8.6 C
Rome
martedì, Dicembre 6, 2022
spot_imgspot_img

Industria 4.0: boom di investimenti in Catalogna

Un nuovo rapporto dal titolo Capacità e tecnologie legate all'Industria 4.0 in Catalogna svela il grande impegno della Catalogna per la crescita del settore

-

- Advertisment -

Un nuovo rapporto sulle capacità e le tecnologie legate all’Industria 4.0 fa emergere il grande impegno della Catalogna per la crescita del settore, con circa 1.100 aziende che lavorano in questo campo – un numero che è triplicato dal 2017 – e che impiegano una forza lavoro totale di 26.394 persone.

Con un fatturato complessivo di 5.564 milioni di euro, il 42,6% di queste aziende ha un fatturato che supera il milione di euro, e il 15,6% ha un fatturato di oltre dieci milioni di euro.

Il dinamismo dell’Industria 4.0 in Catalogna è dimostrato anche dal fatto che il 45,5% delle aziende ha meno di dieci anni, il 28,5% delle aziende sono startup e il 31,3% fanno export. Ma vediamo di seguito altri aspetti di grande interesse.

Tecnologie dell’Industria 4.0 in Catalogna

La maggior parte delle aziende lavora nelle seguenti aree: cybersecurity, IoT, AI, Big Data, robotica, cloud e produzione additiva. Mentre il sotto-settore della Cybersecurity da solo è composto da 361 aziende, le società che dichiarano i fatturati più elevati sono quelle focalizzate sull’Intelligenza Artificiale e l’Internet of Things.

D’altra parte, i settori che più richiedono soluzioni di Industria 4.0 in Catalogna sono oggi il comparto della metallurgia e dei prodotti in metallo, seguito dai prodotti alimentari e gastronomici e dai settori della logistica, dell’e-commerce e della distribuzione.

Ecosistema di supporto all’Industria 4.0 in Catalogna

Il sostegno al settore dell’Industria 4.0 in Catalogna proviene anche da diversi agenti locali: numerosi cluster catalani come l’Health Tech cluster e il Packaging cluster; associazioni professionali e imprenditoriali locali come la Catalan Industrial and Telecommunications Engineering associations, il General Council of Chambers of Commerce of Catalonia e AMEC, l’associazione delle imprese manifatturiere; e infine fiere ed eventi locali come il Mobile World Congress e Smart City Expo World Congress.

Investimenti diretti esteri in Catalogna

Nel periodo 2018-2019, gli Stati Uniti sono stati il principale Paese che ha scelto di investire in Catalogna nel settore Industria 4.0, seguiti da Germania, Argentina e Svizzera.

Investimenti recenti degni di nota sono la nuova filiale di Barcellona creata dall’azienda americana VMWARE, specializzata nello sviluppo di software aziendali e infrastrutture cloud, e che ha creato fino a 250 posti di lavoro nella capitale catalana grazie alla sua strategia di crescita per promuovere il talento tecnologico in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).

Anche l’azienda argentina Satellogic, leader nella tecnologia di imaging microsatellitare ad alta risoluzione, ha recentemente aperto una sede a Barcellona, scegliendo questa città soprattutto per l’eccellente offerta di talenti in informatica e intelligenza artificiale.

Infine, l’azienda svedese-svizzera ABB, che si concentra principalmente sull’automazione industriale, ha aperto il suo primo centro di innovazione per i clienti in Europa dedicato alla robotica a Sant Quirze de Vallès, finalizzato allo sviluppo di tecnologie digitali e di automazione per le aziende.

Euromed International Trade, in collaborazione con il partner Catalonia Trade & Investment, è a tua disposizione per fornirti maggiori informazioni o consulenze specifiche sulle opportunità di investimento in Catalogna.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

Parlamento tedesco vota per ratifica CETA

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.
Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
Accordo ceta 36% aumento esportazioni imprese del sud

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e...
spot_img

Economia

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero...
- Advertisement -spot_img