La cooperazione digitale tra Unione Europea e Unione Africana

Digital4Development (D4D) è la piattaforma che promuove la cooperazione digitale tra l'Europa e i partner dell'Unione Africana.

-

- Advertisment -

Nell’ambito della progettualità di “Team Europe“, oltre 60 milioni di euro di fondi dell’Unione Europea sono stati riorientati verso misure di risposta digitale immediata per aiutare i paesi partner a rafforzare la resilienza a lungo termine dei loro sistemi socioeconomici. Inoltre, con il 20% delle risorse di Next Generation EU destinate alla transizione digitale, nel quadro del prossimo settennato l’Unione Europea aumenterà gli investimenti nei partenariati digitali con l’Africa. Digital4Development (D4D) è la piattaforma che promuove la cooperazione tra l’Europa e i partner internazionali nel campo della digital transition. La prima componente regionale operativa è dedicata alla collaborazione con l’Unione africana. I partecipanti al gruppo del partenariato Unione europea – Unione africana sulla trasformazione digitale hanno ribadito l’importanza presente e del prossimo futuro di salvaguardare la sovranità digitale e i dati dell’Africa e hanno accolto con favore il progetto pilota sui dati UE-UA quale fattore di svolta per lo sviluppo dell’economia e della digitalizzazione dell’Africa.

La progettualità europea si sviluppa con la piattaforma D4D Unione africana-Unione europea, che fungerà da strumento strategico per promuovere il dialogo multi-partecipativo, i partenariati congiunti e gli investimenti nell’economia digitale africana. “L’economia digitale sarà un fattore decisivo di uno sviluppo sostenibile inclusivo in Africa solo se riusciremo a colmare il divario digitale, compreso il divario di genere. Il varo della piattaforma Digital4Development UA-UE è una pietra miliare del nostro partenariato con l’Unione africana per il raggiungimento di questo obiettivo“, ha recentemente dichiarato Jutta Urpilainen, commissaria per i Partenariati internazionali.

Il futuro vedrà sempre più un protagonismo “digitale”, con la nascita di promettenti collegamenti tra persone e aziende in tutto il mondo e in tempi molto rapidi. In un mondo che diviene sempre più interconnesso, l’Unione Europea intende avviare la sua cooperazione digitale con l’Africa. In qualità di prima componente regionale operativa del D4D Hub, l’AU-EU D4D Hub promuove la crescita e lo sviluppo di nuovi partenariati e di nuovi investimenti digitali per un’economia africana sostenibile, digitalizzata equa e inclusiva. In un commercio mondiale sempre più dominato dalle tecnologie, la dipendenza dai prodotti base per l’export costituisce un deficit per i paesi africani e una delle principali cause dell’emarginazione del continente nell’economia globale.

L’economia digitale sta cambiando radicalmente i modelli di business e i processi produttivi esistenti a livello mondiale. Tecnologia e innovazioni hanno aumentato la competitività delle esportazioni e le quote di mercato. In questo contesto, il divario tecnologico tra Africa e altre regioni del mondo si rivela particolarmente cruciale, con conseguenti ripercussioni sulle dinamiche di crescita e sulla composizione del commercio africano.

Una rapida, dinamica e ben strutturata transizione verso un’economia digitale del continente africano consentirebbe l’aumento della produttività e la creazione di valore aggiunto nelle varie fasi della produzione, l’espansione degli scambi con l’estero e all’interno delle macroregioni, soprattutto in virtù delle nuove prospettive e visioni di accordi commerciali di libero scambio all’interno del continente africano.

Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

Il nuovo Erasmus: più semplice, inclusivo e verde

0
Parlamento e Consiglio Europeo hanno raggiunto un accordo sul programma Erasmus+ dell’UE per il 2021-2027.

Il Canada e la diversificazione commerciale con l’Asia

0
Nel 2019, le società canadesi hanno investito più di 3,8 miliardi in Indonesia imparando a conoscere le opportunità di tale mercato.

UK-Messico: il nuovo accordo commerciale di continuità

0
Regno Unito e Messico fermano i dazi sulle esportazioni di numerosi tipi di merce in attesa di un trattato più dettagliato

Smart Money: il sostegno per le startup innovative

0
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che definisce le modalità attuative degli interventi riuniti nel nome di Smart Money.

Formazione condivisa: accordo MACTT-OBOR

0
Formazione e internazionalizzazione sono i punti chiave dell’accordo raggiunto tra gli istituti OBOR e MACTT.

Economia

Il nuovo Erasmus: più semplice, inclusivo e verde

Parlamento e Consiglio Europeo hanno raggiunto un accordo sul programma Erasmus+ dell’UE per il 2021-2027.

Il Canada e la diversificazione commerciale con l’Asia

Nel 2019, le società canadesi hanno investito più di 3,8 miliardi in Indonesia imparando a conoscere le opportunità di tale mercato.

UK-Messico: il nuovo accordo commerciale di continuità

Regno Unito e Messico fermano i dazi sulle esportazioni di numerosi tipi di merce in attesa di un trattato più dettagliato

Smart Money: il sostegno per le startup innovative

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che definisce le modalità attuative degli interventi riuniti nel nome di Smart Money.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -