Eventi Tecnologia

Tracciabilità, blockchain e sicurezza alimentare

Si è svolto martedì 9 luglio 2019, presso la Sala dell’Istituto Santa Maria in Aquiro, Senato della Repubblica, il convegno dal titolo “BluDev. Quando la tracciabilità non è abbastanza. Dalle Blockchain alle Digital Biochain, un percorso obbligato”, promosso da Farzati Team, Sapienza Università di Roma e Fondazione UniVerde con la partnership di Coldiretti.

Nel corso delle ultime settimane abbiamo analizzato come la tecnologia blockchain risulti importante per la crescita economica e del turismo di realtà d’eccellenza del nostro Mediterraneo, ma in ambito di sicurezza alimentare mancavano studi e ricerche.

L’evento ha posto attenzione alle prospettive nell’immediato futuro in ambito di tracciabilità dei prodotti all’interno della filiera agro-ittico-alimentare.

In particolare, BluDev è una piattaforma tecnologica composta da applicazioni integrate e interconnesse tra loro, supportate da dispositivi sviluppati per consentire la tipizzazione e la caratterizzazione dell’origine, il monitoraggio, la tracciabilità, la rintracciabilità e la qualificazione del prodotto.

La piattaforma interagisce su tutta la filiera con l’origine del prodotto e determina il primo anello della catena: “The first ring of the chain” è organizzato con un modello multilivello, dove ogni livello garantisce che ciascuna informazione generata in esso sia unica e inconfondibilmente originale, inviolabile e protetta dall’architettura blockchain.

In valore assoluto lo scenario d’origine è sicuramente determinato da confini geografici disegnati  sulla base della tipizzazione e localizzazione dei prodotti, in questi domini si delinea lo scenario tecnologico, necessario a  garantire il risultato,  “BluTech”. Lo scenario tecnologico è suddiviso in ambiti di azione:  Produzione, Gestione, Controllo e Distribuzione. 

Gli ambiti definiti in base al campo di applicazione, sono tra loro integrati, e monitorati costantemente tramite processi di tracciabilità, finalizzati a definire in qualsiasi momento l’analisi del percorso di qualità diretto e inverso per tutta la filiera (quality “back” root analysis).

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, e già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, è intervenuto al dibattito, dichiarando: “La tracciabilità che usa le nuove tecnologie per garantire la salute dei consumatori, la tutela del made in Italy e degli agricoltori che valorizzano la qualità è fondamentale per dare seguito alle norme che stiamo cercando di rafforzare sul fronte della conoscenza reale circa la provenienza dei prodotti agro-ittico-alimentari. Questa ricerca dimostra la capacità italiana di sviluppare innovazione e sono convinto che possa essere molto utile riguardo la grande Iniziativa dei Cittadini Europei che abbiamo promosso come Fondazione UniVerde, Coldiretti e Campagna Amica per ottenere l’obbligatorietà dell’indicazione dell’origine di tutti i prodotti agroalimentari nell’intera Unione Europea”.

La piattaforma BluDev consente la protezione e la garanzia dell’origine affidabile del prodotto lungo la supply-chain e per l’intera durata del ciclo di vita dello stesso, con il massimo livello di sicurezza nello scambio di informazioni, rendendole inequivocabili e immutabili.

Un sistema che consente di determinare, oltre i parametri ambientali, di crescita, di allevamento e di origine, anche quelli relativi alla freschezza del prodotto. Un sistema utile per i consumatori ma anche per gli stessi produttori.  

info autore

Domenico Letizia

Domenico Letizia

Pubblicista presso il quotidiano nazionale L’Opinione, analista economico e geopolitico. Speaker radiofonico per i microfoni di "RadioAtene". Ha svolto analisi di mercato in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Moldava(CCIM) e con l’ Associazione di Studio, Ricerca ed Internazionalizzazione in Eurasia ed Africa. Ricercatore, pubblicista e social media manager del progetto del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Iscritto all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti della Campania dal gennaio 2019. Già Social Media Manager e Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.