai affollano gli scaffali dei supermercati, degli specialty store e dei siti di Ecommerce.

Usare il packaging per connettersi con il consumatore locale ed avviare una conversazione può essere importante per le imprese italiane. Includere il link ad una pagina web dove di parla del prodotto e della storia del territorio, presentare saggi e articoli che descrivono i processi culturali, storici e alimentari che vi sono dietro il prodotto è la chiave giusta per differenziarsi.

Euromed International Trade aiuta a migliorare la reputazione e l’autorevolezza delle aziende del settore sul web analizzando a fondo la rete, con strategie di comunicazione digitale verticalizzate sul brand e il progetto specifico d’internazionalizzazione. Un nuovo modo di ripensare alla promozione dell’olio di oliva all’interno del marcato USA.

  • Contattaci per info

  • spot_imgspot_img
    Domenico Letizia
    Domenico Letizia
    Giornalista.
    Scopri l'offertaMedia partner

    Ultime news

    esportazione

    Non imponibilità: i documenti per dimostrare l’esportazione

    In tema di esportazioni al di fuori del territorio dell'UE, ai fini della fruizione del regime di non imponibilità, la destinazione dei beni all’esportazione...
    turismo

    Turismo, il bando RESETTING per Pmi digitali e sostenibili

    Sul portale Funding&Tender opportunities è stato pubblicato il bando RESETTING, per il rilancio del turismo sostenibile e intelligente europeo attraverso la digitalizzazione e l’innovazione. Il...
    brevetti

    Protezione brevetti: il 50% dei proventi resta all’inventore

    Un intervento organico a tutela della proprietà industriale che punta a rafforzare la competitività tecnologica e digitale delle imprese e dei centri di ricerca nazionali...

    Nuovo bonus per le imprese agricole e agroalimentari

    Pronte le regole per fruire del nuovo bonus previsto per il settore dell’agricoltura italiana, ilcredito d’imposta diretto a supportare le reti di imprese agricole...
    imprese servizi

    Cresce il fatturato delle imprese di servizi

    Nel primo trimestre 2022 l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi cresce del 2,8% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un aumento, in...
    spot_img

    Economia

    Turismo, il bando RESETTING per Pmi digitali e sostenibili

    Sul portale Funding&Tender opportunities è stato pubblicato il bando RESETTING, per il rilancio del turismo sostenibile e intelligente europeo...

    Nuovo bonus per le imprese agricole e agroalimentari

    Pronte le regole per fruire del nuovo bonus previsto per il settore dell’agricoltura italiana, ilcredito d’imposta diretto a supportare...

    C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

    I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero...

    Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027: le aree tematiche

    La programmazione del ciclo 2021-2027 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (leggi che cos'è) giunge in una...
    - Advertisement -spot_img