sabato, Luglio 4, 2020
Focus Blue Economy La cantieristica in Campania e le nuove opportunità di...

La cantieristica in Campania e le nuove opportunità di lavoro

-

- Advertisment -Banner Eurogroup Srl 1 1 - La cantieristica in Campania e le nuove opportunità di lavoro

Nel primo trimestre 2019, in Campania, hanno chiuso 137 imprese al giorno“. Un dato allarmante secondo le stime diffuse da Unioncamere-InfoCamere. Una situazione che non è variata nel corso degli anni e che sta generando fuga da capitali sociali e mentali dalla Campania. Nel 2018, le assunzioni nel settore privato, sono state 4.597.299, l’anno precedente era ancora più basso del 6,5%. Negli ultimi mesi, a partire dalle opportunità occupazioni legate alla blue economy, che abbiamo recentemente sviscerato con l’aiuto dell’armatore napoletano Salvatore Lauro, è emerso di come la Campania necessiti di nuove figure specializzate in nuovi settori che coniugano sviluppo, tecnologia e sostenibilità.

Purtroppo le infrastrutture educative e la formazione universitaria non sembra rispecchiare tale cambiamento.

Sulle opportunità legate alla cantieristica e alle nuove specializzazioni lavorative è intervenuto anche Severino Nappi, Presidente Associazione Nord Sud.

Il lavoro ci sarebbe, addirittura seimila nuovi posti in tre anni. Ma le nostre ragazze e i nostri ragazzi non sono preparati per svolgerlo. Magari hanno studiato molti anni per poi rimanere disoccupati mentre le aziende cercano e non trovano lavoratori specializzati. L’allarme dell’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, accende i riflettori sulla differenza tra domanda e offerta di lavoro che contraddistingue in negativo il mercato del nostro Paese, in particolare al Sud. Da assessore al lavoro della Campania avevo avviato il ragionamento, proprio con Fincantieri, per costituire nella nostra Regione il polo italiano della formazione delle professioni della cantieristica navale. Con Vincenzo De Luca tutto è purtroppo restato lettera morta. Quando il prossimo anno torneremo al governo, rafforzati dalla sensibilità ribadita oggi, realizzeremo questo progetto“.

Sono quasi 200.000 le imprese dell’economia blu, distribuite all’interno di vari settori di attività che animano l’intero indotto dell’economia del mare. 

Domenico Letizia
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista per il quotidiano nazionale L’Opinione, analista economico e geopolitico. Speaker radiofonico per i microfoni di "RadioAtene". Ha svolto analisi di mercato in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Moldava(CCIM) e con l’ Associazione di Studio, Ricerca ed Internazionalizzazione in Eurasia ed Africa. Ricercatore, pubblicista e social media manager del progetto del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Iscritto all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti della Campania dal gennaio 2019. Già Social Media Manager e Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.

Ultime news

Turismo: impatto della pandemia e misure a sostegno

Uno dei settori maggiormente colpiti dall'emergenza in Italia è sicuramente il turismo. Ed è purtroppo il settore che ancora fa fatica a riprendersi.

Professionisti, tempi duri: le priorità per ripartire

La rivitalizzazione del settore, passa attraverso la concessione di «incentivi alle aggregazioni» e in un miglior uso della tecnologia e della banda larga lungo il corso di tutta la Penisola. Resta una priorità: quella delle paghe.

“Pareri ANAC vincolanti per sbloccare gli appalti e bloccare la corruzione”

“Dare più poteri all’ANAC per rafforzare la lotta alla corruzione nella Pubblica Amministrazione”

Recupero del patrimonio storico-artistico per il rilancio

L'idea: risollevare le imprese artigiane con un piano di recupero del patrimonio storico-artistico dei territori
- Advertisement -Banner Ceta 1200x675 - La cantieristica in Campania e le nuove opportunità di lavoro

Aiuti europei alle imprese agricole colpite dal Covid-19

Il Parlamento Europeo ha votato per portare il budget dedicato alla misura dall'1% al 2% della quota FEASR dei Programmi di sviluppo rurale in ogni Stato membro.

Test a Tallinn per bus senza conducente

Questo primato dell'Estonia, anche nella messa in strada di questi veicoli, potrebbe avere un importante riflesso economico e per i mercati internazionali.

Da non perdere

Test a Tallinn per bus senza conducente

Questo primato dell'Estonia, anche nella messa in strada di questi veicoli, potrebbe avere un importante riflesso economico e per i mercati internazionali.
- Advertisment -Banner Malta Business 600x500 - La cantieristica in Campania e le nuove opportunità di lavoro
- Advertisement -Banner Ceta 975x250 - La cantieristica in Campania e le nuove opportunità di lavoro

Potrebbe piacerti ancheRELATED
Scelti per te