19.8 C
Rome
lunedì, Agosto 2, 2021
spot_imgspot_img

La Corte dei Conti boccia la riforma del danno erariale

L'esito dell'audizione dei magistrati contabili in Senato

-

- Advertisment -

La riforma del danno erariale contenuta nel decreto Semplificazioni viene bocciata dalla Corte dei Conti.

La misura limitava la responsabilità dei soggetti sottoposti alla giurisdizione della Corte ai soli casi di dolo, tranne che per i danni cagionati da omissione o inerzia, a partire dal 17 luglio, data di entrata in vigore del decreto, e fino al 31 luglio 2021.

Secondo la Corte il provvedimento deresponsabilizza l’operato dei pubblici dipendenti minando alla base qualsiasi processo di selezione meritocratica degli stessi, in quanto si rinuncia a richiedere il risarcimento dei danni commessi con somma imperizia, imprudenza e negligenza.

A esprimersi in tal senso con una requisitoria piuttosto critica è stata una delegazione della Corte Conti, composta dal presidente Angelo Buscema e dai magistrati delle sezioni riunite in sede di controllo Mauro Orefice (relatore), Francesco Petronio e Angelo Quaglini, tutti convocati in audizione dinanzi alle commissioni Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del Senato.

I magistrati contabili hanno sottolineato come l’eliminazione, seppur temporanea, della responsabilità da danno erariale per fatti commessi con colpa grave contrasti con l’introduzione di nuove previsioni di responsabilità erariale riferite a condotte sia omissive che commissive: basti pensare all’obbligo di motivare la mancata stipula del contratto nel termine previsto, che nello stesso articolo del decreto stabilisce come la condotta venga valutata ai fini della responsabilità erariale e disciplinare del dirigente preposto.

Gabriele Fava, vicepresidente del consiglio di presidenza della Corte dei Conti, ha chiesto al parlamento di valutare la possibilità di integrare il testo in relazione alla colpa grave, ampliando il campo di intervento con altri strumenti propri delle funzioni della Corte, quali il controllo preventivo di legittimità e l’attività consultiva nelle materie di contabilità pubblica, che produrrebbe l’effetto di rendere più certa e tempestiva l’attività dei dirigenti pubblici quali responsabili unici dei procedimenti, che troppo spesso si trovano in situazioni incerte e poco chiare.

Ultime news

L’appello di UNCI Agroalimentare: “Salviamo la pesca a strascico”

I danni ambientali, il depauperamento delle acque, le compromissioni degli habitat marini, l’alterazione delle biodiversità e lo sfruttamento degli stock ittici hanno un colpevole:...

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

0
È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo di fornire finanziamenti iniziali per...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

0
La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

Illegittimo il recupero non fondato su gravi incongruenze

0
Risulta illegittimo un recupero fiscale che non sia fondato su gravi incongruenze, le quali devono considerare la storia del contribuente e l'andamento del mercato...

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

0
L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.
spot_img

Economia

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.

Appalti pubblici: l’UE invita alla rivoluzione

La Commissione europea ha proposto un documento di orientamento che illustra gli aspetti che gli acquirenti pubblici dovrebbero conoscere...
- Advertisement -spot_img