Il Marocco punta sull’idrogeno verde con un piano nazionale

Il resoconto dal World Ptx Summit 2020, che si è svolto in Marocco dall'1 al 3 Dicembre

-

- Advertisment -

Tre giorni di dibattito e varie presentazioni online hanno caratterizzato la prima edizione del World Ptx Summit 2020, evento dedicato all’idrogeno verde organizzato dall’1 al 3 Dicembre a Rabat, in Marocco, che ha visto la partecipazione di Ministri, funzionari della Commissione Europea,  Sottosegretari di Stato, imprenditori, rappresentanti di organizzazioni nazionali e internazionali (CESE, IEA, IRENA, Dii), ricercatori ed esperti. Presente anche una rappresentanza della MACTT, la Ngo partner di Imprese del Sud impegnata in attività di ricerca e promozione dell’economia sostenibile.

Più di 5.000 persone provenienti da circa 60 paesi nei cinque continenti hanno potuto assistere agli interventi di circa 90 relatori, che hanno affrontato le sfide e le opportunità economiche legate all’idrogeno verde, lungo l’intera catena di valore: dall’energia verde a varie applicazioni chimiche e industriali, nonché aspetti tecnologici e prospettive di mercato.

Numeri importanti per un evento che non ha riscosso grande attenzione da parte dell’Italia e dei media italiani. Unico nome italiano tra i partecipanti è quello del Direttore Generale dell’International Renewable Energies Association (IRENA), Francesco La Camera, che ha ringraziato i colleghi marocchini per essere stato eletto, anche grazie al loro appoggio, come coordinatore dell’iniziativa Green Hydrogen da sviluppare in un quadro di sinergia tra lo stesso Marocco e l’Unione Europea.

Il World Ptx Summit 2020 è stato organizzato dall’Istituto marocchino per la ricerca sull’energia solare e le nuove energie (IRESEN), in collaborazione con l’Università Politecnica Mohammed VI (UM6P), con l’obiettivo di promuovere la creazione di una piattaforma di scambio regionale dedicata all’idrogeno verde e alle sue applicazioni in tutta l’economia (settore “Power-To-X”).

A tal proposito, il Ministro dell’Energia marocchino ha presentato i progressi del Paese in questo settore, lanciando un piano d’azione da sviluppare attraverso la Commissione Nazionale Idrogeno che punterà a sostenere lo sviluppo dei mercati e la richiesta di questa innovativa fonte energetica, anche al fine di preparare l’infrastruttura di esportazione e mettere in atto un quadro normativo adeguato. Le priorità di questo piano sono il rafforzamento delle competenze attraverso la formazione e le attività di Ricerca e Sviluppo, nonché la creazione di ecosistemi e cluster dedicati a questo settore. Duplice obiettivo che punta ad avviare discussioni e partnership di alto livello sulle opportunità offerte dall’idrogeno verde, nonché di riunire investitori, responsabili politici, innovatori, leader del settore ed esperti di ricerca nel campo.

A partire da questo programma ambizioso – come spiegato dal direttore di IRESEN, Badr Ikken – il Marocco intende fare del World Ptx Summit un crocevia per le comunità impegnate in questo settore e conquistare un posizionamento strategico in Africa come forte partner nel mercato internazionale.

Secondo diversi relatori dell’evento, la partnership internazionale è evidentemente la chiave per lo sviluppo del mercato dell’idrogeno verde e della green economy, perché grazie ad essa sarà possibile affrontare le sfide di una distribuzione su larga scala in termini di sostenibilità, costi tecnologici e preparazione della catena di fornitura.

L’ampia partecipazione internazionale ha dimostrato altresì la voglia delle comunità di fare network e di non arrendersi dinanzi alle difficoltà della pandemia da Covid-19, per sviluppare un piano di ripresa ecologica che rappresenta oggi una reale opportunità per la creazione di economie sostenibili e per plasmare il futuro di un mondo più sano e pulito.

Le molteplici sessioni della conferenza accompagnate da stand virtuali interattivi, infine, ha permesso una panoramica approfondita delle tendenze e dei progressi recenti relativi allo sviluppo dell’economia dell’idrogeno verde.

Abdessamad El Jaouzi
Resp. servizio comunicazione e ufficio stampa presso istituzione diplomatica in Italia. Responsabile dipartimento Economia sostenibile della Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade NGO di Malta
- Advertisement -

Ultime news

Istituita la Giornata internazionale del Mediterraneo

0
Sarà celebrata ogni anno il 28 Novembre attraverso eventi, mostre e festival in tutta la regione

Investire in Catalogna: il webinar gratuito

0
Il workshop online gratuito rivolto alle aziende italiane interessate ai settori Life Sciences e IT/Digital

La strategia di Malta per nuove sinergie con l’Africa

0
La Commissione economica per l'Africa delle Nazioni Unite stima che la cooperazione economica nella regione aumenterà del 52% entro il 2022.

Lavoratrice vessata dai colleghi: il datore dovrà risarcirla

0
La Corte di Cassazione riconosce il dovere di mantenere un ambiente sereno

Bonus 110%: il peso di burocrazia e restrizioni

0
Il Consiglio Nazionale Ingegneri lancia l’allarme alla luce di una analisi di dettaglio sul mercato degli interventi agevolati dall’Ecobonus e dal Sismabonus.

Economia

Investire in Catalogna: il webinar gratuito

Il workshop online gratuito rivolto alle aziende italiane interessate ai settori Life Sciences e IT/Digital

La strategia di Malta per nuove sinergie con l’Africa

La Commissione economica per l'Africa delle Nazioni Unite stima che la cooperazione economica nella regione aumenterà del 52% entro il 2022.

Le nuove opportunità del mercato spagnolo per le imprese italiane

Nel Paese sono attivi interessanti strumenti di internazionalizzazione a favore delle imprese interessate al mercato spagnolo.

Malta concede la prima licenza per produrre cannabis

L'isola del Mediterraneo punta ad attirare nuovi investimenti nel settore

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -